Dzeko all’Inter?/ Roma, lite con El Shaarawy e attacchi d’ira: triste addio Edin

- Dario D'Angelo

Edin Dzeko verso l’addio alla Roma: sul bosniaco c’è l’Inter. Lui vorrebbe restare giallorosso, ma i suoi comportamenti non sono piaciuti…

Marcelo Dzeko Real Roma lapresse 2018
Dzeko lascia la Roma? (Foto LaPresse)

Sembra essere ormai ai titoli di coda la storia tra Edin Dzeko e la Roma. Sul bosniaco è forte il pressing dell’Inter, che pensa all’ex City per un dopo-Icardi che sembra ormai scontato, ma non è tanto il desiderio dei nerazzurri di acquistarlo che allontana il centravanti giallorosso dalla Capitale, quanto un rapporto che si è logorato al punto da essere ritenuto irrecuperabile. Non è Dzeko, secondo Il Corriere dello Sport, che vuole lasciare Roma e la Roma: non è lui che ha chiesto la cessione. Fosse per Edin terminerebbe la carriera in giallorosso, con la maglia che al prossimo gol diventerà con 86 centri quella con cui ha siglato il maggior numero di reti: più che con Wolfsburg e Man City, per intenderci. E’ la società stessa, ormai, a nutrire dei dubbi su di lui: da 11 mesi Dzeko non segna un gol in casa, 7 reti in campionato (tutte in trasferta) non possono essere bilanciate dalle 5 messe a segno in Champions. Edin s’è perso: e la Roma non sembra avere voglia di ritrovarlo.

DZEKO LASCIA LA ROMA?

La Roma potrebbe decidere di rimpiazzare Dzeko puntando tutto su Belotti, ancora di più se davvero – come si vocifera – sarà il diesse Petrachi, attualmente al Torino, a prendere il posto che fino a qualche settimana fa è stato di Monchi. Su Dzeko pesano quei continui attacchi d’ira che hanno incrinato irrimediabilmente il rapporto non solo con la società ma anche con una parte della tifoseria. Ultimo episodio dell’Edin furioso andato in scena nell’intervallo di Spal-Roma, gara decisiva per la corsa Champions persa inaspettatamente a Ferrara e condita con la lite nel tunnel tra Dzeko ed El Shaarawy. Uno scambio che non è piaciuto né alla società, che pensa di multare entrambi i giocatori, né tanto meno a Ranieri, che al rientro dalla sosta per le nazionali metterà con ogni probabilità i due a confronto perché chiariscano e archivino la faccenda. Il mister, per ora, non può fare a meno di nessuno: nemmeno di Dzeko, anche se si avvia verso un triste addio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA