Donnarumma lascia il Milan?/ Calciomercato, Rombola: “In Italia solo la Juventus può prenderlo…” (Esclusiva)

Donnarumma lascia il Milan? Questa domanda sarà circolata nella mente dei tifosi rossoneri più di una volta. Abbiamo sentito l’operatore di mercato Antonio Rombola.

17.01.2019 - int. Antonio Rombola
donnarumma 2018 twitter
Donnarumma lascia il Milan?

Donnarumma lascia il Milan? Questa domanda sarà circolata nella mente dei tifosi rossoneri più di una volta. E’ il portiere della Nazionale di Roberto Mancini, per tutti una sicurezza, una garanzia, Gigio sembra aver trovato la pace con il Milan dopo tante discussioni per il suo contratto. Questo scadrà il 30 giugno 2021, ma è proprio sicuro che il numero uno rossonero resterà ancora al Milan. Le offerte sul calciomercato non sono mai mancate e mai mancheranno e se ne arrivasse una di quelle eccezionali. Per saperne di più abbiamo sentito l’operatore di mercato Antonio Rombola. Eccolo in questa intervista a ilsussidiario.net.

Donnarumma fino a quando resterà al Milan…

Credo che alla fine possa restare al Milan, la sua partenza dalla formazione rossonera dovrebbe essere scongiurata.

La sua cessione legata alle situazione economica rossonera?

No, perché i contratti già fatti come quelli di Donnarumma non sono in discussione. Piuttosto quelli futuri potrebbero avere dei problemi. La nuova società proprietaria del Milan in ogni caso dovrebbe aver messo a posto la situazione a livello economico. Ci sono buone prospettive per il Milan per il futuro…

Dove potrebbe finire però Donnarumma se arrivasse un’offerta straordinaria…

Sono le solite squadre come il Paris Saint Germain, il Manchester City e il Real Madrid che potrebbero assicurarselo.

Ci sono squadre italiane che potrebbero comprarlo?

Solo la Juventus ma ha già investito cento milioni per acquistare Cristiano Ronaldo. La formazione bianconera ha già anche due ottimi portieri anche se non sono i più forti in assoluto.

Lo vede già al livello dei più grandi portieri di tutto il mondo?

Diciamo intanto che ha 19 anni e avrà tutto il tempo per migliorarsi. E’ molto giovane e la maturità per un portiere si ottiene molto più avanti rispetto a una volta. Magari Donnarumma difetta un po’ nelle uscite, deve perfezionarsi in alcuni gesti tecnici del suo ruolo di portiere.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA