FORMULA 1/ Larini: sarà Alonso-Vettel fino al termine. Il campione del mondo? Dico… (esclusiva)

NICOLA LARINI commenta in esclusiva la lotta per il titolo mondiale piloti in Formula 1: Vettel ha accorciato su Alonso e ora lo segue a soli 4 punti di distanza. Staccati gli altri.

10.10.2012 - int. Nicola Larini
Alonso_Vettel_Hockenheim
Fernando Alonso e Sebastian Vettel (Infophoto)

Il mondiale di Formula Uno 2012 sta volgendo al termine. Dopo la vittoria di Sebastian Vettel al Gran Premio del Giappone, la situazione vede Fernando Alonso con 194 punti seguito dal pilota tedesco a 190, poi Kimi Raikkonen con 157 e Lewis Hamilton con 152. Nella classifica del mondiale costruttori la Red Bull ha 325 punti, seguita dalla Mc Laren con 283 e dalla Ferrari con 263. Mancano solo 5 gare alla fine di questa stagione: Corea, India, Emirati Arabi Uniti, Stati Uniti e Brasile. Proprio il 14 ottobre si correrà in Corea, in una gara che potrebbe essere molto importante per capire se la Red Bull stia diventando ormai imbattibile e le speranze della Ferrari di incoronare Fernando Alonso campione del mondo stiano sempre più diminuendo. Forse sarà anche l’ultima occasione per Hamilton e Raikkonen di rientrare nella corsa per il titolo. Per parlare di tutto questo abbiamo sentito Nicola Larini. Eccolo in questa intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

Vettel primo al Gran Premio del Giappone dopo il successo a Singapore: sarà lui il principale avversario di Alonso per il Mondiale? Credo proprio di si. Vettel ha ritrovato la macchina, in un certo senso ha superato tutta quella sfortuna che lo aveva attanagliato durante tutto il Mondiale, che gli aveva causato tanti problemi e diversi incidenti. Sarà lui l’avversario per il titolo di Alonso.

Gli altri piloti compreso Hamilton sono ormai fuori gioco? Il problema per gli altri piloti, al di là del distacco che c’è in classifica, è che hanno davanti due piloti, non solo uno. Quindi sarà difficile che sia Alonso, sia Vettel saltino nella parte finale del Mondiale.

E per il Mondiale costruttori Red Bull ormai vicina al traguardo? E’ normale che la Red Bull vada a vincere questo Mondiale costruttori. La Ferrari ha vissuto solo sulle performances di Alonso. Massa non lo ha aiutato per niente a prendere punti per la classifica costruttori.

Intanto la Ferrari non riesce più a vincere e sembra giocare in difesa. Così si potrà vincere il Mondiale? Penso proprio di no, e non sono d’accordo: la Ferrari certo non è competitiva su tutti i circuiti, ma non corre in difesa. Fa il suo mondiale anche con le grandi gare di Alonso. Penso che le sue chances se le potrà giocare fino in fondo. E poi ricordiamoci che è stato un Mondiale altalenante in cui tutte le squadre hanno manifestato questa mancanza di continuità di rendimento.

Massa è arrivato secondo in Giappone, ma basterà questo per la sua conferma in Ferrari e per salvare una stagione deludente? 

Se Alonso vuole un pilota che non gli crei problemi va bene così, ma secondo me sarebbe ora di cambiare, di portare aria fresca in Ferrari e di scegliere un altro pilota per la prossima stagione.

In ogni caso chi ritiene favorito tra Alonso e Vettel per il Mondiale? Li vedo alla pari, con le stesse probabilità di successo per il mondiale.

E poi questo tour de force finale di pochi Gran Premi in un breve tempo potrebbe condizionare il rendimento dei piloti? E’ assurdo, sono d’accordo. I piloti saranno sottoposti a un grande tour de force, tante gare in poco tempo. Grande stress. Già sono troppe le gare che si corrono in una stagione. Succede questo solo perchè tutto risponde a delle ragioni economiche assurde, la logica del denaro. Si va a correre dei Gran Premi in certe nazioni solo perchè c’è chi paga di più per disputare queste corse.

Cosa pensa poi di Grosjean, ancora responsabile di un incidente al via? Bisognerebbe non farlo più correre: ai miei tempi sarebbe stato così. E’ un pilota che mette a rischio l’incolumità dei suoi colleghi. Anche Schumacher non ha fatto una cosa bella, ma a lui la Federazione perdonerà tutto, anche per quello che ha dato alla Formula Uno, anche perchè è la sua ultima stagione, prima del ritiro.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori