PAGELLE/ Formula 1, la gara del Gran Premio di India (Greater Noida): i voti, i promossi e i bocciati

- La Redazione

Un altro successo strepitoso di Sebastian Vettel e un’altra gara straordinaria di Fernando Alonso. Il duello tra i due piloti che vale il titolo mondiale prosegue anche in India

Alonso_Ferrari
Ferrari Infophoto

Un altro successo strepitoso di Sebastian Vettel e un’altra gara straordinaria di Fernando Alonso. Il duello tra i due piloti che vale il titolo mondiale ha vissuto oggi un altro capitolo importante in India. La vittoria è andata al tedesco della Red Bull, che ha completato così il dominio delle libere e in qualifica, ottenendo la quinta vittoria dell’anno, la quarta consecutiva. Al secondo posto si è piazzato il ferrarista, autore di una superba rimonta, dato che partiva dalla quinta piazza. Sul podio anche l’altra Red Bull, quella di Mark Webber. Ora, quando mancano tre gare alla fine del campionato, Vettel ha 13 punti di vantaggio su Alonso e la Ferrari sta consolidando il secondo posto nel mondiale costruttori. Vediamo le pagelle dei protagonisti della gara.

Vettel, 10 Un’altra zampata vincente del pilota tedesco che sembra vivere un momento di grazia. Sfrutta al massimo la superiorità della sua Red Bull e resta in testa alla corsa dal primo all’ultimo giro. Mai insidiato da alcun avversario, conquista la quarta vittoria consecutiva portandosi a +13 su Alonso. Ora sta a lui non commettere errori nelle prossime tre gare per poter festeggiare il terzo titolo mondiale consecutivo.

Webber, 9 Non è sicuramente al livello del compagno di squadra. Manca la doppietta Red Bull facendosi superare da Alonso nei giri finali. Forse tutta colpa del guasto al kers, ma sarebbe stato davvero difficile tenere dietro lo spagnolo oggi particolarmente grintoso.

Hamilton, 8 Prima parte della gara da dimenticare, quando si trova addirittura dietro il compagno di squadra Button. Poi nella parte finale dà anche la spinta ad Alonso e arriva a insidiare il podio di Webber. Per lui è comunque una domenica triste: dà il matematico addio alla corsa per il mondiale.

Button, 6,5 Si fa notare solo perché fa segnare il giro più veloce della gara proprio all’ultimo giro. Per il resto gara anonima. Come Hamilton, va meglio nella seconda parte della corsa, anche perché nella prima si fa mettere il fiato sul collo da Massa.

Raikkonen, 6,5 Non è certo un gran gara quella del finlandese. Che però riesce ancora a mantenere il terzo posto nella classifica mondiale. Del resto è sempre andato a punti quest’anno, tranne che in Cina. E la costanza premia.

Hulkenberg, 6,5 Un piazzamento di tutto rispetto per il tedesco partito dodicesimo sullo schieramento. Può così far festeggiare la monoposto che porta i colori della bandiera indiana.

Grosjean, 6 Il francesino sembra aver perso smalto rispetto all’inizio del campionato. In qualifica non lotta più con i big e in gara finisce dietro al più celebre compagno di squadra. Talento già esaurito?

Senna, 6 Torna finalmente a far punti dopo il decimo posto conquistato a Monza. Deve anche ringraziare gli errori del suo compagno di squadra Maldonado.

Red Bull, 9,5 Imprendibili per tutto il fine settimana. Ma Alonso gli rovina la festa inserendosi sul podio tra Vettel e Webber. Mancata la doppietta, ma resta il primo posto nel mondiale costruttori e piloti.

McLaren, 6,5 In gara lasciano molto a desiderare, facendosi vive solo nella seconda parte. Oggi i suoi piloti hanno dato l’addio ufficiale alla corsa mondiale e nella classifica costruttori la Ferrari si è portata a +10.

Lotus, 5,5 Molto deludenti, sono irriconoscibili rispetto all’inizio del mondiale, quando potevano sembrare la rivelazione dell’anno. Peggio di loro vanno le Mercedes, ma almeno con Rosberg i tedeschi una vittoria se la sono portati a casa quest’anno.

Ferrari, 6 In questa trasferta asiatica stanno riuscendo a non permettere ad Alonso di lottare ad armi pari con Vettel. Se oggi lo spagnolo fosse partito almeno in seconda fila forse avrebbe potuto cercare di avvicinarsi al tedesco. Ora si spera che a Maranello diano il massimo in queste ultime tre gare per non lasciare Fernando a lottare da solo contro tutti. Anche perché è grazie alla sua grinta se la rossa sta tenendo dietro le McLaren nel mondiale costruttori.

Massa, 6 Torna nell’anonimato dopo due gare ad alto livello. Se la Ferrari dovesse contare solo di lui la lotta per il titolo mondiale sarebbe già finita prima ancora di cominciare.

Alonso, 10 e lode Non vince, ma è autore di una gara straordinaria. Poco dopo il via compie un doppio sorpasso sulle McLaren. Deve poi cedere a Button, ma lo ripassa subito dopo. Dopo di che riesce a tenere il ritmo di Webber e nel finale arriva a sorpassarlo. Vettel ha dato l’impressione di poter essere sempre più veloce di lui, ma intanto le emozioni della corsa ce le ha regalate tutte Fernando. Si spera che la Ferrari possa collaborare a rendere i suoi sforzi utili a qualcosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori