Calciomercato Napoli/ Ultime notizie, Allan-Barella: destini incrociati?

- Matteo Fantozzi

Calciomercato Napoli, ultime notizie, parla l’agente di Hysaj: “smentisco ogni voce di trattativa con la Lazio per il mio assistito”.

Allan Napoli possesso lapresse 2019
Pronostico Genk Napoli (Foto LaPresse)

I destini del calciomercato Napoli incrociano i profili di tre centrocampisti: abbiamo parlato di Nicolò Barella e di come i partenopei stiano provando a bruciare il Chelsea nella corsa al gioiello del Cagliari. Questo perchè, come rivelato poco fa da Sky Sport, il Psg sarebbe piombato su Allan: il brasiliano è in una lista di gradimento della società francese, che ha avuto modo di osservarlo da vicino nel doppio incrocio nel girone di Champions League. Al momento ovviamente il Napoli non è disposto a trattare, soprattutto in gennaio; tuttavia la capolista del Paris Saint Germain deve sostituire Adrien Rabiot (destinato al Barcellona) e Allan è il profilo giusto secondo Thomas Tuchel. Qualora dovesse arrivare un’offerta importante – da quantificare la cifra – Aurelio De Laurentiis potrebbe anche cedere, ma prima eventualmente il Napoli dovrà aver trovato il rimpiazzo ideale: il nome, approvato da Carlo Ancelotti che apprezza profondamente il calciatore, risponde appunto a Barella, e allora si potrebbe profilare un dilemma di mediana in questa sessione invernale di calciomercato. (agg. di Claudio Franceschini)

CALCIOMERCATO NAPOLI, SFUMA TODIBO

Il calciomercato Napoli non è riuscito a chiudere l’operazione con Jean-Clair Todibo: il difensore centrale, classe ’99, vestirà la maglia del Barcellona a partire dal prossimo 1 luglio. Fino ad allora resterà al Tolosa, che lo ha ceduto ai blaugrana e nel quale ha giocato quest’anno 10 partite segnando un gol (con anche un assist): la società spagnola ha bruciato la concorrenza della Juventus e proprio del Napoli, che sperava di mettere le mani su un innesto futuribile e da plasmare. Il perchè, è dato anche dal fatto che il procuratore di Todibo è lo stesso di Kevin Malcuit; tuttavia è stato proprio Bruno Satin, intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli, a spiegare perchè alla fine sia stata proprio la stessa società partenopea a frenare il suo impeto. “Il reparto arretrato del Napoli è piuttosto coperto, è difficile trovare spazio per un ragazzo dell’età di Todibo”. Questa frenata ha presumibilmente convinto il Barcellona ad affondare il colpo: anche in Catalogna il francese potrebbe faticare a imporsi (peraltro la capolista della Liga ha appena acquistato Jeison Murillo dal Valencia), intanto però i blaugrana se lo sono assicurato iniziando a porre le basi per il futuro. (agg. di Claudio Franceschini)

QUALCHE SPERANZA PER BARELLA

Nicolò Barella sembra essere ad un passo dal Chelsea, ma il calciomercato Napoli considera ancora il centrocampista del Cagliari come un obiettivo: Maurizio Sarri ha più o meno reso esplicita la trattativa tra il Chelsea e la società isolana e ormai da più parti si dice che alla fine il giocatore della Nazionale si trasferirà ai Blues, come sostituto di Cesc Fabregas. Tuttavia Aurelio De Laurentiis non ha perso le speranze di mettere le mani su uno dei migliori talenti del calcio italiano: l’offerta sul piatto è sempre quella, 20 milioni di euro più il cartellino di Marko Rog e Adam Ounas. Proposta che al Cagliari potrebbe anche stare bene, ma il problema riguarda appunto il fatto che su il Chelsea è ormai in pressing stretto; in più, come avevamo detto nei giorni scorsi, su Rog c’è il forte interesse della Fiorentina che si deve guardare dagli assalti dello Schalke 04, cui il giocatore croato sarebbe stato proposto dal procuratore. Staremo a vedere: di sicuro se il Napoli vuole mettere le mani su Barella dovrà affrettarsi, e magari alzare la posta. (agg. di Claudio Franceschini)

HAMED TRAORE’ NOME CALDO

Come raccontavamo nei giorni scorsi, il calciomercato Napoli starebbe virando sul profilo di Hamed Traoré per il centrocampo: una trattativa con l’Empoli che potrebbe incrociarsi anche con Agustin Almendra, che potrebbe essere acquistato dai partenopei ma girato ai toscani a titolo temporaneo, sfruttando gli ottimi rapporti tra le due società. Un’eventualità che però non trova al momento terreno fertile: lo stesso presidente Fabrizio Corsi, intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli, ha candidamente ammesso di non conoscere il trequartista argentino. Conferme invece per quanto riguarda Traoré: “Il Napoli al momento non ci ha chiesto nessuno, ma Cristiano Giuntoli è in contatto costante con noi e si confronta con il nostro direttore sportivo”. Non ci sono accenni diretti all’ipotesi di un trasferimento del centrocampista ivoriano, ma il fatto che le due società si parlino può voler dire che qualcosa bolla effettivamente in pentola; da più parti si dice che Traoré sia prossimo a trasferirsi al Napoli, anche perchè ormai Nicolò Barella (uno dei primi nomi sulla lista) sembra destinato al Chelsea. (agg. di Claudio Franceschini)

PER LAZZARI OFFERTI 13 MILIONI

Continua la trattativa del calciomercato Napoli per arrivare al cartellino di Manuel Lazzari: il laterale della Spal, convocato anche in Nazionale grazie allo splendido rendimento nell’anno e mezzo che gli estensi hanno disputato in Serie A, è considerato ormai il rinforzo ideale per le corsie dei partenopei, e Cristiano Giuntoli è in continuo pressing per provare a chiudere l’affare. La novità del giorno viene riportata dal quotidiano La Nuova Ferrara, secondo cui l’offerta del Napoli ammonterebbe a 13 milioni di euro. Un gruzzolo che per la Spal sarebbe grasso che cola, naturalmente; tuttavia la società biancazzurra ha tutte le intenzioni di monetizzare il più possibile dall’eventuale cessione di uno dei suoi pezzi pregiati (che andrebbe poi sostituito) ed è ferma sulla richiesta di 22 milioni. Al momento la differenza è ampia, anche se certamente ammortizzabile: resta da capire se entro il 31 gennaio le due dirigenze riusciranno a trovare un accordo, e se Lazzari potrà diventare un nuovo calciatore del Napoli. (agg. di Claudio Franceschini)

KIYINE AI DETTAGLI

Il calciomercato Napoli farà presto registrare un acquisto interessante: non sono chiare le cifre ma il direttore sportivo Cristiano Giuntoli incontrerà a breve la dirigenza del Chievo per chiudere il colpo Sofian Kiyine. Classe ’97, il centrocampista marocchino (ma nato in Belgio) non ha trovato troppo spazio nei gialloblu, che tre anni e mezzo fa lo avevano acquistato dallo Standard Liegi per farlo giocare con la Primavera. Il prestito alla Salernitana (in Serie B) è stato positivo; nonostante questo, nelle prime 10 partite di questo campionato Kiyine ha giocato appena quattro volte per un totale di 50 minuti. Poi sono arrivate le occasioni: quattro gare come titolare e una duttilità interessante. Mezzala o incontrista, il marocchino può giocare anche come esterno alto o basso; un aspetto che piace molto a Carlo Ancelotti. Il Napoli dunque guarda anche ai giovani, e in ogni caso l’acquisto di Kiyine sarà improntato alla prossima estate visto che il centrocampista chiuderà comunque la stagione al Chievo come lo scorso anno era già accaduto a Roberto Inglese. Ora, restiamo in attesa delle cifre. (agg. di Claudio Franceschini)

SMENTITA SU HYSAJ-LAZIO

Benchè nei giorni scorsi era sorta come caldissima la voce di calciomercato in casa Napoli di un pronto trasferimento di Hysaj alla Lazio, proprio nella tarda serata di ieri è intervenuto lo stesso procuratore del difensore a smentire il tutto. Intervistato in esclusiva Cittàceleste tv infatti Mario Giuffredi, agente del terzino del club campano Elsied Hysaj, ha affermato di “smentire categoricamente una trattativa in corso tra Lazio e Napoli”, nei confronti ovviamente del suo assistito. Nei giorni scorsi infatti era sorta la voce che il club di Inzaghi stesse cercando un rinforzo sulla destra viste le prestazioni non constanti e consistenti di Marusic e Patric: l’albanese al servizio di Ancelotti era quindi giunto in auge come possibilità (benché Zappacosta rimanesse il principale obiettivo). Nulla da fare quindi: pare che Hysaj rimarrà con la maglia azzurra. (agg Michela Colombo)

CONTROSORPASSO  PER BARELLA

Il calciomercato del Napoli si potrebbe accendere attorno al nome di Nicolò Barella. Il centrocampista del Cagliari è il classico calciatore per il quale Aurelio De Laurentiis farebbe un sacrificio economico importante anche se le possibilità di arrivarci a gennaio sono praticamente nulle. Secondo quanto riportato da Sky Sport gli azzurri si sarebbero portati in pole per il calciatore con un controsorpasso sull’Inter che era data ieri in vantaggio sul calciatore. I campani sono pronti ad offrire una cifra attorno ai 40 milioni di euro con un ingaggio di 3 netti per il calciatore. Continuano a muoversi le voci che arrivano da Londra dove Maurizio Sarri vorrebbe proprio Barella per sostituire il partente Cesc Fabregas, il Chelsea però non sembra intenzionato ad accontentarlo. Attenzione però a quello che dice Canale 8, il direttore di Centotrentuno.com, Francesco Resu, ha parlato di un Barella fermato in estate da dei tifosi del Cagliari che lo pregavano di andare ovunque tranne al Napoli, ricevendo rassicurazioni dal calciatore che non sarebbe mai approdato in azzurro.

IL BOCA FRENA PER ALMENDRA

Tra gli obiettivi del calciomercato di gennaio del Napoli c’era sicuramente il centrocampista classe 2000 del Boca Junors Agustin Ezequiel Almendra. Il Presidente della squadra argentina, Daniel Angelici, ha parlato però ai microfoni di Olè, sostenendo: “Almendra ha una clausola rescissoria da trenta milioni di euro e ha rinnovato il suo contratto da poco. Lo aspettiamo una volta terminato il Sub 20 Sudamericano. L’Inter nella sua offerta ci ha proposto di trattenerlo qui per due anni e quindi potremmo parlarne. Al Napoli abbiamo detto che non vogliamo venderlo”. Difficile pensare che gli azzurri possano arrivare a tirar fuori trenta milioni di euro oggi per un calciatore non considerato una priorità. Almendra è un mediano con buone qualità che si sa disimpegnare anche come trequartista e centrocampista destro. In stagione ha collezionato nove presenze in Primera division e viene considerato in Argentina uno dei fenomeni del futuro anche per la Seleccion.

© RIPRODUZIONE RISERVATA