INCIDENTE KUBICA/ Il racconto del copilota: non mi sono accorto di nulla

- La Redazione

Non ci sono ancora novità per il giovane pilota polacco

kubica_incidente_R400_6feb11
L'incidente che ha coinvolto Robert Kubica (Foto: Ansa)

Nessun bollettino medico ufficiale, nessuna novità. Robert Kubica è ancora sotto i ferri. I medici stanno cercando di ricostruirgli il braccio, andato spappolato nell’incidente che lo ha visto protagonista questa mattina, nel rally di Andora. I chirurghi stanno cercando di evitare l’amputazione dell’arto, ricostruendo le parti andate danneggiate. «Stavamo percorrendo i primi quattro chilometri della prima prova speciale. Io guardavo le note e non mi sono accorto che l’auto sbandava. Solo al momento dell’impatto ho visto Robert che si teneva un braccio e dopo pochi istanti ha perso conoscenza» dice Jacub Gerber, copilota e navigatore della Skoda Fabia.

Gerber non si è accorto di nulla e ancora sconvolto, nella sala d’aspetto dell’ospedale di Pietra Ligure, si augura che il suo amico possa stare meglio. «Robert non è solo un grande pilota è un amico. Spero solo che si possa riprendere presto» ha ripetuto con lo sguardo sconvolto per quello che era successo.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori