F1 Monza: Jenson Button: secondo posto utile per le mie speranze mondiali

- La Redazione

C’è un po’ di delusione nelle parole di Jenson Button per il secondo posto a Monza alle spalle di Fernando. Ma poi c’è anche lo spazio per rivalutare un risultato che lo tiene ancora in gioco nel mondiale

Button-garaMonza_R375

Per buona parte di gara si è rivisto il campione del mondo in carica, capace di tenere a bada la Ferrari di Alonso, decisamente più veloce ma non abbastanza per superare l’inglese. Poi Button non ha potuto resistere alla supremazia della Ferrari, complice anche un pit stop forse un po’ troppo affrettato. Ma il secondo posto di Monza gli permette di essere ancora in corsa nella difesa di quel titolo mondiale che ancora gli appartiene.

Jenson Button:

“E’ stata una gara molto dura mentalmente, ed è stata una sfida difficile. Ho trascorso la prima metà della gara guardando negli specchietti o sugli schermi TV per vedere dove era Fernando. Non ho saputo fino a dopo la gara che avevo danneggiato il mio diffusore a seguito di contatto con un’altra vettura al primo giro, e non so se il mio passo ne ha risentito o no. Ma, con il carico aerodinamico al livello che avevo, mi aspettavo di essere più veloce nelle curve. Invece, la macchina si muoveva un po’, così ho dovuto guidare nel modo migliore che potevo cercando di non fare errori. Forse è stato sbagliato rientrare prima ai box Quando sono rientrato in pista non ho potuto trovare subito aderenza con le gomme nuove, e ho perso un po’ di tempo. Quando ho visto Fernando davanti sono rimasto deluso. Nel complesso, quindi, non avevamo il passo per vincere. Ma questo è stato sicuramente un buon fine settimana, ho ottenuto punti buoni e questo secondo posto è molto utile per le speranze del mio campionato del mondo. C’è ancora da giocarselo nelle prossime cinque gare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori