INCIDENTE KUBICA/ Robert sta meglio, i medici: come se gli fosse esplosa in corpo una bomba!

- La Redazione

Migliorano le condizioni del pilota polacco

kubica_incidente_R400_6feb11
L'incidente che ha coinvolto Robert Kubica (Foto: Ansa)

Ieri giornata tutto sommato tranquilla per Robert Kubica, anzi l’ottimismo ha fatto breccia nei tifosi e nei genitori del giovane polacco, vittima di un incidente nel rally di Andora. Ieri il pilota ha mosso le dita della mano destra e questo ha fatto ben sperare anche se i medici non hanno ancora sciolto la prognosi, visto che si sono presi ancora alcuni giorni per valutare bene la situazione del paziente. C’è da dire che Kubica si dovrà sottoporre ad altri interventi che però paiono al momento meno complessi rispetto a quello di domenica, in cui gli è stato ricostruito l’avambraccio e la mano destra.

Per spiegare la gravità dell’incidente oggi i due primari che lo hanno operato, Francesco Lanza e Igor Rossello, hanno usato, dalle colonne della Gazzetta dello Sport, parole fortissime. «E’ come se gli fosse scoppiata una bomba nel corpo». Un’affermazione che fa capire quanto Kubica abbia rischiato. E il fatto che muovano le dita della mano è un segno importante e senza dubbio miracoloso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori