FORMULA 1 GRAN PREMIO ABU DHABI/ Fernando Alonso: dovremo essere perfetti

- La Redazione

Fernando Alonso sa che portarsi a casa il titolo mondiale è possibile. Ma ad una condizione: quello di Abu Dhabi dovrà essere un week end perfetto

Alonso20PrewAbuDhabi_R400

Fernando Alonso sa che portarsi a casa il titolo mondiale è possibile. Ma ad una condizione: quello di Abu Dhabi dovrà essere un week end perfetto

Ormai ci siamo: l’ultimo atto di un mondiale di Formula 1 avvincente ed emozionante come non mai, sta per andare in scena. Teatro dell’evento il quasi nuovo circuito di Yas Marina ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi. La sfida per il titolo vedrà impegnati, da una parte la Ferrari con Fernando Alonso, in vetta alla classifica mondiale e dall’altra le Due Red Bull di Webber, secondo a 8 punti da Alonso e di Vettel terzo a -15. Per il pilota della Ferrari basterà arrivare quarto nel caso a vincere dovesse essere Vettel, mentre invece se a tagliare per primo il traguardo fosse Webber, allora ad Alonso servirebbe solo e soltanto il secondo posto. Ma prima di tutto, per Alonso sarà necessario disputare un week end perfetto senza fare troppi calcoli. Solo così si può pensare di farcela, magari anche con una vittoria, perché no? Intanto a Maranelo la diretta della gara di domenica ad Abu Dhabi sarà proiettata sul grande schermo allestito dal comune di Maranello in Piazza Libertà, a partire dalle ore 14: un’occasione per tutti i ferraristi per seguire l’emozione del gran premio dalla città della Ferrari e per tifare Ferdinando Alonso. Persino diverse televisioni, radio e giornali italiani e stranieri hanno chiesto di essere presenti, per seguire l’evento da Maranello. Cosa non si fa quando c’è di mezzo il Cavallino!

Fernando Alonso, intanto, ha già preso contatto con il circuito e la squadra: “Ho fatto un salto al circuito dove ho incontrato la squadra e ne ho approfittato per fare un giro di pista in bicicletta. Il nostro approccio a questa gara così importante non è cambiato: sappiamo che, se sapremo essere perfetti, allora avremo la possibilità di raggiungere il traguardo che ci eravamo prefissati all’inizio della stagione”.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Poi il ferrarista fa un quadro di quello che sarà il week end che lo attende: “Il risultato di Interlagos ci consente di essere padroni del nostro destino: con la vittoria o con il secondo posto non dovremo fare nessun tipo di calcolo. Possiamo farcela, anche se sappiamo che i nostri principali avversari sono molto forti: finora, a parte forse una gara, la loro è stata la macchina migliore su ogni tipo di circuito. Detto questo, non vuol dire che partiamo battuti, tutt’altro. Da domani ci concentreremo totalmente sulla preparazione di questo Gran Premio. Siamo all’ultima tappa di una stagione che, comunque vada, resterà bellissima. Vediamo di completarla nella maniera migliore: ce la metteremo tutta, di questo statene certi!

 

Fernando, prima di concentrarsi sul GP, ha fatto anche una visita al parco tematico dedicato alla Ferrari: “Questa sera, dopo aver partecipato ad un evento organizzato dal nostro partner Shell, ho visitato il Ferrari World Abu Dhabi, il parco tematico dedicato alla casa di Maranello che sorge adiacente al circuito. La struttura già dominava la scena lo scorso anno ma vederla terminata offre tutta un’altra impressione. Dentro si può davvero vivere l’emozione di un giorno dentro il mondo Ferrari, dalla velocità della Formula 1 allo stile e alla tecnologia delle vetture stradali”.

 

Leggi anche: FORMULA 1/ Felipe Massa (Ferrari): al Gran Premio di Abu Dhabi speriamo di togliere punti agli avversari di Fernando

Leggi anche: FORMULA 1 GP DEL BRASILE/ Le pagelle: Vettel si riprende, Webber incassa e Alonso limita i danni

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori