FORMULA 1/ Gp d’Australia, prove libere 2: i tempi e i distacchi sul circuito di Melbourne

- La Redazione

Carte ancora coperte dopo la seconda sessione di prove libere nel Gran Premio di Formula 1 di Melbourne in Australia. Le Ferrari avrà i suoi avversari principali tra le RedBull o le McLaren?

alonso_ferrari_2011_R400
Foto: Ansa

Sul circuito di Melborune si è chiusa la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Formula 1 in Australia. Le McLaren si sono rivelate le macchine più veloci, e sono anche tra quelle che hanno macinato più giri, mentre le Ferrari di Alonso ha colto una ottima terza posizione senza superare i trenta giri di pista. 

Un po’ di delusione per l’altra “rossa” quella di Felipe Massa, che pur chiudendo con un discreto settimo posto – dimostrando quindi che la vettura è competitiva – non ha fatto segnare un gran tempo, per la delusione del pilota brasiliano.

Doppietta McLaren-Mercedes, quindi, poi Alonso e le due RedBull di Vettel e Webber, anche se il gruppetto di testa (analizzando i tempi) si esaurisce ai primi quattro piloti racchiusi in meno di due decimi.
Buona prestazione per Michael Schumacher (sesto) che potrebbe anche rivelarsi l’outsider per questo Gran Premio di Formula 1 le cui qualifiche si svolgeranno domani alle 7 di mattina ora italiana.

Le carte comunque sono ancora copertissime con un Fernando Alonso che si dimostra fiducioso, ma anche cauto. “Ancora niente di nuovo. Queste due sessioni di libere non hanno chiarito i reali rapporti di forza: di mattina ha primeggiato la Red Bull, nel pomeriggio è toccato alla McLaren. Noi e la Mercedes siamo rimasti sempre lì (al terzo posto ndr) e anche la Williams e la Renault sembrano competitive. Molte squadre possono dire la loro nella lotta per la vittoria ed è quindi chiaro che bisognerà fare un bel sabato senza errori se si vuole partire nelle prime file“.

Lungi però dal criticare la nuova vettura del Cavallino, Alonso si è dichiarato soddisfatto dal comportamento della sua monoposto: “Sono contento del rendimento della mia Ferrari: all’inizio c’era un po’ di sottosterzo e manca ancora un’aderenza perfetta sull’anteriore, ma è andata meglio di quanto mi aspettassi“.

Pos No Driver Team Time/Retired Gap Laps
1 4 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:25.854   32
2 3 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:25.986 0.132 31
3 5 Fernando Alonso Ferrari 1:26.001 0.147 28
4 1 Sebastian Vettel RBR-Renault 1:26.014 0.160 35
5 2 Mark Webber RBR-Renault 1:26.283 0.429 33
6 7 Michael Schumacher Mercedes GP 1:26.590 0.736 31
7 6 Felipe Massa Ferrari 1:26.789 0.935 34
8 17 Sergio Perez Sauber-Ferrari 1:27.101 1.247 39
9 11 Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1:27.280 1.426 34
10 8 Nico Rosberg Mercedes GP 1:27.448 1.594 23
11 19 Jaime Alguersuari STR-Ferrari 1:27.525 1.671 31
12 10 Vitaly Petrov Renault 1:27.528 1.674 29
13 9 Nick Heidfeld Renault 1:27.536 1.682 22
14 18 Sebastien Buemi STR-Ferrari 1:27.697 1.843 30
15 16 Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1:28.095 2.241 35
16 15 Paul di Resta Force India-Mercedes 1:28.376 2.522 33
17 14 Adrian Sutil Force India-Mercedes 1:28.583 2.729 31
18 12 Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1:29.386 3.532 29
19 20 Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1:30.829 4.975 22
20 21 Jarno Trulli Lotus-Renault 1:30.912 5.058 23
21 25 Jerome d’Ambrosio Virgin-Cosworth 1:32.106 6.252 36
22 24 Timo Glock Virgin-Cosworth 1:32.135 6.281 30
23 23 Vitantonio Liuzzi HRT-Cosworth No time   1
24 22 Narain Karthikeyan HRT-Cosworth No time   0


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori