Kean resta alla Juventus/ Calciomercato, bloccata la partenza e proposto il rinnovo all’attaccante

Moise Kean resterà alla Juventus fino alla fine della stagione, la dirigenza bianconera ha deciso di non lasciarlo partire in prestito nonostante le numerose richieste

01.01.2019 - Matteo Fantozzi
Video Bologna Juventus: Moise Kean (La Presse)

Moise Kean resterà alla Juventus fino alla fine della stagione, almeno questo è quello che sostiene La Gazzetta dello Sport nella sua versione online. Sull’attaccante classe 2000 ci sono diversi club, tra cui anche il Marsiglia di Rudi Garcia, ma i bianconeri sembrano aver deciso di non lasciarlo partire nemmeno in prestito. Nonostante abbia accumulato fino a questo momento appena 13 minuti in stagione. Massimiliano Allegri e Fabio Paratici sono suoi grandi estimatori e sono pronti a proporre a Mino Raiola un’offerta importante per rinnovare il contratto in scadenza nel 2020. Tra qualche settimana è già fissato in agenda un incontro proprio tra il direttore sportivo dei bianconeri e il potente procuratore che gestisce gli interessi dell’attaccante azzurro. Il calciatore aveva chiesto la possibilità di rimanere a Torino dopo il ritorno dal prestito al Verona per allenarsi con Cristiano Ronaldo e magari partire a gennaio in prestito. Questo però non accadrà.

Kean resta alla Juventus, calciomercato: decisiva l’esperienza di Verona?

Nella scelta della Juventus di trattenere Moise Kean nella sessione di calciomercato di gennaio potrebbe esserci anche la brutta esperienza dello scorso anno a Verona. Dopo aver debuttato come primo millennial in Champions League e in Serie A e dopo essere stato il primo nato dopo il 2000 nel massimo campionato italiano nella stagione 2016/17 la società decise di girarlo in prestito alla neopromossa Hellas Verona. Quella che doveva essere la stagione dell’esplosione definitiva per Kean si è rivelata invece un fallimento con appena 19 presenze, di cui la maggior parte dalla panchina, e 4 gol segnati. I bianconeri potrebbero aver deciso di trattenerlo per vederlo crescere in casa prima di mandarlo in un’altra piazza a fare panchina. Non è da escludere però che la sessione di calciomercato più volubile dell’anno possa portare i bianconeri a cambiare ancora una volta idea.



© RIPRODUZIONE RISERVATA