DIRETTA/ Napoli-Cagliari (risultato finale 2-1): la ribaltano Mertens e Insigne!

- Claudio Franceschini

Segui Napoli Cagliari in diretta streaming video: non ci sono più interessi di classifica per le due squadre, i partenopei sono certi del secondo posto e gli isolani sono salvi da tempo.

Koulibaly Napoli
Probabili formazioni Napoli Cagliari (Foto LaPresse)
Pubblicità

DIRETTA NAPOLI-CAGLIARI (RISULTATO FINALE 2-1): MERTENS E INSIGNE LA RIBALTANO!

Napoli-Cagliari finisce 2-1: vittoria in rimonta per i partenopei che sono matematicamente secondi con tre giornate d’anticipo, l’Inter a -10 non può più raggiungerli. Nelle battute conclusive del match succede di tutto con Cragno che all’80’ nega il gol a Mertens con un salvataggio miracoloso sulla linea, deviando il pallone sul palo. Il belga però vuole segnare a tutti i costi e ci riesce cinque minuti più tardi con un gran colpo di testa. A questo punto il pareggio sembra scontato, ma nel recupero il VAR diventa protagonista: al 93′ Cacciatore intercetta con il braccio il traversone di Ghoulam, in un primo momento Chiffi lascia correre ritenendo l’intervento fuori area, poi però rivedendo le immagini all’on-field-review cambia idea e indica il dischetto, anche se più di un dubbio resta perché il braccio sembra attaccato. Ionita e Maran vengono espulsi per proteste, dagli undici metri Insigne non sbaglia e firma il sorpasso, finale avvelenato per i casteddu che si sentono defraudati. {agg. di Stefano Belli}

Pubblicità

PAVOLETTI GONFIA LA RETE

A un quarto d’ora dal novantesimo il Cagliari sta battendo il Napoli per 1 a 0. Riassunto di quanto accaduto in questa fase del match: al 58′ i partenopei battono finalmente un colpo con Mertens che prova a sorprendere Cragno, il portiere dei casteddu come al solito si dimostra reattivo e mette la palla in calcio d’angolo salvando i suoi dallo 0-1. Ancelotti decide di aumentare il potenziale offensivo della squadra inserendo Fabian Ruiz e Callejon al posto di Allan e Verdi, ma è la squadra di Maran a trovare la via del gol: dopo aver recuperato palla a centrocampo, Barella inventa un assist di tacco per Pavoletti che la piazza nell’angolino scavalcando Meret. Nelle fila del Napoli entra anche Milik, al 66′ Zielinski prova la botta da fuori, Cragno non trattiene ed è fortunato che Mertens sia in fuorigioco e quindi il suo tap-in non viene convalidato da Chiffi. Qualche minuto più tardi si rinnova il duello tra il centrocampista polacco e l’estremo difensore del Cagliari che stavolta se la cava in calcio d’angolo. Al 74′ Milik sfiora il pari scaraventando il pallone di pochissimo a lato. {agg. di Stefano Belli}

Pubblicità

VERDI NON SPAVENTA CRAGNO

Diretta Napoli-Cagliari 0-0: al decimo del secondo tempo resiste l’equilibrio al San Paolo (dove nel frattempo ha smesso di piovere) con i padroni di casa che stasera non riescono proprio a vedere la porta di Cragno, e questa sì che è un’anomalia per gli uomini di Ancelotti che di solito creano parecchie palle gol mettendo seriamente alle corde la retroguardia avversaria di turno. Di certo i vice-campioni d’Italia non stanno giocando con il coltello tra i denti, visto che la Juventus ormai è irraggiungibile e il secondo posto non sembra assolutamente in pericolo. Al 54′ Verdi colpisce il pallone al volo ma il suo tocco si trasforma in un comodo passaggio per il portiere dei casteddu, ai quali manca solo l’aritmetica per poter festeggiare la salvezza. {agg. di Stefano Belli}

FINE PRIMO TEMPO

Allo scadere del 46′ l’arbitro Chiffi manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo, il primo tempo di Napoli-Cagliari si conclude sullo 0-0. Quarantacinque minuti tutt’altro che emozionanti, con i partenopei che possono vantare un 64% di possesso palla ma nessun tiro in porta, merito dei casteddu che hanno curato in maniera impeccabile la fase difensiva chiudendo tutti gli spazi e neutralizzando la coppia d’attacco formata da Mertens e Insigne. Nel frattempo al San Paolo si è abbattuto un nubifragio, anche qui si sentono gli effetti dell’ondata di maltempo che ha riportato l’inverno in Italia. {agg. di Stefano Belli}

I PARTENOPEI ALZANO I RITMI

Alla mezz’ora del primo tempo Napoli e Cagliari restano bloccati sullo 0-0. Con il passare dei minuti gli uomini di Ancelotti alzano il baricentro e guadagnano diversi metri di campo, occupando stabilmente la metà campo dei casteddu. Al 14′ Insigne tenta l’incursione nell’area di rigore avversaria ma il numero 24 viene murato da Romagna che gli impedisce di inquadrare lo specchio della porta. Un paio di minuti più tardi Younes prolunga per Koulibaly che manca l’appuntamento con il pallone per un soffio. Poco dopo Insigne prova ad affacciarsi nuovamente dalle parti di Cragno ma viene rimontato da Ceppitelli che vince il duello in velocità e gli porta via la sfera. Al 23′ Mertens fa partire un tiro-cross che si spegne sul fondo, stavolta non è riuscito il numero di magia al belga. La squadra di Maran continua a non produrre pericoli dalle parti di Meret, al 28′ Pavoletti colpisce il pallone di testa senza trovare il bersaglio. {agg. di Stefano Belli}

POCHE EMOZIONI A INIZIO GARA

Al San Paolo di Fuorigrotta è cominciata la partita Napoli-Cagliari, al quarto d’ora del primo tempo il punteggio rimane fermo sullo 0-0. Partenopei a caccia dei tre punti per avere la certezza matematica di chiudere al secondo posto in classifica, per adesso i ritmi sul terreno di gioco sono davvero bassi, di fatto non è ancora successo nulla in campo almeno nelle fasi iniziali del match. Entrambe le squadre non sono state capaci di distendersi e creare occasioni importanti, del resto siamo a fine stagione, le energie ormai sono ridotte a lumicino e anche a livello di motivazioni sia il Napoli che il Cagliari non hanno più molto da chiedere a questo campionato. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Napoli Cagliari sarà trasmessa sulla televisione satellitare: tutti gli abbonati al servizio potranno dunque seguirla sui canali Sky Sport Uno (201) e Sky Sport Serie A (202) o su Sky Calcio 251 con un abbonamento al pacchetto Calcio. In alternativa ci sarà come sempre la possibilità di assistere alla sfida in diretta streaming video: basterà attivare l’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi, su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta per iniziare la diretta di Napoli Cagliari, e già le formazioni ufficiali della sfida di Serie A fanno capolino: diamo però un occhio a qualche numero importante prima di dare la parola al campo. Alla vigilia della 35^ giornata di Serie A i campani sono sempre seconda forza del campionato, ora con 70 punti e un tabellino che racconta di 21 successi e 7 pareggi: il Napoli inoltre ha segnato 64 gol ma ne ha subito 30 ad oggi. Altro genere di dati li riscontriamo per il Cagliari, ancora fermo alla 11^ piazza della classifica con 40 punti. I sardi infatti hanno accumulato 10 successi altrettanti pareggi e inoltre hanno segnato una differenza reti ancora negativa sul 32: 47, da sistemare. E’ tempo però ora di dare spazio al campo, si gioca! NAPOLI (4-4-2): Meret; Hysaj, Raul Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Verdi, Allan, Zielinski, Younes; Mertens, L. Insigne. Allenatore: Carlo Ancelotti CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Cacciatore, Romagna, Ceppitelli, Lykogiannis; Deiola, Cigarini, Ionita; Barella; Cerri, Pavoletti. Allenatore: Rolando Maran (agg Michela Colombo)

I PRECEDENTI

Per la sfida Napoli Cagliari è tempo ora di prendere in considerazione pure lo storico che interna questi due club, chiamati in campo per la 35^ giornata della Serie A: i dati certamente non ci mancano. Numeri alla mano leggiamo infatti ben 78 precedenti questi segnati dal 1963 a oggi e tra primo e secondo campionato italiano oltre che per la Coppa Italia: complessivamente quindi possiamo ricordare 34 successi degli azzurri nello scontro diretto e 13 vittorie dei sardi, con pure 31 pareggi. Per completare la nostra analisi possiamo ricordare che l’ultimo testa a testa segnato tra Napoli e Cagliari risale alla 16^ giornata della stagione ancora in corso del campionato di Serie A e allora furono i campani a strappare la vittoria. Il tabellone alla Sardegna arena sorrise agli azzurri per 1-0, firmato dal gol di Milik, al 90’ minuto di gioco. (agg Michela Colombo)

ARBITRA DANIELE CHIFFI

Come abbiamo visto prima, Napoli Cagliari sarà diretta questa sera per la Serie A dal fischietto della sezione aia di Padova Daniele Chiffi: oggi con lui nella 35^ giornata non mancheranno pure gli assistenti Santoro e Dei Giudici, il quarto uomo Pillitteri e il duo Mariani-Cecconi posizionato al Var e Avar. In vista del fischio d’inizio è tempo ora di mettere sotto ai riflettori proprio il primo direttore di gara che solo nella stagione corrente ha messo a tabella 15 presenze in campi, di cui 14 per la Serie A: proprio qui l’arbitro ha poi deciso di 60 ammonizioni, 6 rossi e 4 calci di rigore. Possiamo anche ampliare la nostra statistica e ora ricordare che nella sua lunga carriera Chiffi ha già incontrato il Napoli in 4 occasioni, di cui ben tre sono state fissate a registro durante la Coppa Italia e il Campionato di Serie A di quest’anno. Sono invece tre i testa a testa segnati tra il Cagliari e lo stesso arbitro, che ha incontrato i sardi proprio in stagione nella prima giornata di campionato, per la sfida tra i rossoblu e l’Empoli. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Napoli Cagliari, che verrà diretta dal signor Chiffi, è una delle partite valide per la 35^ giornata nel campionato di Serie A 2018-2019: allo stadio San Paolo si gioca domenica 5 maggio alle ore 20:30, ma questa sfida ha ben pochi interessi di classifica. Con la vittoria di Frosinone il Napoli ha blindato il secondo posto, obiettivo ormai minimo in una stagione che era partita con altre premesse ma che si sta chiudendo in maniera deludente, con la Juventus mai alla portata e una campagna europea interrotta senza colpo ferire contro l’Arsenal, dopo l’eliminazione al girone di Champions League. Carlo Ancelotti sta già pensando al 2019-2020, così sta facendo anche il Cagliari: per la salvezza aritmetica manca un punto ma ormai è fatta, grazie a un periodo di sei vittorie in 11 partite che ha permesso di ritrovare la bussola e toccare i 40 punti. Adesso Rolando Maran proverà ad andare ancora più su: a livello di classifica potrebbe scavalcare il Sassuolo ma vuole provare a salire fino a quota 45. Vediamo dunque cosa succederà nella diretta di Napoli Cagliari, intanto analizziamo nel dettaglio quelle che sono le probabili formazioni della sfida.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI CAGLIARI

Squadra quasi al completo per Ancelotti, ma in Napoli Cagliari rischiano di restare fuori Allan e Lorenzo Insigne che non sono al top. Dunque a centrocampo si accentra Zielinski che affiancherà Fabian Ruiz, lasciando a Younes la fascia sinistra mentre Ounas insidia Callejon per agire dall’altra parte. Davanti giocheranno Mertens e Milik anche se Verdi è un candidato ideale per questo finale di stagione; potrebbe rivedersi dal primo minuto Raul Albiol, in caso contrario farà staffetta con Luperto (o Koulibaly) che si piazza davanti a Ospina o Meret (ballottaggio sempre aperto), mentre Malcuit e Ghoulam sono favoriti per agire sulle corsie laterali. Nel Cagliari è tornato a lavorare in gruppo Castro, che però è ancora out: a centrocampo può tornare Faragò come mezzala – con l’ex Cigarini in cabina di regia e Ionita sul centrosinistra – e questo vorrebbe dire che Barella avanzerebbe nuovamente sulla trequarti per fare coppia con Joao Pedro, in appoggio a Pavoletti i cui sei mesi a Napoli non sono stati indimenticabili. In difesa mancherà ancora Klavan: al centro si rivede Pisacane con Ceppitelli a protezione di Cragno, a destra Cacciatore resta in vantaggio su Srna mentre Luca Pellegrini avrà la maglia come terzino sulla corsia mancina.

QUOTE E SCOMMESSE

Partenopei nettamente favoriti nel pronostico di Napoli Cagliari: l’agenzia di scommesse Snai ha quotato a 1,28 l’eventualità del successo dei padroni di casa, per il quale dovrete giocare il segno 1. Il pareggio, ipotesi regolata dal segno X, vi farebbe guadagnare una cifra corrispondente a 5,75 volte la somma messa sul piatto mentre andreste a guadagnare una somma pari a 10,00 volte quanto puntato con il segno 2, sul quale scommettere per il successo degli isolani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità