Piatek al Milan/ Ultime notizie: rossonero fino al 2023, scelta la maglia numero 19

Piatek al Milan: ultime notizie, visite mediche terminate per il nazionale polacco; il ruolo di Elliott nella trattativa. Higuain a Londra, anche per lui visite completate

23.01.2019, agg. alle 22:21 - Mauro Mantegazza
Krzysztof Piatek
Presentazione Piatek al Milan (Foto LaPresse)

E’ ufficiale: Krysztof Piatek è un calciatore del Milan: è arrivata la firma del centravanti polacco, ormai ex Genoa, che sarà rossonero fino al 2023, con un ingaggio da 1,8 milioni di euro netti a stagione. Piatek giocherà con la maglia numero 19, senza prendere la 9 destinata da Higuain. Decisione forse scaramantica, considerando che il 9 era il numero di Piatek anche al Genoa, ma può aver pesato la cattiva tradizione che negli ultimi anni ha visto protagonisti i numeri 9 del Milan. Maglia che in futuro potrebbe essere destinata al giovane Cutrone. Piatek partirà dunque col 19 e punta già il Napoli nell’anticipo di Serie A di sabato prossimo. L’attaccante polacco sarà presentato ufficialmente domani alla stampa a Milanello alle 13 e quindi si unirà alla squadra per il suo primo allenamento in rossonero. (agg. di Fabio Belli)

IN VIAGGIO VERSO MILANO

Prosegue la prima giornata di Krzysztof Piatek come attaccante del Milan. Il giocatore polacco ormai ex Genoa ha completato le visite mediche presso la clinica La Madonnina di Milano, il pomeriggio sarà dunque il momento delle firme sul contratto a Casa Milan e dell’annuncio ufficiale del passaggio di Piatek al Milan. Tra l’altro, la giornata di Piatek prosegue in parallelo con quella di Gonzalo Higuain, che ha invece lasciato il Milan per approdare al Chelsea. Infatti anche l’attaccante argentino questa mattina ha sostenuto le visite mediche con la sua nuova squadra e adesso deve solamente mettere la propria firma sul contratto che lo legherà definitivamente al Chelsea, per la gioia di Maurizio Sarri che ha speso parole molto importanti per Higuain nella conferenza stampa alla vigilia della partita di Coppa di Lega contro il Tottenham. Higuain però per il Milan è già il passato, adesso è il momento di pensare a Piatek, la rivelazione del girone d’andata del campionato di Serie A che vivrà il ritorno in rossonero. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I NUMERI DELL’AFFARE PIATEK E IL RUOLO DI ELLIOTT

Piatek al Milan, Higuain al Chelsea: il grande affare del calciomercato di gennaio è ormai andato in porto e i sentimenti dei tifosi del Milan sono emersi in modo chiaro anche questa mattina, all’ingresso di Piatek alla clinica La Madonnina per le visite mediche: cori e applausi per l’attaccante polacco, ma anche frasi contro il Pipita, che ormai è il passato. La trattativa per Piatek fra il Milan e il Genoa è stata sbloccata dal decisivo intervento del fondo Elliott, unico modo per poter versare nelle casse del Grifone i 35 milioni di euro immediati che hanno permesso all’affare di andare in porto. Molti infatti si sono posti questa domanda: può il Milan permettersi un esborso così importante in periodo di fair play finanziario? La risposta è sì: l’affare Piatek è sostenibile grazie al contemporaneo addio di Higuain, grazie al quale addirittura i rossoneri ci guadagneranno, almeno nel bilancio 2018/2019. Le cifre dell’operazione Piatek prevedono un esborso di 35 milioni di euro per il cartellino e ingaggio da due milioni di euro netti (4 lordi circa) per quattro anni e mezzo. Il Milan pagherà per Piatek da qui a fine stagione due milioni lordi di ingaggio e una quota da 3,9 milioni di ammortamento sul costo del cartellino, dunque in totale circa 5,9 milioni. Cifre che si raddoppieranno nei quattro anni successivi in cui sarà valido il contratto. L’impatto a bilancio in questa stagione di Higuain sarebbe stato invece di circa 32 milioni, di cui ne verrà risparmiata circa la metà. L’affare, da qui al 30 giugno per la chiusura di questo bilancio, è quindi in positivo. L’affare Higuain era però in prestito con diritto di riscatto (non garantito a termini di contratti), quello per Piatek è a titolo definitivo e impatterà sui bilanci del club fino al 30 giugno 2023. Questo vuol dire che a partire dal 30 giugno 2019 il Milan dovrà trovare il modo di compensare con altrettante uscite il costo per ingaggio e ammortamenti del cartellino di Piatek. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

HIGUAIN IN VOLO VERSO LONDRA

Krysztof Piatek completerà quest’oggi il suo trasferimento al Milan. Pochi minuti fa, come da tabella di marcia, il calciatore della nazionale polacca è arrivato presso la clinica La Madonnina di Milano per sostenere le rituali visite mediche. Dopo che i test medici saranno superati con esito positivo, il calciatore proveniente dal Genoa si recherà presso la sede di via Aldo Rossi, Casa Milan, dove firmerà il contratto con annesso foto di rito. Piatek non dovrà sostenere l’idoneità che ha già ottenuto con il Genoa, e non è da escludere che già nel pomeriggio possa essere a Milanello per un primo contatto con Gattuso, i compagni e il nuovo ambiente, e magari, una prima sgambata. Del resto il calciatore dell’est Europa è in ottime condizioni fisiche e Ringhio potrebbe già convocarlo per il complicato impegno contro il Napoli in programma sabato sera. Di pari passo all’operazione Piatek-Milan, prosegue la trattativa riguardante l’addio di Gonzalo Higuain, che a Milanello era in prestito, e che stamane è volato a Londra con un volo privato: anche per il Pipita, giornata di visite mediche e poi la firma con il Chelsea di Maurizio Sarri. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

PIATEK AL MILAN: ATTESA PER LE VISITE MEDICHE

Krzysztof Piatek è un giocatore del Milan. Sono in corso le visite mediche per l’attaccante polacco ormai ex Genoa, atto come sempre necessario per l’acquisto di un calciatore, poi potremo definitivamente dire che Piatek è il nuovo attaccante del Milan, fatto sul quale comunque non ci sono più dubbi. L’accordo tra le due società è stato trovato ieri in serata: il Milan verserà al Genoa 35 milioni di euro più bonus. Un piccolo sconto rispetto alla richiesta iniziale di 40 milioni da parte del Genoa, in cambio però i rossoneri pagheranno tutto e subito, in un’unica soluzione e senza contropartite tecniche. La giornata di ieri, come previsto, è stata dunque decisiva per trovare l’accordo e dunque stamattina è il momento delle visite mediche, cominciate alle ore 9.00 presso la clinica La Madonnina di Milano, dal momento che piatte già ieri sera è arrivato nel capoluogo lombardo. Quando saranno state espletate tutte le formalità, arriverà anche l’annuncio ufficiale di Piatek nuovo centravanti del Milan.

PIATEK AL MILAN: IL GIORNO DELLA FIRMA

L’attaccante polacco dunque dopo le visite mediche firmerà il contratto quinquennale che lo legherà al Milan con stipendio da 2 milioni di euro a stagione più bonus, cinque volte di più rispetto a quanto Piatek prendeva al Genoa, dove d’altronde era arrivato appena la scorsa estate come un giovane di belle speranze per il quale era difficile immaginare un rendimento così positivo, caratterizzato da 13 gol in campionato più altri sei in Coppa Italia. Quanto alle cifre, il Milan deve fare un sacrificio nell’immediato, ma è anche vero che alla lunga Gonzalo Higuain sarebbe costato di più, soprattutto a causa dello stipendio da circa 9 milioni di euro l’anno, per cui anche la Uefa ha dato il proprio assenso all’operazione per un club sotto la lente d’ingrandimento del Fair Play finanziario. Insomma, non resta altro da fare se non attendere l’annuncio ufficiale, ma non ci sono più dubbi sull’affare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA