DIRETTA/ Torino-Milan (risultato finale 2-0): granata in corsa per la Champions!

- Claudio Franceschini

Segui Torino Milan in diretta streaming video: la partita dell’Olimpico è una sfida per il quarto posto in classifica, con una vittoria i granata aggancerebbero i rossoneri a 56 punti.

Belotti urlo Nkoulou urlo Torino lapresse 2019
Belotti e N'Kolou (Foto LaPresse)
Pubblicità

DIRETTA TORINO-MILAN (RISULTATO FINALE 2-0): GRANATA IN CORSA PER LA CHAMPIONS!

Fermate le rotative, per la Champions League c’è anche il Torino! I granata battono nettamente il Milan per 2 a 0 e salgono a 56 punti in classifica, agganciando proprio i rossoneri e l’Atalanta che scenderà in campo domani sera. Non poteva finire peggio la serata per gli uomini di Gattuso che all’80’ hanno provato a riaprirla con Bakayoko, ancora una volta Sirigu si è superato e ha mantenuto la porta blindata impedendo agli avversari di accorciare le distanze. Due minuti più tardi Romagnoli perde la testa e applaude sarcasticamente l’arbitro Guida, un gesto che costa il rosso diretto e l’espulsione al numero 13 con il Diavolo che chiude anche in dieci uomini. Nel recupero salvataggio di De Silvestri che allontana il pallone dall’area piccola, con quest’ultimo brivido finisce la gara con il pubblico dell’Olimpico in festa. {agg. di Stefano Belli}

Pubblicità

CHE GOL DI BERENGUER!

A un quarto d’ora dal novantesimo il Torino sta battendo il Milan per 2 a 0 nello scontro diretto per l’Europa. Sullo 0-1 Gattuso corre ai ripari togliendo Suso e Paquetà (già ammoniti entrambi e che in precedenza hanno rischiato seriamente di prendere il secondo giallo), al loro posto entrano Borini e Piatek, quest’ultimo ha il compito di buttarla dentro a tutti i costi (e spesso gli è successo in questa stagione). Non è serata per Donnarumma che al 62′ sbaglia un altro rinvio e regala il pallone ad Ansaldi che spreca da posizione defilata. Cinque minuti più tardi il Diavolo va a un passo dal pari con Bakayoko che di testa scheggia la traversa, sul prosieguo dell’azione il sempre attento Sirigu non si fa sorprendere dal tentativo di rovesciata di Cutrone. Al 69′ i granata raddoppiano con il gran tiro al volo di Berenguer che la piazza sotto il sette e fa impazzire l’Olimpico. Il sogno Champions diventa sempre più concreto. {agg. di Stefano Belli}

Pubblicità

LA SBLOCCA BELOTTI DAL DISCHETTO!

Al quarto d’ora del secondo tempo è cambiato il parziale all’Olimpico tra Torino e Milan con la formazione di Mazzarri in vantaggio per 1 a 0. I rossoneri continuano a non azzeccarne una, al 52′ Suso trattiene platealmente Izzo, Guida lo grazia non mostrandogli il secondo giallo tra le proteste dei granata, tanto per cambiare Mazzarri viene allontanato dall’area tecnica. I padroni di casa insistono e al 57′ il direttore di gara indica il dischetto dopo aver visto la spinta di Kessié ai danni dell’onnipresente Izzo. Dagli undici metri Belotti non sbaglia e sblocca la contesa con il Toro che spicca il volo. {agg. di Stefano Belli}

INTERVALLO

Torino e Milan vanno al riposo sul parziale di 0-0: primo tempo senza gol con le due squadre un po’ contratte, sta prevalendo la paura di perdere stasera. Al 34′ Belotti ci ha provato in rovesciata ma il centravanti di Mazzarri non è riuscito a trovare l’impatto con il pallone. A ridosso dell’intervallo i rossoneri avanzano con Cutrone che serve Calhanoglu, il turco trova l’opposizione di Sirigu che in due tempi neutralizza il tiro e mantiene inviolata la porta fino al duplice fischio dell’arbitro Guida che manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo. Tra circa un quarto d’ora è previsto l’inizio della ripresa. {agg. di Stefano Belli}

ROSSONERI IN DIFFICOLTÀ

Alla mezz’ora del primo tempo il punteggio di Torino-Milan resta fermo sullo 0-0 anche se i rossoneri in questa fase del match fanno davvero tanta fatica a tenere testa ai granata. Al 13′ Conti colpisce Ansaldi all’altezza del petto, giallo inevitabile per il numero 12 che non sembra star benissimo, Gattuso se ne accorge e dice ad Abate di iniziare il riscaldamento. Tre minuti più tardi altro pasticcio della retroguardia del Diavolo, Donnarumma affretta troppo il rinvio per Paquetà che si fa rubare il pallone da Rincon, il brasiliano non ha scelta e deve abbattere il numero 88 di Mazzarri: ammonito anche lui. Toro pericoloso al 17′ con la punizione di Ansaldi che si spegne di poco sul fondo, nessun pericolo invece dalle parti di Sirigu con Suso che al 30′ non riesce a impensierire l’estremo difensore avversario. {agg. di Stefano Belli}

BERENGUER SCIUPONE

Diretta Torino-Milan 0-0: è cominciata da circa dieci minuti la sfida che può valere la Champions League per entrambe le squadre, al momento il punteggio resta in parità. Da sottolineare la scelta coraggiosa di Gattuso che ha tenuto in panchina Piatek per dare fiducia e responsabilità a Cutrone. Inoltre il polacco ha già giocato mercoledì scorso in Coppa Italia e un po’ di riposo non gli farebbe di certo male, con la possibilità di poter sempre entrare in azione nella ripresa. I granata avanzano per la prima volta al 4′ con De Silvestri che serve Berenguer ma quest’ultimo perde l’equilibrio e scivola quando si sta coordinando per la conclusione. Suso diventa il primo ammonito della gara per un fallo da dietro su Belotti che si stava involando verso la porta di Gigio Donnarumma. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Torino Milan sarà un’esclusiva per gli abbonati alla televisione satellitare, che potranno seguirla su Sky Sport Uno (201), Sky Sport Serie A (202) e Sky Sport 251, con la possibilità consueta, in assenza di un televisore, di attivare il servizio di diretta streaming video su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone grazie all’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi.

FORMAZIONI UFFICIALI!

La diretta tra Torino e Milan sta per avere inizio e già le formazioni ufficiali del match di Serie A stanno facendo il loro ingresso in campo: andiamo allora a vedere che numeri vantano le due squadre alla vigilia della 34^ giornata prima di dare la parola al campo. Classifica alla mano ricordiamo infatti che i granata sono ora fermi alla settima piazza con ben 53 punti e ancora in lotta per l’Europa: la squadra di Mazzarri inoltre ha messo a tabella 13 successi e 14 pareggi e inoltre ha fissato sul 42:29 la loro differenza reti. Più in alto troviamo invece il Milan di Gattuso, traballante alla quarta piazza con 455 punti. Il tabellino dei rossoneri ci ricorda inoltre di 15 successi e 11 pareggi finora registrati oltre che di 47 reti fatte a fronte delle 31 incassate per ora. E’ tempo quindi di dare la parola al campo, si comincia! TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Rincon, Lukic, Ansaldi; Meite, Berenguer; Belotti. A disposizione: Ichazo, Rosati, Falque, Singo, Damascan, Parigini, Aina, Bremer, Millico. Allenatore: Mazzarri MILAN (4-3-3): A. Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetá; Suso, Cutrone, Calhanoglu. A disposizione: Reina, A. Donnarumma, Mauri, Castillejo, Borini, Bertolacci, Zapata, Piatek, Abate, Biglia, Caldara, Laxalt. Allenatore: Gattuso (agg Michela Colombo)

I PRECEDENTI

Per parlare dei precedenti di Torino Milan possiamo iniziare con un dato che non fa ben sperare i granata, a caccia del sorpasso e di un posto nella prossima Champions League: i rossoneri, clamorosamente, non perdono questa sfida diretta dal novembre 2001, quando all’Olimpico Cristiano Lucarelli aveva infilato la porta di Christian Abbiati. Eravamo ancora in un’epoca pre-Carlo Ancelotti, appena prima che il tecnico emiliano sostituisse Fatih Terim; si può ben capire quale sia la portata del vantaggio rossonero in questo incrocio, ma possiamo approfondire dicendo che da allora si sono disputate 23 partite e il Milan ne ha vinte 12, vale a dire più della metà. Tra questi successi c’è anche un 6-0 dell’ottobre 2002 (tripletta di Filippo Inzaghi, reti di Andrea Pirlo su rigore, Serginho e autogol di Stefano Fattori); tuttavia possiamo anche girare il discorso e dire che, dopo un ottavo di Coppa Italia del gennaio 2017 (2-1), il Milan non sia più riuscito a battere il Torino e che entri in questa delicatissima sfida con quattro pareggi consecutivi. Due volte è finita 0-0 (compreso lo scorso dicembre), in questo stadio invece ci sono stati un 1-1 e un bel 2-2 quattro giorni quella partita di Coppa di cui abbiamo appena detto. I granata, sul 2-0 al 26’ grazie ad Andrea Belotti e Marco Benassi, erano stati ripresi in cinque minuti del secondo tempo da Andrea Bertolacci e il rigore di Carlos Bacca. (agg. di Claudio Franceschini)

ARBITRA MARCO GUIDA

La diretta di Torino Milan, nella 34^ giornata di Serie A, è stata affidata al fischietto della sezione aia di Torre annunziata Marco Guida: oggi gli faranno compagnia poi i due assistenti Preti e Valeriani, il quarto uomo Mariani e pure il duo Rocchi-Meli, questi alle postazioni Var e Avar. In attesa del fischio d’inizio diamo uno sguardo pure al profilo del primo direttore di gara: in stagione infatti Guida ha diretto 22 incontri di cui 16 per la Serie A dove pure ha deciso di 77 ammonizioni, una sola espulsione e anche 6 calci di rigore. Sempre a riguardo del primo fischietto oggi in campo possiamo segnalare che in carriera lo stesso Guida ha già incontrato il Torino in ben 16 occasioni e ha diretto il Milan in altre 24. Curiosamente però il fischietto di Torre Annunziata non ha mai arbitrato questo scontro diretto. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Torino Milan sarà diretta dal signor Guida, e si gioca alle ore 20:30 di domenica 28 aprile: nella 34^ giornata del campionato di Serie A 2018-2019 si gioca una sfida diretta per l’accesso in Champions League. Obiettivo minimo di un Milan che ha rallentato la sua corsa pareggiando a Parma e che in settimana ha anche subito l’eliminazione dalla Coppa Italia; sogno assoluto di un Torino che ci arriverebbe per la prima volta, e che con una vittoria aggancerebbe i rossoneri. Anche così potrebbe non essere fatta, visto che al quarto posto potrebbe ritrovarsi l’Atalanta e che la squadra di Walter Mazzarri deve anche fare i conti con la Roma; tuttavia già essere lì a giocarsela è un ottimo traguardo per una formazione che addirittura sapeva quanto sarebbe stato difficile arrivare in Europa League, ma che dopo aver battuto il Genoa a Marassi può legittimamente pensare di rimanere in corsa fino all’ultimo, per di più senza le pressioni che accompagnano la squadra di Gennaro Gattuso. Adesso, mentre aspettiamo che la diretta di Torino Milan prenda il via, possiamo valutare in che modo i due allenatori intendono disporsi sul terreno di gioco dello stadio Olimpico valutando insieme le probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI TORINO MILAN

Nelle probabili formazioni di Torino Milan Walter Mazzarri deve fare a meno di Baselli e Zaza, squalificati: a centrocampo giocherà dunque Meité che sarà schierato al fianco di Rincon in una mediana che prevede il rientro di Lukic come mezzala sul centrosinistra. I due esterni dovrebbero essere Ola Aina, favorito su De Silvestri, e Ansaldi che ha deciso la partita dello scorso sabato; davanti non c’è alternativa se non quella di schierare Berenguer a supporto di Belotti, mentre in difesa sarà sempre Emiliano Moretti a sostituire Djidji con Izzo e Nkoulou che completano la line a protezione di Sirigu. Gattuso perde Calabria e deve valutare se confermare il 3-4-3 visto in Coppa Italia: ad ogni modo sugli esterni giocheranno Andrea Conti e Ricardo Rodriguez, in mezzo graviteranno Bakayoko e Kessie e dunque il ballottaggio è quello tra Paquetà e Caldara, perché in caso di difesa a tre l’ex Atalanta sarebbe schierato insieme a Musacchio e Alessio Romagnoli. Il brasiliano ha saltato le ultime due partite e si prepara al rientro; sembra scelto il tridente con Calhanoglu che si riprende il posto a scapito di Castillejo, Suso giocherà a destra con Piatek da prima punta.

QUOTE E PRONOSTICO

In Torino Milan sono i rossoneri a partire favoriti, ma per un’incollatura: infatti il segno 1 che identifica la vittoria dei granata vale 2,80 volte la puntata contro il valore di 2,65 che è stato assegnato al segno 2, sul quale dovete scommettere per il successo dei rossoneri. Con il pareggio, eventualità regolata dal segno X, il vostro guadagno corrisponderebbe a 3,10 volte quello che avrete investito con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità