Diretta/ Inter-Juventus (risultato finale 1-1): parità al Meazza nel big match

- Fabio Belli

Segui Inter Juventus in diretta streaming video: il derby d’Italia conta ormai soltanto per i nerazzurri, che vogliono blindare il terzo posto e la qualificazione alla Champions League.

joao cancelo danilo
Juventus Inter, Joao Cancelo e Brozovic (Foto LaPresse)
Pubblicità

DIRETTA INTER-JUVENTUS (RISULTATO FINALE 1-1): IL BIG MATCH FINISCE IN PARITÀ

Allo scadere del 93′ Banti fischia tre volte e si fa riconsegnare il pallone: Inter-Juventus finisce 1-1, un punto che alla squadra di Spalletti non serve nè a blindare definitivamente il terzo posto nè ad avvicinare il Napoli. I campioni d’Italia provano anche a vincerla con Pjanic che al 77′ opta per la conclusione al volo ma non riesce a calciare con la giusta forza il pallone che viene facilmente artigliato da Handanovic. Un paio di minuti più tardi Cuadrado fa da sponda per Emre Can che sfiora la traversa. Tornano in avanti anche i nerazzurri con Joao Mario che all’81’ scalda i guantoni di Szczesny, bravo a difendere il suo palo. Nel finale Spalletti si affida a forze fresche, Icardi esce tra qualche fischio e lascia il posto a Lautaro Martinez che si mette subito in mostra cercando la porta all’84’. Allegri dà invece fiducia a Pereira che al 90′ sfiora il gol all’esordio in Serie A sull’imbeccata di Ronaldo. Nel recupero nessuna delle due squadre trova il guizzo per la vittoria e si devono spartire la posta in palio. {agg. di Stefano Belli}

Pubblicità

RONALDO PAREGGIA I CONTI

A un quarto d’ora dal novantesimo il punteggio di Inter-Juventus vede le due squadre sull’1-1. Nerazzurri pericolosi al 57′ con il tiro di Perisic che esce di millimetri: il pallone scuote l’esterno della rete e dà al pubblico di San Siro l’illusione del gol, almeno per una frazione di secondo. Allegri prova a rimpolpare il reparto offensivo con l’ingresso di Kean, ma è il solito Cristiano Ronaldo a rimettere in carreggiata la Vecchia Signora: al 62′, dopo un rapido scambio con Pjanic (autore di un pregevole colpo di tacco), il fuoriclasse portoghese fulmina Handanovic e ristabilisce la parità al Meazza. Poco dopo l’Inter rischia seriamente di farsi male da sola con Asamoah che per poco non la butta dentro la porta sbagliata con il petto, per sua fortuna Handanovic fa buona guardia e sventa la figuraccia. Dall’altra parte il triangolo Icardi-Perisic non si conclude nel migliore dei modi con il croato che manca di pochissimo il bersaglio grosso. {agg. di Stefano Belli}

Pubblicità

I BIANCONERI ALZANO I RITMI

Diretta Inter-Juventus 1-0: al decimo del secondo tempo la formazione di Spalletti è sempre in vantaggio, anche se a inizio ripresa è arrivato qualche segnale di vita in più da parte dei bianconeri, la cui prestazione nel primo tempo è stata assolutamente insufficiente. Gli uomini di Allegri hanno provato a far girare palla più velocemente nella metà campo avversaria, anche se Cuadrado non riesce a finalizzare l’azione cadendo da solo dentro l’area di rigore nerazzurra. Al 55′ si mette in evidenza D’Ambrosio con una gran galoppata per vie centrali che esalta il pubblico di San Siro, un po’ meno Perisic e Icardi che erano liberi al centro e potevano concludere a rete, ma nessuno dei due è stato servito dal numero 33 che poi ha perso palla, fermato dalla retroguardia dei campioni d’Italia. {agg. di Stefano Belli}

INTERVALLO AL MEAZZA

Inter e Juventus vanno al riposo sul parziale di 1 a 0 per la squadra di Spalletti. Al 31′ altra occasione per i nerazzurri con Icardi che sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina prova la conclusione a rete, decisivo il muro di Matuidi che si mette a fare le veci di Szczesny togliendogli le castagne dal fuoco: senza l’intervento del centrocampista francese probabilmente avremmo assistito al raddoppio della Beneamata. Sul capovolgimento di fronte successivo Cristiano Ronaldo non riesce a inquadrare lo specchio della porta con il pallone che sorvola la traversa. Polemiche tra Matuidi e D’Ambrosio con il numero 14 di Allegri che commette fallo in attacco e se la prende con il numero 33 avversario, accusandolo di aver accentuato la caduta per guadagnare la posizione. {agg. di Stefano Belli}

SZCZESNY SALVA I BIANCONERI

Alla mezz’ora del primo tempo resiste il vantaggio dell’Inter sulla Juventus con la formazione di Spalletti sempre avanti per 1 a 0, tuttavia i nerazzurri sono stati più volte vicini al raddoppio. Sul terreno di gioco del Meazza c’è una sola squadra in campo ed è quella di casa che probabilmente ha molti più stimoli rispetto ai bianconeri la cui stagione praticamente è già finita con lo scudetto conquistato una settimana fa e l’eliminazione precoce dalla Champions League. Szczesny, che poteva essere decisamente più reattivo sul gol di Nainggolan, si fa perdonare con due interventi decisivi sul tiro di Icardi e sul colpo di testa di De Vrij. La reazione degli uomini di Allegri si materializza al 18′ con Cristiano Ronaldo che innesca Bernardeschi, l’ex-Fiorentina alza troppo il pallone che finisce sopra la traversa. Sei minuti più tardi ci prova Perisic ma la sua conclusione si spegne oltre la linea di fondo. {agg. di Stefano Belli}

GRAN GOL DI NAINGGOLAN!

Al Meazza è cominciato da circa dieci minuti il match tra Inter e Juventus che si affrontano nel saturday night della 34^ giornata di Serie A 2018-19, al momento il punteggio vede la formazione di Spalletti in vantaggio per 1 a 0. I bianconeri si affacciano subito in avanti con Bonucci che chiama al dovere Handanovic dalla lunga distanza, nessun problema per il portiere sloveno. Dall’altra parte i nerazzurri conquistano un calcio d’angolo con Perisic che consente così ai suoi di alzare il baricentro e aumentare il pressing. Al 7′ la Beneamata sblocca la contesa con il gran gol di Radja Nainggolan che da fuori area si inventa una soluzione geniale che coglie in fallo Szczesny: il portiere polacco non ci arriva e la palla gonfia la rete, San Siro esplode per la prodezza del Ninja. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE IL MATCH

Inter Juventus sarà una sfida trasmessa in esclusiva per tutti gli abbonati alla nuova piattaforma DAZN, collegandosi tramite pc o smart tv oppure con dispositivi mobili come tablet o smartphone per vedere il match in diretta streaming video via internet; non sarà dunque prevista una diretta tv sui tradizionali canali.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Inter Juventus, sfida sempre delicatissima di Serie A, sta per cominciare: in attesa che scendano in campo a San Siro le formazioni ufficiali – dove troviamo Icardi titolare al centro dell’attacco nerazzurro – andiamo ora a vedere che dati hanno segnato i due club alla vigilia della 34^ giornata. Come è ben noto la Vecchia Signora si è già laureata campione d’Italia e in stagione ha messo a tabella numeri impressionati: 28 successi e solo due sconfitte per 87 punti e una differenza gol incredibile, con 67 reti fatte e 23 subite, nessuno ha fatto meglio di lei anche in questo particolare dato. Pure l’Inter però si è tolta parecchie soddisfazioni: terzo posto con 61 punti e un tabellino che ci racconta di 18 successi e sette pareggi. I nerazzurri inoltre sono andati in rete 51 volte e ne hanno incassate solo 27 per ora. E’ tempo quindi di dare la parola al campo, Inter Juventus comincia! INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 6 de Vrij, 37 Skriniar, 18 Asamoah; 8 Vecino, 77 Brozovic; 16 Politano, 14 Nainggolan, 44 Perisic; 9 Icardi. A disposizione: 27 Padelli, 5 Gagliardini, 10 Lautaro, 11 Keita, 13 Ranocchia, 15 Joao Mario, 20 Borja Valero, 21 Cedric Soares, 23 Miranda, 29 Dalbert, 87 Candreva. Allenatore: Luciano Spalletti. JUVENTUS: 1 Szczesny; 23 Emre Can, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 20 Cancelo, 16 Cuadrado, 5 Pjanic, 14 Matuidi, 12 Alex Sandro; 33 Bernardeschi, 7 Ronaldo. A disposizione: 21 Pinsoglio, 32 Del Favero, 2 De Sciglio, 15 Barzagli, 18 Kean, 24 Rugani, 35 Matheus Pereira, 37 Spinazzola; 41 Nicolussi Caviglia. Allenatore: Massimiliano Allegri. (agg Michela Colombo)

SPALLETTI CONTRO ALLEGRI

La diretta di Inter Juventus sarà naturalmente il pezzo forte di questa giornata di Serie A. Anche i due allenatori saranno grandi protagonisti a San Siro, a cominciare da Luciano Spalletti che si giocherà un Derby d’Italia fondamentale per le ambizioni nerazzurre. La Juventus è l’unica big che l’Inter di Spalletti non ha ancora battuto, riuscirci oggi vorrebbe dire anche blindare la qualificazione alla prossima Champions League e raggiungere dunque l’obiettivo fondamentale della stagione mettendo una bella ipoteca sul terzo gradino del podio, che segnerebbe un miglioramento rispetto al quarto posto raggiunto in extremis un anno fa. Massimiliano Allegri invece ha vinto con enorme anticipo lo scudetto, quinto consecutivo per lui, eppure sull’allenatore livornese ci sono critiche dovute alle eliminazioni anticipate in Coppa Italia e soprattutto Champions League: Atalanta e Ajax hanno meritato, il mirino è già sulla prossima stagione, quando la Juventus dovrà fare certamente meglio anche nelle competizioni ad eliminazione diretta. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TESTA A TESTA

Analizzare i precedenti di Inter Juventus è parecchio complesso; possiamo però ricordare che era già successo che i bianconeri andassero a San Siro con lo scudetto già in tasca. Era successo il 16 maggio 2015: Massimiliano Allegri aveva appena conquistato la finale di Champions League e arrivava al derby d’Italia forte del tricolore vinto (il quarto consecutivo della squadra, per lui il primo bianconero e il secondo personale) da due settimane grazie al successo di Marassi. L’Inter, ottava in classifica e allenata da Roberto Mancini, era passata in vantaggio con il gol numero 19 di Mauro Icardi ma era stata ripresa dal rigore di Claudio Marchisio e dal gol di Alvaro Morata. In seguito la Juventus ha vinto nella San Siro nerazzurra solo un’altra volta, ma è stata decisiva: fine aprile dello scorso anno, il 3-2 in rimonta (con autorete di Milan Skriniar e gol di Gonzalo Higuain), con le polemiche legate alla mancata espulsione di Miralem Pjanic (e l’Inter in dieci dopo pochi minuti) e il vantaggio confermato sul Napoli che il giorno seguente sarebbe crollato a Firenze. L’ultima vittoria interna dell’Inter è quella del settembre 2016, anche qui in rimonta: al gol di Stephan Lichtsteiner i nerazzurri, guidati da Frank De Boer e partiti decisamente male, avevano risposto con Icardi e Ivan Perisic. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Inter Juventus, Derby d’Italia, sarà diretta dal fischietto della sezione Aia di Livorno Luca Banti: con lui in campo a San Siro per la 34^ giornata ci saranno gli assistenti Vuoto e Manganelli e il quarto uomo Doveri, oltre al duo alle postazioni Var Avar Mazzoleni-Brighenti. Mettendo ora sotto la lente di ingrandimento proprio il primo direttore di gara scopriamo subito che in stagione Banti ha messo a tabella ben 25 direzioni pure internazionali, di cui 14 sono state fatte per la Serie A: qui il fischietto toscano ha pure deciso di 73 ammonizioni 47 espulsioni (di cui 2 dirette) e 4 calci di rigore. Va poi aggiunto che nella sua lunga carriera lo stesso Banti ha diretto in ben 31 occasioni l’Inter e in ben 35 la Juventus: l’arbitro poi ha già diretto ben due volte il Derby d’Italia e per la precisione nella stagione 2010-2011 e nel campionato 2014-2015 della Serie A. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Inter Juventus sarà diretta dal signor Banti, e si gioca sabato 27 aprile alle ore 20.30: sarà una sfida valevole per la trentaquattresima giornata del campionato di Serie A 2018-2019. Classico “derby d’Italia” con i nerazzurri che ospitano i bianconeri che hanno conquistato il loro ottavo scudetto di fila, il trentacinquesimo della storia juventina, con cinque giornate d’anticipo. Eguagliato il record dell’Inter del 2007, che conquistò il titolo alla trentatreesima giornata; dopo l’amara eliminazione in Champions League, la Juventus punta a chiudere nel migliore dei modi una stagione comunque trionfale in campionato e virtualmente potrebbe ancora eguagliare il record di punti (102) centrato dalla stessa squadra bianconera (con Antonio Conte) nel 2014, altro traguardo potenziale per una squadra che almeno in patria ha infranto ogni primato. L’Inter è chiamata invece a difendere il terzo posto e i cinque punti di vantaggio su Milan e Atalanta, per garantirsi quella che sarebbe la seconda partecipazione consecutiva alla fase a gironi di Champions League; forse in estate la società nerazzurra pensava di lottare per lo scudetto ma così non è andata, adesso bisogna chiudere per l’obiettivo secondario e in questo senso il pareggio interno contro la Roma ha frenato la banda di Luciano Spalletti pur rappresentando un risultato positivo.

PROBABILI FORMAZIONI INTER JUVENTUS

Aspettando la diretta di Inter Juventus, andiamo  leggere le probabili formazioni di questa appassionante sfida, provando a indovinare quali saranno le scelte di Luciano Spalletti e Massimiliano Allegri. Padroni di casa in campo con il 4-2-3-1 impostato dall’allenatore di Certaldo, schierati con Handanovic, D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Asamoah, Borja Valero, Vecino, Perisic, Politano, Nainggolan, Icardi. Risponderà la Juventus di Allegri con il suo tradizionale 4-3-3 e questo undici titolare: Szczesny, De Sciglio (forse preferito a Joao Cancelo), Bonucci, Rugani, Alex Sandro, Emre Can, Pjanic, Bentancur, Cuadrado, Cristiano Ronaldo, Bernardeschi.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

I bookmaker considerano favorita l’Inter per la vittoria interna contro la Juventus. Vittoria in casa quotata 2.37 da Bet365, mentre William Hill fissa a 3.30 la quota per il pareggio ed Eurobet offre a 2.90 la quota per il successo in trasferta. Per chi scommetterà sui gol complessivamente realizzati nel corso della partita, quota di 2.10 per l’over 2.5 e di 1.67 per l’under 2.5 proposta da Bwin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità