FORMULA 1 GRAN PREMIO DI ABU DHABI/ Vettel è campione del mondo! Strategia Ferrari flop: Alonso è solo settimo!

- La Redazione

Sebastian Vettel è il campione del mondo 2010. La Ferrari sbaglia la strategia e Alonso conclude addirittura 7°. Euforia in Red Bull e grande delusione in casa Ferrari

VettelChampion_R400
Sebastian Vettel (foto ANSA)

Quello che nessuno si aspettava è accaduto. Il titolo mondiale di Formula 1 non è andato a Webber, ma neppure al favorito della vigilia Fernando Alonso. Sebastian Vettel ha vinto il Gran Premio di Abu Dhabi e grazie al disgraziato risultato colto dalla Ferrari di Alonso conquista un titolo mondiale che sembrava già nelle mani del Ferrarista. Vettel è il più giovane campione del mondo nella storia della Formula 1.

La Ferrari butta letteralmente al vento un titolo che sembrava già cucito sulla tuta di Fernando. E pensare che le cose si erano messe abbastanza bene alla partenza, con Fernando attento a non commettere errori che al termine della prima curva si accodava a Button e si posizionava in quarta posizione, posizione che gli avrebbe consentito di vincere il titolo. Il primo colpo di scena al primo giro quando un incidente che coinvolgeva Liuzzi e Schumacher costringeva i commissari a far entrare in pista la Safety Car. Alcuni piloti, tra cui Rosberg e Petrov si fermavano per il pit stop e questa mossa si sarebbe rivelata deleteria per la Ferrari. Alla ripresa della gara il colpo di scena: Webber, dopo una leggera toccata alle barriere con la ruota posteriore, veniva richiamato ai box per il cambio gomme. E qui la Ferrari combinava la frittata!

Prima richiamava subito ai box Massa che al rientro non riusciva a stare davanti a Webber. A questo punto il muretto del cavallino anticipava anche il rientro di Fernando che riusciva sì a rimanere davanti a Webber ma in 15° posizione, dietro a Petrov, Hulkenberg, Rosberg e Kubica. Tanti i giri a disposizione di Alonso per recuperare ma Fernando non riusciva a liberarsi del russo Petrov. Intanto i minuti e con quelli i giri passavano e le cose si complicavano fino a far perdere le speranze in un titolo che alla vigilia sembrava cosa fatta…

 

Un errore, quello del box Ferrari, devastante. Ammesso, peraltro dai vertici della Scuderia. Peccato. Onore, comunque, a Vettel, autore di dieci pole, preciso e deciso in queste ultime due gare, che deve dire grazie anche alla Ferrari. Sul podio, insieme a Vettel, i due della Mclaren Hamilton e Button. Quel Button che fino al pit stop di Alonso era a portata di tiro di Fernando.

 

Questo ci dice che se Alonso fosse rimasto in pista adesso saremmo qui a parlare di un’altra storia. Onore, comunque, anche ad Alonso che da Monza in poi non ha sbagliato nulla fino ad oggi, quando a sbagliare, comunque, non è stato lui ma Domenicali & C. Se la Ferrari finisce questo mondiale con le ossa rotte, la Red Bull lo conclude alla grande: dopo il titolo dei costruttori, si prende pure quello piloti e non con Webber ma con il pupillo Vettel. Tutti a criticarla per la scelta di non privilegiare l’australiano, ma alla fine, seppur con una certa dose di fortuna, hanno avuto ragione loro. Volevano il titolo con Vettel, e con Vettel l’hanno avuto. Ora alla Ferrari non resta che leccarsi le ferite (perché perdere un mondiale così provoca ferite), rimboccarsi le maniche e cercare di conquistare domani quello che oggi inspiegabilmente si è lasciato per strada.

 

(Maurizio Saporiti)

 

 

Pos No Driver Team Laps Time/Retired Grid Pts
1 5 Sebastian Vettel RBR-Renault 55 1:39:36.837 1 25
2 2 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 55 +10.1 secs 2 18
3 1 Jenson Button McLaren-Mercedes 55 +11.0 secs 4 15
4 4 Nico Rosberg Mercedes GP 55 +30.7 secs 9 12
5 11 Robert Kubica Renault 55 +39.0 secs 11 10
6 12 Vitaly Petrov Renault 55 +43.5 secs 10 8
7 8 Fernando Alonso Ferrari 55 +43.7 secs 3 6
8 6 Mark Webber RBR-Renault 55 +44.2 secs 5 4
9 17 Jaime Alguersuari STR-Ferrari 55 +50.2 secs 17 2
10 7 Felipe Massa Ferrari 55 +50.8 secs 6 1
11 22 Nick Heidfeld BMW Sauber-Ferrari 55 +51.5 secs 14  
12 9 Rubens Barrichello Williams-Cosworth 55 +57.6 secs 7  
13 14 Adrian Sutil Force India-Mercedes 55 +58.3 secs 13  
14 23 Kamui Kobayashi BMW Sauber-Ferrari 55 +59.5 secs 12  
15 16 Sebastien Buemi STR-Ferrari 55 +63.1 secs 18  
16 10 Nico Hulkenberg Williams-Cosworth 55 +64.7 secs 15  
17 19 Heikki Kovalainen Lotus-Cosworth 54 +1 Lap 20  
18 25 Lucas di Grassi Virgin-Cosworth 53 +2 Laps 22  
19 21 Bruno Senna HRT-Cosworth 53 +2 Laps 23  
20 20 Christian Klien HRT-Cosworth 53 +2 Laps 24  
21 18 Jarno Trulli Lotus-Cosworth 51 +4 Laps 19  
Ret 24 Timo Glock Virgin-Cosworth 43 +12 Laps 21  
Ret 3 Michael Schumacher Mercedes GP 0 Accident 8  
Ret 15 Vitantonio Liuzzi Force India-Mercedes 0 Accident 16  

 

Pos Driver Nationality Team Points
1 Sebastian Vettel German RBR-Renault 256
2 Fernando Alonso Spanish Ferrari 252
3 Mark Webber Australian RBR-Renault 242
4 Lewis Hamilton British McLaren-Mercedes 240
5 Jenson Button British McLaren-Mercedes 214
6 Felipe Massa Brazilian Ferrari 144
7 Nico Rosberg German Mercedes GP 142
8 Robert Kubica Polish Renault 136
9 Michael Schumacher German Mercedes GP 72
10 Rubens Barrichello Brazilian Williams-Cosworth 47
11 Adrian Sutil German Force India-Mercedes 47
12 Kamui Kobayashi Japanese BMW Sauber-Ferrari 32
13 Vitaly Petrov Russian Renault 27
14 Nico Hulkenberg German Williams-Cosworth 22
15 Vitantonio Liuzzi Italian Force India-Mercedes 21
16 Sebastien Buemi Swiss STR-Ferrari 8
17 Pedro de la Rosa Spanish BMW Sauber-Ferrari 6
18 Nick Heidfeld German BMW Sauber-Ferrari 6
19 Jaime Alguersuari Spanish STR-Ferrari 5
20 Heikki Kovalainen Finnish Lotus-Cosworth 0
21 Jarno Trulli Italian Lotus-Cosworth 0
22 Karun Chandhok Indian HRT-Cosworth 0
23 Bruno Senna Brazilian HRT-Cosworth 0
24 Lucas di Grassi Brazilian Virgin-Cosworth 0
25 Timo Glock German Virgin-Cosworth 0
26 Sakon Yamamoto Japanese HRT-Cosworth 0
27 Christian Klien Austrian HRT-Cosworth 0


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori