Higuain al Milan: “sono molto contento”/ Ultime notizie, tifosi pazzi per il Pipita: il saluto di Dybala

- Michela Colombo

Higuain al Milan, ultime notizie: il Pipita accolto dai tifosi in delirio ieri in aeroporto. Per l’ex Juventus sono previste questa mattina le solite visite mediche, poi la firma.

Higuain_Juventus_Barcellona_lapresse_2017
Gonzalo Higuain (LaPresse)

I tifosi del Milan sono letteralmente pazzi di Gonzalo Higuain. Il Pipita pochi minuti fa ha concluso le visite mediche di rito con i rossoneri: ora andrà nella sede di via Aldo Rossi per mettere nero su bianco il contratto pluriennale che lo legherà al Diavolo. Accolto da centinaia di supporters, l’attaccante argentino ha rilasciato un breve commento ai cronisti presenti: “Se sono contento? Sono molto, molto contento”. Nel frattempo è arrivato anche il saluto dell’ormai ex compagno Paulo Dybala, che ha utilizzato il social network Instagram per ringraziare Higuain per le due stagioni trascorse insieme a Torino: “Buona fortuna fratello. E’ stato molto bello condividere questi anni di vittorie, gol e trofei”. Questo, invece, il tweet del terzo portiere Carlo Pinsoglio: “È stato un privilegio condividere lo spogliatoio con te !In bocca al lupo”. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

VISITE MEDICHE PER IL PIPITA

Per Gonzalo Higuain questa è la prima giornata da giocatore del Milan: sono finalmente iniziate le visite mediche presso la clinica La Madonnina di Milano, sia pure in ritardo rispetto a quanto inizialmente previsto. Ritardo che non ha condizionato i tifosi, che sono entusiasti per l’arrivo di Higuain in rossonero, perché è il grande nome che certamente mancava nell’attacco del Milan, l’anno scorso salvato dal boom di Patrick Cutrone, considerate le difficoltà incontrate sia da Nikola Kalinic sia da André Silva. Higuain dunque ha acceso l’entusiasmo nel cuore di un’estate che finora per il Milan era stata decisamente più sotto tono rispetto a quella dell’anno scorso, il Pipita sarà anzi il biglietto da visita della nuova proprietà Elliott. Una volta che le visite mediche saranno completate, ci sarà naturalmente la firma del contratto che legherà ufficialmente Higuain al Milan, mentre alla Madonnina dopo l’argentino arriverà Mattia Caldara, l’altro acquisto rossonero di questo caldissimo inizio agosto sull’asse Milan-Juventus. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PAROLE DI HIGUAIN

E’ oggi la grande giornata di Gonzalo Higuain, ormai prossimo giocatore del Milan di Gennaro Gattuso! Ieri sera infatti il Pipita è finalmente sbarcato nel capoluogo meneghino e ovviamente è stato accolto da una grandissima folla di tifosi rossoneri, già in delirio per  questo grande colpo di calciomercato estivo della società di Via Aldo Rossi. Poche ma importanti le prime parole espresse dal bomber argentino al suo arrivo, particolarmente pesanti se si fa riferimento alla diffocile operazione condotta nei giorni scorsi con la Juventus. Il Pipita ha affermato: “Che accoglienza! grazie a tutti i tifosi, anche a quelli della Juve che mi hanno dato tanto affetto. Ora una nuova avventura:: con il Milan voglio andare più lontano possibile”. Di certo l’argentino non è stato troppo felice di abbandonare la Vecchia Signora (che dopo l’arrivo di Cristiano Ronaldo ha deciso di sacrificarlo senza troppi complimenti) ma di certo i fan del Milan faranno di tutto fargli sentire meno possibile la mancanza di Torino.

OGGI LE VISITE MEDICHE

Dopo la calorosissima accoglienza in Aeroporto di ieri sera ecco un nuovo bagno di folla per il Pipita: già da stamattina una gran folla di tifosi rossoneri si è formata fuori delle porte della Clinica privata La Madonnina per salutare ancora una volta Gonzalo Higuain, tra pochissimo giocatore effettivo del Milan. Da programma ufficiale in realtà le consuete visite mediche pre firma dovevano avere inizio alla clinica milanese intorno alle 8: il ritardo però non sta scoraggiando i tifosi, sempre più numerosi. Da calendario dopo l’ok dei medici si dovrebbe solo espletare la restante burocrazia e Gonzalo Higuian sarà il nuovo giocatore del Milan. Già nel pomeriggio, magari dopo pranzo (vista l’oretta di ritardo) potrebbe quindi esserci la firma sul contratto triennale che permettersi al bomber argentino di incassare quasi 30 milioni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori