FORMULA 1/ GP Abu Dhabi: Felipe Massa. Farò il massimo per la squadra

- La Redazione

Felipe Massa si piazza in terza fila nelle qualifiche del GP di Abu Dhabi. Partirà al fianco di Mark Webber a cui potrebbe togliere subito una posizione

MassaQPAbuDhabi_R400

Qualifica sempre vissuta tra mille difficoltà quella di Felipe Massa che alla fine, però, coglie un buon sesto tempo che gli vale la terza fila. A far compagnia al brasiliano della Ferrari, schierato al suo fianco, ci sarà il rivale più pericoloso di Fernando Alonso nello sprint finale per il titolo. Mark Webber. Per Felipe l’occasione buona per dare una mano al compagno e chiudere una stagione alquanto sofferta nel migliore dei modi. Aiutando la scuderia e lo spagnolo a portarsi a casa il titolo.

Felipe Massa:

“Nel mio ultimo giro di lancio ho incontrato tanto traffico e c’è stata una grande confusione, soprattutto perché Hamilton, che era davanti a me, ha rallentato molto alla curva 14. Alla fine della sessione sono stato chiamato dai commissari per chiarire questo episodio e anche quello con lo stesso Hamilton in Q2 ma sono cose che posso succedere, tanto è vero che non sono stati presi provvedimenti. Sono arrivato all’uscita dell’ultima curva, ho visto la luce rossa e, istintivamente, ho pensato di non aver fatto in tempo per fare il giro. Invece ce l’avevo fatta ma non ho spinto subito come avrei potuto così sono rientrato ai box quando mi sono reso conto che non avrei migliorato la mia prestazione. E’ un vero peccato perché potevo ottenere un piazzamento sicuramente migliore e partire quindi più avanti sulla griglia di partenza. Domani mi aspetto una gara molto combattuta con tre macchine – noi, la McLaren e la Red Bull – molto competitive. Cercherò di guadagnare qualche posizione alla partenza e poi di fare il massimo per la squadra. In termini di prestazione credo comunque che la situazione sia migliore di quella che ci potessimo aspettare. Fernando parte con una coppia d’assi in mano: di solito a poker significa avere un buon vantaggio.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori