Formula 1/Montezemolo: la Ferrari è tornata forte e vincente

- La Redazione

Interviene di nuovo il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo incoraggiando il team in vista della trasferta ungherese. E per ribadire che la Ferrari non ha nulla da rimproverarsi in merito alla gara di Hockenheim

Montezemolo-Hungaroring_R375

Alla vigilia della partenza per Budapest, il Presidente della Ferrari Luca di Montezemolo ha voluto dare un messaggio di incoraggiamento alla squadra, impegnata in un frangente cruciale della stagione. “Delle tante parole dette, spesso fuori luogo, in questi giorni resta una sola cosa vera e concreta: la Ferrari è tornata forte e vincente. Questo era quello che volevamo io, tutti i nostri collaboratori e i nostri tifosi.” Tutti a Maranello sono stati ovviamente felici per la fantastica doppietta di Hockenheim, che ha confermato la considerevole crescita della vettura nelle ultime gare, anche se in quelle precedenti i risultati non erano arrivati. In Germania anche se la macchina più veloce in qualifica era ancora blu alle sue spalle c’erano due Rosse e, in gara, è sembrato che le Ferrari fossero più veloci delle Red Bull.

La felicità ha reso certamente più lieve il lavoro logistico nel trasferimento dalla Germania all’Ungheria, dove macchine e meccanici si sono immediatamente diretti già lunedì. I tecnici sono invece tornati a Maranello domenica sera per lavorare sulla preparazione della gara dell’Hungaroring: l’obiettivo è ovviamente quello di continuare sulla strada intrapresa da qualche Gran Premio, ovvero ridurre il gap in entrambe le classifiche, prima di volare a Budapest domani mattina. In Ungheria la F10 sarà praticamente uguale a quella vista in Germania, se non per piccoli aggiornamenti aerodinamici e i necessari cambiamenti di assetto per una delle piste che richiedono tanto carico.

La Bridgestone metterà a disposizione delle squadre le Supersoft e le Medium, mescole che hanno dimostrato di adattarsi bene alla nostra monoposto, come si è visto in Bahrain, Canada, Valencia e Monaco. Peraltro, le previsioni meteorologiche non sono così favorevoli all’utilizzo degli pneumatici da asciutto: è prevista pioggia venerdì, qualche scroscio sabato mentre domenica la situazione dovrebbe migliorare. Uno scenario quindi piuttosto simile a quello che si è avuto in Germania, ben diverso dal solito clima di calura estiva che caratterizza da sempre la gara di Budapest.

Pochi giorni dopo la trasferta in terra magiara le attività a Maranello cesseranno in ossequio all’interruzione di due settimane del lavoro concordata dai team: saranno quindi giornate comunque molto intense perché si dovrà fare di tutto per preparare gli ultimi sviluppi in vista del Gran Premio del Belgio, in calendario l’ultimo weekend di agosto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori