Daniele De Rossi, divorzio dalla Roma/ Il ‘fratello’ Totti: “giorno triste per tutti”

- Dario D'Angelo

Daniele De Rossi, divorzio-addio alla Roma. Il saluto commosso del “fratello” Francesco Totti “un giorno triste per tutti, torneremo grandi insieme”

de rossi roma 2019 lapresse
Pronostico Roma Parma - Daniele De Rossi(Foto LaPresse)

Sono passate diverse ore, deve aver meditato bene cosa dire e cosa scrivere, sconvolto dai sentimenti di una pagina che non avrebbe mai voluto vedere nella “sua” Roma e davanti al “suo” più fidato “discepolo”: Francesco Totti e Daniele De Rossi, il Capitano e “Capitan futuro”, ancora una volta si ritrovano a pochi anni di distanza a battaglie simile, se non proprio uguale. Se non fosse per quella scelta che il centrocampista campione del mondo ha voluto fare “anticipando” il corso dei tempi e il mancato rinnovo voluto dalla A.S. Roma: e allora eccolo il lungo messaggio su Instagram che Totti ha voluto condividere al suo “fratello” di campo e di spogliatoio anche se forse le parole più commosse e meno “istituzionali” gliele avrà rivolte in privato, come giusto che sia. «Oggi è un giorno triste. Oggi si chiude un altro capitolo importane della storia della A.S. Roma, ma soprattutto di Roma… della nostra Roma» scrive il Pupone nel postare una foto dove li vede abbracciati i due capitani giallorossi. «In questi anni ne abbiamo passate tante insieme – scrive ancora Totti -, siamo cresciuti insieme, diventando prima di tutto uomini, poi calciatori, per poi infine diventare genitori. Ma sapevamo che questo momento prima o poi sarebbe arrivato. Voglio solo dirti che sei stato e che rimarrai per sempre il mio fratello di campo acquisito. Ti auguro il meglio in ogni cosa che farai…perché sono sicuro che la farai alla grande, come tutto quello che hai fatto finora. Ti voglio bene Dani». (agg. di Niccolò Magnani)

MANCINI: “VOLEVO DE ROSSI AL CITY MA LUI DISSE NO”

Sono moltissimi coloro che hanno voluto commentare, scrivere un post, dire la propria, in merito all’annuncio di Daniele De Rossi, che stamane ha fatto sapere che chiuderà la sua carriera con la Roma al termine della stagione in corso, fra due partite. Roberto Mancini, commissario tecnico della nazionale italiana, conosce molto bene il capitano giallorosso, sia per via delle numerose sfide in Serie A, sia per il suo ruolo appunto di guida tecnica dell’Italia: «Sicuramente provo un grande dispiacere – le parole del tecnico jesino riportate dall’agenzia Ansa, a margine della cerimonia di consegna del Premio Beppe Viola al Salone d’Onore del Coni – perché quando un giocatore dalla sua gioventù gioca per una sola squadra nella sua carriera questa è una cosa particolarissima. È un giorno triste perché non succede spesso nel calcio». Il ct degli azzurri ha aggiunto di aver sempre considerato De Rossi uno dei migliori centrocampisti al mondo e di averlo cercato ai tempi del Manchester City: nel 2011 emerse l’indiscrezione secondo cui i Citizens avrebbero ricoperto d’oro il giallorosso, offrendogli un contratto da 9 milioni di euro netti a stagione: «Ma non ce l’abbiamo fatta – ricorda il Mancio – perché lui valeva la maglia della Roma addosso ed è stato impossibile». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

DANIELE DE ROSSI, ADDIO ALLA ROMA

L’addio di Daniele De Rossi alla Roma naturalmente non è passato inosservato nemmeno in altre sedi: per esempio alla Pinetina, perchè poco fa un tweet lanciato da Radja Nainggolan ha espresso tante cose in appena sei parole e un emoticon. Che è quello di una faccia perplessa, e che accompagna le parole “DDR che dire: storia già vista…” (anche se in realtà il participio passato è al maschile). L’acronimo è evidente, ma anche il resto del breve messaggio: Nainggolan si riferisce innanzitutto a se stesso, perchè la scorsa estate il Ninja aveva sostanzialmente rivelato di essere stato mandato via dalla società giallorossa, e dunque secondo lui la dirigenza della Roma ha commesso lo stesso errore con De Rossi. Che poi tramite la sua cessione la Roma si sia ritrovata per le mani il talento di Nicolò Zaniolo è altra storia, non quella “già vista” di cui parla l’attuale trequartista dell’Inter; al quale evidentemente non è andata giù questa decisione di dare il benservito a Capitan Futuro. Lo stesso De Rossi, nella conferenza stampa di oggi, aveva detto di aver avuto la sensazione, in certi momenti, che la società avesse mancato occasioni per fare il salto di qualità e vincere davvero; questa magari non è come le altre visto che il centrocampista è comunque alla fine della carriera, ma per Nainggolan resta comunque una decisione poco spiegabile… (agg. di Claudio FranceschinI)

DE ROSSI LASCIA LA ROMA: L’INVITO DI RANIERI

Daniele De Rossi dice addio alla Roma. L’annuncio è giunto quest’oggi inatteso, un comunicato della stessa società giallorossa che anticipa appunto la decisione dello stesso capitano di lasciare la Lupa al termine della stagione in corso. E’ la notizia sportiva del giorno, e non si parla ovviamente d’altro sui social e negli ambienti del pallone. Il tecnico della Roma, Claudio Ranieri (anch’egli dirà addio a Trigoria alla fine del campionato), ha invitato il suo giocatore a ripensarci: «Mai parlato con Daniele del futuro, ma io spero abbia ancora voglia di giocare. Magari non potrà fare tutte le gare, ma che quelle che riesce le fa al 100%. È un esempio per tutti i compagni». L’allenatore della Lupa tende quindi la mano al suo giocatore, anche se la decisione non sembrerebbe essere stata presa dallo stesso ma dettata dall’alto. Così invece ha parlato il noto attore Valerio Mastandrea, grande tifoso della compagine giallorossa, che attraverso la propria pagina Twitter ha scritto: «Come 18 anni fa, una festa per lui in ogni quartiere. È il nostro scudetto perenne e va sventolato per un mese in ogni parte di Roma». Ed ora in molti si domandano dove giocherà De Rossi, e fra le ipotesi più gettonate vi è il Paris Saint Germain, squadra dove gioca attualmente l’ex collega di nazionale, Gigi Buffon. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

DANIELE DE ROSSI LASCIA ROMA

Dove giocherà Daniele De Rossi il prossimo anno? Se lo domandano tutti i tifosi giallorossi dopo l’annuncio dell’addio alla Roma comunicato in mattinata dalla società e arrivato come un fulmine a ciel sereno. Sembra scontato che il centrocampista proseguirà all’estero per non “macchiare” il suo percorso di amore eterno con la Roma. Era stata la stessa moglie del Capitano romanista, Sarah Felberbaum, a lasciar intendere in un’intervista a Vanity Fair che il marito avesse voglia di un’esperienza fuori dall’Italia: “Un’esperienza all’estero, perché no? Lui si fa molti più problemi, come facciamo con i nonni, i figli. È molto legato alla sua famiglia. Io sono diversa, dico: prendiamo i bambini e andiamo”. Ora la domanda è: dove andrà a giocare De Rossi? Radiomercato parla di contatti già avviati con i Galaxy, ma un’altra meta affascinante negli Stati Uniti potrebbe essere New York. La novità potrebbe essere rappresentata dal Giappone, ma occhio poi ad una soluzione intrigante come il Boca Juniors: lì il desiderio di sentirsi ancora un lottatore in campo di De Rossi verrebbe certamente assecondata…(agg. di Dario D’Angelo)

L’ANNUNCIO DELLA ROMA

Daniele De Rossi lascia la Roma: ora è ufficiale. Un annuncio che arriva se non come un fulmine a ciel sereno, quanto meno all’improvviso, inatteso nei tempi:”AS Roma rende noto che la carriera in giallorosso di Daniele De Rossi giungerà a conclusione al termine di questa stagione”. Queste le parole apparse poco fa sul portale della società capitolina, che in un lungo comunicato ha precisato:”De Rossi non si ritirerà dal calcio giocato. All’età di 35 anni, ha intenzione di intraprendere una nuova avventura lontano dalla Roma”. Il presidente Pallotta ha commentato:”Per 18 anni, Daniele è stato il cuore pulsante dell’AS Roma. Ha sempre incarnato il tifoso romanista sul campo con orgoglio, affermandosi come uno dei migliori centrocampisti d’Europa, a partire dal suo debutto nel 2001 fino a quando ha assunto la responsabilità della fascia da capitano. Ci commuoveremo tutti quando, contro il Parma, indosserà per l’ultima volta la maglia giallorossa e rispettiamo la decisione di proseguire la sua carriera da calciatore, anche se, a quasi 36 anni, sarà lontano da Roma. A nome di tutta la Società voglio ringraziare Daniele per lo straordinario impegno profuso per il Club. Le porte della Roma per lui rimarranno sempre aperte con un nuovo ruolo in qualsiasi momento deciderà di tornare”.

DANIELE DE ROSSI LASCIA LA ROMA

Negli ultimi giorni si era fatta strada l’ipotesi di un Daniele De Rossi che a fine stagione avrebbe potuto appendere gli scarpini al chiodo per tentare la carriera da allenatore proprio della sua Roma. In attesa di prendere il patentino e di poter esercitare il ruolo a tutti gli effetti, si era ipotizzato un binomio con Claudio Ranieri, con quest’ultimo nel ruolo di “chioccia” di quello che per anni è stato ribattezzato “capitan Futuro”. Un’ipotesi naufragata dal momento che De Rossi si sente ancora un calciatore e continuerà a giocare, con ogni probabilità all’estero per non “macchiare” la sua storia romanista, avendo già in passato rifiutato offerte allettanti da club italiani al culmine della propria carriera. D’altronde già un paio d’anni fa, intervistato da Giuseppe De Bellis per Rivista Undici, De Rossi non aveva nascosto il suo desiderio di provare l’esperienza di un altro calcio:”Non ho vissuto l’atmosfera di un altro Paese sia dentro gli stadi sia fuori dagli stadi. Mi sarebbe piaciuto vedere come si vive da un’altra parte”. Forse ora avrà modo di farlo. Ma non chiedete ai tifosi della Roma di essere felici per lui. Dopo Francesco Totti è un altro pezzo di cuore che se ne va.



© RIPRODUZIONE RISERVATA