Zaza al Torino / Ultime notizie, Cairo: “Seguivamo da tempo il bomber del Valencia”

- Claudio Franceschini

Zaza al Torino, ultime notizie: la società granata ha beffato la Sampdoria che aveva le mani sul calciatore, l’attaccante lucano arriva dal Valencia in prestito con obbligo di riscatto

Zaza_Italia_Olanda_gol_lapresse_2018
Simone Zaza, nuovo attaccante del Torino (Foto LaPresse)

Arriva anche la voce dell’altra campana, il presidente del Torino Urbano Cairo, riguardo l’affare Zaza: i granata si sono inseriti sul bomber del Valencia in maniera fulminea, battendo in extremis la concorrenza della Sampdoria che sembrava ormai aver messo le mani sul giocatore. E invece Zaza arriva al Toro dove potrà formare una coppia potenzialmente molto forte con Belotti, come confermato dallo stesso Cairo a La Gazzetta dello Sport: “Stavamo seguendo Zaza da tempo. Abbiamo cercato in tutti i modi di assicurarci le sue prestazioni e siamo contenti di essere riusciti a inserirlo in rosa. Potrà dare il proprio contributo all’interno di un gruppo compatto dove siamo riusciti a trattenere i pezzi pregiati.” Accontentato Mazzarri, col tecnico che aveva chiesto a Cairo all’inizio del mercato di mantenere i giocatori granata di maggior valore. (agg. di Fabio Belli)

FERRERO: “L’AGENTE BOZZO E’ STATO SCORRETTO”

Il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, ha espresso tutto il suo rammarico per il sorpasso all’ultima curva subito nell’affare Zaza: l’attaccante sembrava blucerchiato all’ora di pranzo, ma nel giro di poche ore è arrivato l’inserimento del Torino, e dal Valencia la punta è tornata in Italia in maglia granata. Nulla da recriminare col giocatore, Ferrero ha dedicato però parole di fuoco all’agente di Zaza, Bozzo, ai microfoni di TMW: “E’ stato un mercato ottimo per la Samprodia, sono contento. C’è un procuratore molto scorretto e la gente scorretta non mi piace. Parlo dell’avvocato Bozzo. Ma a Zaza auguro il meglio. A Bozzo ricordo che le cattive azioni tornano sempre indietro.” Dopo le cessioni di Torreira e Zapata, Ferrero non è riuscito dunque a fare un ultimo regalo ai suoi tifosi in un mercato blucerchiato definito comunque importante, con 12 arrivi complessivi. (agg. di Fabio Belli)

AFFARE DA 14 MILIONI DI EURO

Simone Zaza è un calciatore del Torino: l’attaccante torna nel capoluogo del Piemonte ma questa volta cambia maglia, perché dopo aver indossato per una stagione quella della Juventus – con tanto di gol decisivo per lo scudetto, contro il Napoli – questa volta sarà con quella granata. Arriva dal Valencia, dove ha fatto davvero bene: il presidente Urbano Cairo ha strappato l’accordo sulla base di 14 milioni di euro complessivi, divisi tra i 2 del prestito oneroso e i 12 del riscatto, che sarà obbligatorio al termine di questa stagione e che legherà il lucano al Torino per i prossimi 5 anni (uno, quello che inizia per i granata domenica con la partita contro la Roma). Dunque Zaza torna a giocare nel campionato italiano: le esperienze con Sassuolo e Juventus erano state positive tanto da regalargli una maglia da titolare nella nazionale di Antonio Conte, giocando anche gli Europei di due anni fa (conclusi purtroppo con un pessimo rigore nei quarti contro la Germania) poi il passaggio al Valencia dove in poco tempo l’attaccante ha conquistato la tifoseria a suon di gol. Adesso una nuova avventura: l’ambizioso Torino di Walter Mazzarri, che va a caccia di un posto nella prossima Europa League.

ZAZA AL TORINO, BEFFATO FERRERO

E dire che Zaza era sostanzialmente d’accordo con la Sampdoria: era tutto pronto per il ritorno in blucerchiato, dove il calciatore aveva disputato una stagione con le giovanili e una con la prima squadra, anche se giocando pochissimo. Massimo Ferrero aveva in mano tutte le carte per formalizzare, ma all’ultimo secondo il Torino ha rilanciato e si è accordato con il Valencia: un caso molto simile a quello di Malcom e dell’intervento del Barcellona a beffare la Roma, mentre qualche anno fa aveva fatto anche di più il Chelsea, che aveva acquistato Willian quando il brasiliano stava di fatto effettuando le visite mediche con il Tottenham. Sia come sia, Zaza torna in quella Serie A in cui ha segnato finora 24 gol: 20 con la maglia del Sassuolo con un record di 11 in singolo campionato, poi 4 con la Juventus dove comunque si è sempre fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa. A Valencia in un anno e mezzo le reti sono state 19 in 53 partite di Liga: magari Zaza non è un bomber fatto e finito, ma può davvero essere l’ideale vice-Belotti per far sognare in grande stile i tifosi del Torino, che aspettano anche l’ufficialità di Roberto Soriano per completare al meglio questa ultima giornata di calciomercato estivo.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori