DIRETTA LIVE/ Formula 1 (F1), le qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti 2012 ad Austin in temporeale

- La Redazione

Alle 19 arrivano le qualifiche: ad Austin, Texas, ci si giocano le posizioni sulla griglia di partenza del Gran Premio degli Stati Uniti, penultimo appuntamento del Mondiale di Formula 1.

vettel_r439
La Red Bull di Sebastian Vettel (Infophoto)

Le tre sessioni di prove libere sono concluse: questa sera alle 19 si torna in pista e si farà sul serio: ad Austin, in Texas, le monoposto si sono svelate, o forse non l’hanno ancora fatto completamente. Sta di fatto che la quarta uscita sull’asfalto sul circuito del Gran Premio degli Stati Uniti conterà per il posizionamento sulla griglia di partenza, che potrebbe contare ben più di metà GP – come accaduto nelle ultime prove del mondiale. In questa stagione ad aver conquistato più pole position è stato Lewis Hamilton con 6 (tra cui l’ultima), poi segue Vettel con 5, (35 in tutta la carriera), quindi Alonso e Webber con 2 a testa. Il tracciato di Austin, nuovo e quindi poco indicativo alla vigilia, ha mostrato come i sorpassi siano difficili; ci sono forse un paio di punti nei quali è possibile osare, non di più. Sarà importante quindi far registrare tempi importanti questa sera, soprattutto per Alonso e Vettel che si stanno giocando il mondiale e sono separati da soli 10 punti in classifica (è davanti il tedesco). 

Ieri, nelle prime due sessioni libere, la parte del leone l’aveva fatta Sebastian Vettel, dimostratosi superiore a tutti soprattutto nelle FP1, girando addirittura 1.4 più veloce di Hamilton. E’ andata allo stesso modo nella seconda sessione, con le Red Bull capaci di mettersi davanti ma con distacchi più contenuti; Alonso però, terzo, ha pagato più di sette decimi. C’era naturalmente grande attesa per capire come sarebbero andate le prove libere 3, soprattutto se i piloti avrebbero provato qualche assetto in vista delle qualifiche e della gara. Effettivamente è andata così: in condizioni atmosferiche accettabili (cielo semi-nuvoloso e 13 gradi la temperatura esterna) i primi della classe si sono schermati, lasciando il proscenio innanzitutto alle Mercedes che si sono portate in testa, pur con tempi più elevati rispetto a ieri. Quasi tutti i piloti montavano gomme dure, a eccezione di Schumacher; Vettel e Alonso sono usciti in pista, ma senza girare per cercare i tempi. Per lo spettacolo, e soprattutto per capire quali tempi avessero le monoposto nelle loro ruote, abbiamo dovuto aspettare gli ultimi minuti: qui Vettel ha fatto la parte del leone, scendendo sotto il muro dell1.37 e affibbiando due decimi e mezzo a Lewis Hamilton. Bene anche le Ferrari: Alonso quarto a 0.690, Massa sesto a 0.772. La domanda è: basterà per una buona posizione sulla griglia, in modo da non perdere troppo in partenza? Oggi anche Maldonado ha fatto meglio, con la terza piaxxa in 1.37.011. Scopriremo dunque presto come andrà a finire: le qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti ad Austin stanno per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori