CLASSIFICA MARCATORI SERIE A/ Capocannoniere: Mauro Icardi bloccato

- Mauro Mantegazza

Classifica marcatori Serie A: Quagliarella è il capocannoniere in fuga con 26 gol, sta staccando il terzetto degli inseguitori formato da Zapata, CR7 e Piatek

Quagliarella classifica marcatori
Fabio Quagliarella ha vinto l'ultima classifica marcatori di Serie A (Foto LaPresse)

Mauro Icardi non si sblocca e ormai guarda la classifica dei marcatori della Serie A dal basso verso l’alto. Al momento il capocannoniere è Fabio Quagliarella della Sampdoria che ha segnato 26 reti, ben 16 in più di Maurito. L’argentino è irriconoscibile e in area di rigore non morde più dopo che a lungo è rimasto fuori dai giochi per un problema a metà tra il ginocchio e il contratto da rinnovare oltre a una fascia da capitano tolta dal suo braccio dalla società. Anche stasera nella sfida contro il fanalino di coda Chievo Verona l’abbiamo visto stranamente impacciato e fuori condizione, non in grado di pungere in area di rigore. Al minuto 79 è arrivato il cambio con Lautaro Martinez che è entrato al posto proprio dell’argentino. Vedremo come si concluderà questa stagione che al momento è la seconda peggiore dal punto di vista realizzativo da quando è in nerazzurro. (agg. di Matteo Fantozzi)

TORNA ROBERTO INGLESE

Per la classifica marcatori di Serie A, va segnalato il ritorno di Roberto Inglese: l’attaccante ducale non gioca una partita dallo scorso 17 marzo, quando si era infortunato lasciando il campo allo stadio Olimpico nella sconfitta contro la Lazio. Ha saltato sette partite, e non è un caso che il Parma non abbia mai vinto: Inglese in questo campionato si è confermato rispetto alla bella stagione con il Chievo – che gli era valsa l’acquisto da parte del Napoli) e nelle 24 partite giocate ha segnato 8 gol, ultimo dei quali il 27 gennaio contro la Spal – doppietta. Arrivava già da un digiuno di sette gare sul campo, ma oggi potrebbe essere l’arma in più per la squadra di Roberto D’Aversa: salvo variazioni dell’ultimo secondo partirà dalla panchina, ma nel secondo tempo con un risultato eventualmente in bilico potrebbe entrare, risolvere e salvare la sua squadra. Vedremo se sarà così: lui personalmente insegue la doppia cifra di gol, lo scorso anno ne aveva realizzati 12 in 34 apparizioni nel campionato di Serie A. (agg. di Claudio Franceschini)

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A: LA CRISI DI ICARDI

Nella classifica marcatori di Serie A spicca la totale assenza di giocatori dell’Inter dalle prime posizioni. Sappiamo bene le vicende che hanno coinvolto ormai da molti mesi a questa parte Mauro Icardi, che dunque ha segnato “solo” (per i suoi standard abituali) 10 gol, dei quali per di più quattro su calci di rigore. Su azione Icardi non segna da domenica 2 dicembre, cioè dalla partita d’andata con la Roma; in seguito solamente altri due gol entrambi su rigore, contro Udinese e Genoa. Al secondo posto tra i marcatori stagionali dell’Inter in campionato c’è Ivan Perisic, che ha segnato sette gol, ma anche il croato non ha vissuto una stagione particolarmente positiva. Terzo posto per Lautaro Martinez con sei gol, ma pure il “Toro” è a secco da molto tempo, cioè dal gol segnato su rigore nel derby del 17 marzo. Troviamo poi a cinque gol la coppia formata da Radja Nainggolan e Roberto Gagliardini, mentre hanno segnato quattro gol a testa Keita Balde Diao e Matteo Politano. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I NUMERI DEI BOMBER

La classifica marcatori di Serie A di certo non cambierà nelle sue prime posizioni questa sera, perché nei due posticipi Bologna Parma e Inter Chievo non ci saranno giocatori che possano insidiare il ruolo di capocannoniere che al momento è appannaggio di Fabio Quagliarella. Va anche detto che il gol di ieri pomeriggio, pur inutile per evitare la sconfitta casalinga contro l’Empoli, mette sempre più in posizione di forza l’attaccante della Sampdoria. Quagliarella infatti è salito a quota 26 gol, mentre nessuno dei suoi più immediati inseguitori si è mosso. Secondo posto per Duvan Zapata con 22 gol, a quota 21 la coppia formata da Cristiano Ronaldo e Piatek, con il polacco del Milan a secco da qualche settimana e CR7 che non è andato oltre un gol in fuorigioco nella sconfitta della Juventus sul campo della Roma. Con due sole giornate ancora da disputare, per Quagliarella quattro gol di margine su Zapata e cinque su Ronaldo-Piatek sono davvero un ottimo bottino.

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A: IL CAPOCANNONIERE

Fabio Quagliarella dunque è il mattatore assoluto della classifica marcatori di Serie A. Alla bella età di 36 anni il bomber della Sampdoria è ad un passo dal traguardo: per il capocannoniere un campionato da sogno, nel quale ha già nettamente migliorato i 19 gol dello scorso torneo che già erano la migliore prestazione della carriera di un Quagliarella che invecchiando sta migliorando sempre di più. Certo, per onestà va detto che aiutano moltissimo i ben nove calci di rigore messi a segno da Fabio, però bisogna segnare anche i tiri dal dischetto. Senza rigori sarebbe capocannoniere Duvan Zapata con 21 gol, seguito da Piatek a 19, poi avremmo Quagliarella e Milik a 17 e Cristiano Ronaldo a quota 16 gol. Anche CR7 dunque è stato molto aiutato dai rigori, ma spicca soprattutto la differenza tra Quagliarella e Milik, perché il gap di nove gol è tutto dovuto dai tiri dagli 11 metri, nessuno per l’attaccante polacco del Napoli e appunto nove per Quagliarella.

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

26 gol: Quagliarella (Sampdoria)

22 gol: Zapata (Atalanta)

21 gol: Cristiano Ronaldo (Juventus), Piatek (Milan)

17 gol: Milik (Napoli)

15 gol: Caputo (Empoli), Petagna (Spal), Belotti (Torino)

14 gol: Pavoletti (Cagliari), Immobile (Lazio), Mertens (Napoli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA