DIRETTA LIVE/ Formula 1, prove libere 2 (FP2) del Gran Premio d’India 2012 in temporeale

- La Redazione

La Formula 1 è di scena in India: segui e commenta in diretta la seconda sessione di prove libere (FP2) del Gran Premio d’India a Greater Noida. Continua la lotta Vettel-Alonso…

Alonso_Vettel_Hockenheim
Fernando Alonso e Sebastian Vettel (Infophoto)

La Formula 1 torna in scena da oggi a domenica per il Gran Premio d’India 2012. La quartultima gara del Mondiale si correrà domenica sul Buddh International Circuit di Greater Noida. Possiamo ben dire che qui tutto è nuovo: la località è sorta di recente a 20 km dalla città di Noida con funzioni amministrative e industriali. Qui hanno sede le sezioni indiane di molte multinazionali, e lo sviluppo dell’intera località è gestito da una apposita autorità. Nel contesto di questa realtà, si è deciso di costruire anche un autodromo per ospitare un appuntamento della Formula 1: traguardo che l’India inseguiva già da anni (con diverse località), e che è stato raggiunto nella passata stagione. La prima edizione è stata vinta da Sebastian Vettel, davanti a Jenson Button e Fernando Alonso. Vettel e Alonso saranno al centro dell’attenzione anche quest’anno, visto che ormai sono rimasti proprio il tedesco della Red Bull e lo spagnolo della Ferrari a giocarsi il titolo iridato piloti, che il campione in carica attualmente in vantaggio di sei lunghezze. Il tracciato è tra i più veloci dell’intero calendario, soprattutto grazie ai lunghi rettilinei che costituiscono la prima parte del circuito. In questo modo, le occasioni per effettuare sorpassi non mancano, ed anzi nella fase di costruzione dell’autodromo sono stati contattati piloti e scuderie proprio per chiedere consigli in proposito: le curve 1 e 4, poste al termine dei due rettilinei maggiori, sono in questo senso i punti più indicati (e sono anche le due curve più impegnative per i freni). Oggi si inizia a fare sul serio, con le prove libere che avranno anche lo scopo di pulire la pista, che viene scarsamente utilizzata durante l’anno.

Il week-end agonistico è già iniziato con la prima sessione di prove libere, che si è disputata nella prima mattina italiana. Ieri ha parlato nella classica conferenza stampa della vigilia Fernando Alonso. Ecco come si immagina il Gran Premio: “Sarà una sfida dura perché questa è una pista esigente, dopo il primo settore non c’è un attimo di respiro. Domani sarà una giornata un po’ interlocutoria per via del poco grip”. Sul Mondiale invece il pilota della Ferrari sottolinea tutti gli aspetti positivi di questa classifica: “A febbraio se mi avessero detto che ci saremmo presentati in India con questa situazione di classifica avrei messo la firma. La situazione è buona, abbiamo praticamente gli stessi punti di Vettel e il campionato è realmente aperto. È vero, la Red Bull ultimamente è stata forte ma a tutti nella stagione capitano momenti di picco e momenti negativi. Quindi dobbiamo semplicemente continuare a lavorare per migliorare per riprenderli. Tutta la squadra è molto motivata, tutti vogliamo questo campionato. Abbiamo lottato per tutto l’anno con la nostra macchina, in particolare nella prima parte della stagione e ora con quattro gare alla fine il nostro attacco sarà totale. Cercando soprattutto di partire nella miglior posizione possibile per evitare le incognite delle partenze. La sfida con Vettel sarà una battaglia di pacchetti: ognuno avrà i suoi punti forti e punti deboli. Al momento la Red Bull ha forse l’auto più veloce, specialmente il sabato. Loro cercheranno di sfruttare al meglio questo punto di forza e noi useremo i nostri. E una questione di spingere tutto al limite ora, lo sviluppo delle vetture, la strategia e l’approccio al fine settimana, ma non sarà diverso rispetto a ciò che abbiamo fatto durante tutto l’anno. Ci servono quattro gare perfette: se le faremo saremo molto vicini alla vittoria di questo titolo”. Le prove libere 2 (FP2) del Gran Premio d’India 2012 stanno per cominciare sul Buddh International Circuit di Greater Noida: segui e commenta la diretta sul nostro sito.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori