Dove giocherà Piatek l’anno prossimo?/ Calciomercato, Boatto: “Potrebbe finire in Premier!” (Esclusiva)

- int. Giuseppe Boatto

Dove giocherà Krzystof Piatek l’anno prossimo? Su dove probabilmente potrebbe andare a giocare abbiamo sentito l’operatore di mercato Giuseppe Boatto.

Krzysztof Piatek
Presentazione Piatek al Milan (Foto LaPresse)

Dove giocherà Krzystof Piatek l’anno prossimo? Il rendimento del calciatore del Genoa, 13 le sue reti nella massima divisione, è ormai una vera realtà della Serie A italiana. E i principali club di casa nostra si stanno interessando a questo bomber che viene dalla lontana Polonia. Un calciatore che è entrato nel cuore dei tifosi del Grifone che sperano almeno di vedere concludere la sua stagione con la squadra di Prandelli. Ma per sapere qualcosa più su Piatek, su dove probabilmente potrebbe andare a giocare abbiamo sentito l’operatore di mercato Giuseppe Boatto. Eccolo in questa intervista a ilsussidiario.net.

Piatek resterà al Genoa?

E’ una cosa praticamente impossibile. Piatek è destinato a partire prima o poi…

Possibile la sua partenza già a gennaio?

No anche perché il Genoa deve pensare a salvarsi e non mi sembra questa la fase di mercato dove il centravanti del Genoa possa andarsene dalla formazione rossoblù.

Real Madrid, Barcellona pronte a comprarlo, chi lo acquisterà?

Non credo proprio che questa cosa possa avvenire in futuro. Il Real ha una squadra da rifondare ma ha bisogno di grandi giocatori, grandi nomi per riuscire a tornare ai vertici al più presto. Piatek poi non ha le caratteristiche tecniche ideali per il Barcellona, un’altra squadra che non punterà sicuramente su di lui!

Anche in Italia lo vogliono tutti, dove potrebbe andare…

Qui il discorso è da approfondire. L’Inter per prenderlo dovrebbe cedere Icardi che gioca anche come lui come centravanti. La Roma allo stesso modo Dzeko. Il Napoli Milik. Alla fine Piatek potrebbe anche non rimanere in Italia e andare a giocare magari proprio in Premier.

Come giudica tecnicamente l’attaccante del Genoa?

E’ un attaccante molto forte, di testa, di piede, che partecipa al gioco della squadra. Un attaccante completo, destinato a crescere. Un attaccante tra l’altro che fa dei gol bellissimi. Poi con Prandelli, uno degli allenatori migliori in Italia non potrà che perfezionarsi ancora di più e diventare un giocatore ancora più forte.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA