Matthaus contro Cristiano Ronaldo alla Juventus/ “Rimani a Madrid, l’Italia è indietro”

- Matteo Fantozzi

Matthaus contro Cristiano Ronaldo alla Juventus, l’ex giocatore di Inter e Bayern Monaco consiglia all’asso lusitano di rimanere al Real Madrid e di non venire nel nostro campionato.

Cristiano_Ronaldo_occhi_palla_Portogallo_Mondiali_2018
Probabili formazioni Iran Portogallo, Mondiali 2018 gruppo B (Foto LaPresse)

Lothar Matthaus è tra quelli che spera di non vedere Cristiano Ronaldo alla Juventus, ma non nega che questo potrebbe far diventare i bianconeri ancora più forti. L’ex colonna dell’Inter cerca di analizzare tutti i contro di questo incredibile affare, sottolineando a La Gazzetta dello Sport: “Avrebbe tutti gli occhi addosso, lo marcherebbero stretto e inoltre il gioco sarebbe più difensivo e dovrebbe ridurre la velocità. L’unica cosa che non perderà mai sono le motivazioni. E’ un professionista unico senza paragoni. Quando parlo con Toni Kroos mi dice sempre che non crede ai suoi occhi quando lo vede allenare. Lo stile italiano non fa per lui”. Parole che sicuramente non faranno piacere ai tifosi bianconeri che almeno ancora per un po’ vogliono continuare a sognare. Vedremo chi avrà ragione.

IL CONSIGLIO: “RIMANI A MADRID, L’ITALIA E’ INDIETRO”

I tifosi della Juventus sognano la possibilità di vedere Cristiano Ronaldo in bianconero, con le voci di un suo trasferimento a Torino che si stanno moltiplicando nelle ultime ore. C’è però chi non sembra d’accordo con questo trasferimento e consiglia all’asso lusitano di rimanere al Real Madrid. L’ex calciatore di Inter e Bayern Monaco ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, sottolineando: “Non credo che si farà, penso che alla fine rimarrà in Spagna. Gioca nel migliore club del mondo nel quale ha vinto tutto. Non vedo perché dovrebbe andare nella Juventus in un campionato che non è più quello di una volta”. Una frecciatina alla Juventus che non farà piacere ai bianconeri, soprattutto quando sottolinea: “La Juventus non potrà vincere sempre, ogni anno. Mi sembra che la concorrenza sia aumentata e migliorerà ancora di più. Il Napoli, La Roma e le milanesi si stanno rafforzando. La Serie A è più complicata e riconosco che ci sono segnali di ripresa, ma ancora non si è arrivati ai livelli di Spagna e Inghilterra”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori