FORMULA 1/ Gran Premio d’India 2012 a Greater Noida: caratteristiche e dati del circuito, orari della gara e delle prove

- La Redazione

Ecco tutte le informazioni utili sul Gran Premio d’India di Formula 1, che si svolge sul circuito di Greater Noida: dati, record, caratteristiche, meteo, orari di prove e gara, diretta tv…

vettel_cascoR439
Sebastian Vettel (Infophoto)

La Formula 1 continua il rush finale del Mondiale 2012, che prevede le ultime sei gare in meno di due mesi. Il terzo di questi appuntamenti, quartultima gara stagionale, sarà con il Gran Premio dell’India che si correrà domenica sul Buddh International Circuit di Greater Noida. Possiamo ben dire che qui tutto è nuovo: la località sorge a 20 km dalla città di Noida, che a sua volta sorge nelle vicinanze della capitale Nuova Delhi, ed ha funzioni amministrative e industriali. Qui infatti hanno sede le sezioni indiane di molte grandi e note multinazionali, e lo sviluppo dell’intera località è gestito da una apposita autorità. Nel contesto di questa realtà, si è deciso di costruire anche un autodromo per ospitare un appuntamento della Formula 1: traguardo che l’India inseguiva già da anni (con diverse località), e che è stato raggiunto nella passata stagione. La prima edizione è stata vinta da Sebastian Vettel, davanti a Jenson Button e Fernando Alonso. Vettel e Alonso saranno al centro dell’attenzione anche quest’anno, visto che ormai sono rimasti proprio il tedesco della Red Bull e lo spagnolo della Ferrari a giocarsi il titolo iridato piloti, che il campione in carica attualmente in vantaggio di sei lunghezze. Il tracciato è tra i più veloci dell’intero calendario, soprattutto grazie ai lunghi rettilinei che costituiscono la prima parte del circuito. In questo modo, le occasioni per effettuare sorpassi non mancano, ed anzi nella fase di costruzione dell’autodromo sono stati contattati piloti e scuderie proprio per chiedere consigli in proposito: le curve 1 e 4, poste al termine dei due rettilinei maggiori, sono in questo senso i punti più indicati (e sono anche le due curve più impegnative per i freni). Di certo, l’anno scorso la pista ha incontrato il gradimento dei piloti. Il meteo non dovrebbe riservare sorprese: previsto sole per tutto il fine-settimana, con temperature intorno ai 28°. Infine, attenzione agli orari, inevitabilmente condizionate dal fuso orario, anche se in modo meno pesante rispetto agli ultimi appuntamenti in Giappone e Corea. Troverete comunque tutte le informazioni utili sul circuito e la gara nelle prossime pagine.

 

Lunghezza: 5125 m

Numero di giri della gara: 60

Distanza della gara: 307,249 km

Curve totali: 16 (a destra 9, a sinistra 7)

Record sul giro in prova: 1’24”178 (Vettel 2011)

Record sul giro in gara: 1’27”249 (Vettel 2011)

 

Venerdì: sereno, 28°

Sabato: sereno, 28°

Domenica: sereno, 28°

 

 

Venerdì 26 ottobre

Prove libere 1: ore 6.30-8.00

Prove libere 2: ore 10.30-12.00

 

Sabato 27 ottobre

Prove libere 3: ore 7.30-8.30

Qualifiche: ore 10.30 (diretta tv Rai 2)

 

Domenica 28 ottobre

Gara: ore 10.30 (diretta tv Rai 2)

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori