Formula 1/ Lewis Hamilton: Montreal circuito esigente e spietato

- La Redazione

Trasferta temibile quella canadese per il pilota della Mclaren Lewis Hamilton, vincitore a Montreal nel 2007

Hamilton-prew-Canada_R375

Il vincitore del Gran Premio di Turchia, Lewis Hamilton affronta la trasferta canadese sapendo che sul temibile tracciato di Montreal, commettere anche il più piccolo errore può essere fatale per l’esito della gara. Tuttavia il pilota della McLaren conserva un buon ricordo di quando vinse nel 2007 e a un possibile bis ci sta pensando.

Lewis Hamilton:

“Ho vinto il mio primo Gran Premio a Montreal nel 2007 e sembra tanto tempo fa, ma ho ancora qualche ricordo assolutamente fantastico di quel fine settimana: la pole position, il numero pazzesco di safety Car, l’incertezza nei giri finali, e poi, finalmente, dopo aver tagliato il traguardo, un grande sentimento di sollievo e di stupore allo stesso tempo. E ‘stato fantastico. E’ grande tornare per il 2010, perché è un circuito veloce, esigente e spietato. Mi piace correre qui. E’ una pista incredibilmente difficile: anche se si può evitare i muri, che sono molto vicini ed emozionanti in alcuni punti, la superficie è molto infida fuori traiettoria a causa dell’asfalto sporco. E ‘un posto dove non si può commettere neanche un piccolo errore. E la città è un posto troppo fantastico, troppo. E’ bello essere tornati in Nord America dopo due anni di distanza. La gente a Montreal abbraccia tutto il circuito e c’è un sacco di sostegno per i piloti e le squadre. Non vedo l’ora di tornare lì”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori