FORMULA 1/ Usain Bolt a Maranello: mi sento una Ferrari

- La Redazione

Dalla pista di atletica, a quella di Maranello. Usain Bolt ha fatto visita alla Ferrari dove ha anche provato una 458 Italia e la 599GYB Fiorano

Bolt_FerrariR400

FORMULA 1 BOLT – Dopo aver assistito al derby fra Inter e Milan dalle tribune dello stadio Meazza, Usain Bolt, detentore del record mondiale e medaglia d’oro Olimpica sui 100 e 200m, ha vissuto una giornata speciale a Maranello, dove ha provato sulla pista del Cavallino una 458 Italia e una 599 GTB Fiorano.

Lo sprinter si è prima emozionato come passeggero dei collaudatori Dario Benuzzi e Raffaele De Simone e poi ha completato una manciata di giri del tracciato in veste di pilota.

Al termine, entusiasta, non ha nascosto di essersi innamorato dell’agilità della 458 Italia. “E’ un po’ come me, molto reattiva, grintosa!”.

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE DELLA VISITA DI BOLT A MARANELLO 

Bolt ha poi scherzato sul batticuore provocatogli dal collaudatore Dario Benuzzi che sull’asfalto umido gli ha fatto provare l’ebrezza di qualche sbandata controllata. ”Ho avuto davvero paura, ma una bella paura. Sono eccitato come un bambino" e ha aggiunto "Oggi in particolare mi sento molto vicino alla squadra, mi spiace per il risultato di ieri ma questo è lo sport, lo so bene. Ci sono alti e bassi, l’importante è sapersi riprendere e sono sicuro che la Ferrari saprà farlo".

 

La visita in fabbrica si è poi conclusa con un salto all’atelier, l’area di personalizzazione della Ferrari, dove ha incontrato l’Amministratore delegato Amedeo Felisa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori