Diretta/ Sambenedettese Gubbio (risultato 2-1) streaming video e tv: botta e risposta

- Claudio Franceschini

Segui Sambenedettese Gubbio in diretta streaming video: i marchigiani sono decimi e dunque virtualmente ai playoff, ma con una sconfitta sarebbero scavalcati proprio dalla squadra umbra.

Pegorin Sambenedettese Triestina urlo lapresse 2019
Diretta Sambenedettese Fermana (Foto LaPresse)

DIRETTA SAMBENEDETTESE GUBBIO (2-1): ILARI RADDOPPIA, DE SILVESTRO ACCORCIA

Nell’intervallo fuori Gelonese per Bove. Tatticamente non cambia nulla. Il Gubbio si sistema con un 4-3-1-1, con Casiraghi-Pedrelli sulle mezzali, e De Silvestro dietro la punta. Contropiede di Di massimo, che serve Stanco – allargatosi a sinistra. Nonostante la posizione defilata, l’attaccante prova a sorprendere il portiere cercando direttamente la porta: Marchegiani è attento e blocca. Raddoppio Samb poco dopo. Rimessa veloce e palla per Rapisarda, che crossa dentro per Ilari: l’attaccante arriva coi tempi giusti e infila Marchegiani sul secondo palo: 2-0. Questa volta arriva subito la reazione degli umbri. Chinellato scende sulla destra, protegge palla e mette in mezzo; la sfera, deviata, scavalca Sala e finisce nei pressi di De Silvestro, che appoggia in rete. Il Gubbio accorcia. Primo cambio per gli ospiti: fuori Pedrelli, dentro Conti. Tatticamente non cambia nulla. Poco dopo D’Ignazio intercetta palla sulla trequarti, scende sulla fascia e mette in mezzo; Di Massimo non arriva sulla palla, ma alle sue spalle Rapisarda controlla e appoggia per Ilari. Il centrocampista prova subito il tiro, ma manda a lato.

DI MASSIMO AL 33′ LA SBLOCCA

Lungo possesso dei rossoblu, che scambiano palla sulla trequarti con Di Massimo, Gelonese e Rapisarda. Alla fine l’esterno riesce a pescare l’assist giusto per Signori, che da buona posizione spara alto. Rilancio per Ilari, che di petto serve Gelonese; il centrocampista rossoblu resiste alla pressione di due avversari e serve l’imbucata per Di Massimo: bella idea, ma palla troppo lunga. Al 24esimo, cross di Signori per Stanco, che – con l’uomo addosso – riesce a stoppare, girarsi e liberare il tiro: la palla, deviata, finisce tra le braccia di Marchegiani. Il risultato si sblocca al 33esimo. Il rilancio sbagliato di Marchegiani finisce sui piedi di Di Massimo, che punta Benedetti e finisce a terra, riuscendo comunque a servire Stanco, che manda alto; l’arbitro fischia quindi il calcio di rigore, ammonendo il centrocampista. Sulla palla va Di Massimo, che spedisce in porta. Samb in vantaggio. Più tardi un episodio che potrebbe cambiare il match. Palla contesa a centrocampo, e intervento durissimo di Benedetti, che arriva in ritardo. L’arbitro è vicino e non ha dubbi, ed estrae il secondo giallo. Gubbio in dieci. Galderisi rinvia all’intervallo eventuali aggiustamenti.

INIZIO GARA

Sambenedettese in campo con il 3-4-1-2. Sala in porta, linea difensiva composta da Celjak, Biondi e Fissore. A centrocampo da destra verso sinistra Rapisarda, Gelonese, Signori e D’Ignazio. In attacco Ilari in supporto di Stanco e Di Massimo. Modulo speculare per il Gubbio. In porta Marchegiani, difesa con Lo Porto, Maini ed Espeche. A centrocampo da destra verso sinistra De Silvestro, Benedetti, Davì e Pedrelli. In attacco spazio a Casiraghi e Ferretti in supporto di Chinellato. Subito emozioni. Rapisarda scende sulla destra e mette in mezzo, ma Espeche allontana; sulla respinta arriva Gelonese, che prova un tiro-cross in mezzo: la palla supera Marchegiani e sbatte sull’incrocio dei pali. Sul rimbalzo arriva D’Ignazio, che mette subito in mezzo, dove Stanco e Ilari non arrivano. Al sesto percussione centrale di Di Massimo, che allarga per Stanco; l’attaccante mette in mezzo per Signori, che fa il velo per Ilari. Il centrocampista, però, non intuisce. Punizione per il Gubbio, che libera al tiro prima Casiraghi e poi Ferretti; Stanco e Biondi intercettano. Sull’angolo altra occasione per Ferretti, che prova la rovesciata.

SI COMINCIA!

Tutto è pronto per Sambenedettese Gubbio, partita che si giocherà fra pochi minuti per la trentasettesima giornata di Serie C nel girone B e che andiamo adesso a inquadrare con qualche numero statistico in attesa del via alla sfida. La Sambenedettese ha segnato 34 gol, il Gubbio ne ha segnati 33. I gol subiti dalla Sambenedettese sono 38, quelli del Gubbio sono 42. La differenza reti delle due squadre è dunque di -4 per la Sambenedettese e -9 per quanto riguarda il Gubbio. La percentuale di precisione dei passaggi della Sambenedettese è pari al 76%, quella del Gubbio è del 74%. I risultati delle due squadre in questo campionato sono nove vittorie, ben diciassette pareggi e dieci sconfitte per la Sambenedettese e otto vittorie, diciassette pareggi e undici sconfitte per il Gubbio. Adesso però non è più tempo per i numeri: la partita sta per cominciare, parola al campo per tutte le emozioni di Sambenedettese Gubbio!

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Sambenedettese Gubbio non sarà disponibile: come sempre infatti, al netto di qualche partita selezionata giornata per giornata, le sfide del campionato di Serie C sono un’esclusiva del portale elevensports.it, che per il quinto anno consecutivo fornisce agli appassionati la diretta streaming video degli incontri. Armandovi di apparecchi mobili come PC, tablet o smartphone potrete dunque assistere a questa partita abbonandovi al servizio oppure acquistandola singolarmente, ad un prezzo stagionale precedentemente fissato – salvo eccezioni.

I TESTA A TESTA

Sambenedettese Gubbio nel corso degli anni si è giocata parecchie volte, soprattutto in epoca molto recente: dal 2016 a oggi contiamo infatti oltre dieci precedenti, perchè le due squadre sono state avversarie anche nella Coppa Italia Serie D e nella poule scudetto della stessa quarta divisione. In quel contesto gli umbri avevano ottenuto due vittorie, ma da allora non sono più riusciti a festeggiare: il successo manca da quasi tre anni e, anzi, tra il settembre 2016 e l’ottobre 2017 la Sambenedettese ha aperto una striscia di cinque vittorie, pareggiando invece gli ultimi due episodi. Al Riviera delle Palme i rossoblu hanno ottenuto una vittoria e un pareggio nelle ultime due; curiosamente infatti sei dei nove incroci sono andati in scena in Umbria, e nonostante questo il Gubbio è sotto nei precedenti. Da segnalare allora il pareggio per 1-1 del gennaio 2018, ultimo incrocio al Riviera delle Palme: a Ettore Marchi avevano risposto i padroni di casa della Sambenedettese, che avevano pareggiato a dieci minuti dal 90’ grazie a Francesco Rapisarda. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Sambenedettese Gubbio, partita che sarà diretta dal signor Andrea Colombo, si gioca alle ore 18:30 di domenica 28 aprile come tutte le altre sfide che fanno parte della 37^ giornata del girone B della Serie C 2018-2019. E’ una sfida diretta per i playoff: al momento i marchigiani sono decimi e stringono l’ultimo posto disponibile, ma ci sono almeno quattro squadre che sognano il sorpasso e tra queste il Gubbio, che ha anche il vantaggio di poter operare il sorpasso (per la doppia sfida diretta) vincendo oggi. Gli umbri nell’ultimo turno hanno colto un risultato di prestigio, pareggiando in casa contro il Pordenone e impedendo ai ramarri di festeggiare la promozione diretta; un 2-2 che ha confermato il buon momento della squadra di Giuseppe Galderisi, mentre la Sambenedettese ha perso a Rimini la quarta partita nelle ultime sette (una sola vittoria in questo periodo) e continua a faticare fuori casa, visto che l’ultimo successo esterno è datato addirittura primo dicembre. Aspettiamo allora che la diretta di Sambenedettese Gubbio abbia inizio; nel frattempo possiamo valutare le potenziali scelte dei due allenatori leggendo in maniera più dettagliata le probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI SAMBENEDETTESE GUBBIO

Buone notizie per Giuseppe Magi, che recupera Biondi e Gelonese: il primo prenderà il posto dello squalificato Miceli completando una difesa che, con Fissore e Celjak, si dispone davanti ad Andrea Sala mentre il secondo comporrà il solito terzetto di centrocampo con Rocchi (o Signori) e Ilari, una linea mediana che sarà supportata dai due esterni che come sempre saranno Rapisarda e D’Ignazio. Davanti invece è confermato Stanco; ballottaggio a tre tra Calderini, Russotto e Di Massimo per l’altra maglia. Nel Gubbio torna Lo Porto, che quindi sarà schierato con Tofanari ed Espeche a protezione di Gabriele Marchegiani; Ferretti e Pedrelli i due laterali a tutta fascia con il compito di aiutare Alessio Benedetti e Davì. Sulla trequarti si piazzano De Silvestro e Daniele Casiraghi, salito a 6 gol stagionali con la doppietta al Pordenone; Plescia e Chinellato si giocano il posto da centravanti con il secondo che dà la sensazione di poter essere favorito, eventualmente Galderisi farà staffetta tra i due.



© RIPRODUZIONE RISERVATA