FORMULA 1/ Gran Premio del Brasile 2012 a Interlagos: caratteristiche e dati del circuito, orari della gara e delle prove

- La Redazione

Ecco tutte le informazioni utili sul Gran Premio del Brasile 2012 di Formula 1, che si corre domenica a Interlagos: dati e caratteristiche del circuito, meteo, orari di prove e gara, dirette

raikkonen_interlagos_2007
Formula 1 (Infophoto)

Finalmente ci siamo. Il Gran Premio del Brasile, ultimo appuntamento del Mondiale di Formula 1 2012, deciderà chi sarà il campione iridato tra il tedesco Sebastian Vettel della Red Bull e lo spagnolo Fernando Alonso della Ferrari. Il campione in carica ci arriva con 13 punti di vantaggio sul ferrarista: un buon margine, ma che non lo mette al sicuro dalle incognite che ogni corsa può presentare. In particolare poi ad Interlagos, una pista ancora vecchio stile, spettacolare con i suoi saliscendi e le sue curve insidiose, e con la pioggia che il meteo annuncia con ottime probabilità sia per sabato sia – e soprattutto – per domenica. Inutile dire che Fernando Alonso spera in tutto quello che può modificare l’andamento normale di un Gran Premio, appunto perché in condizioni normali sarebbe per lui difficilissimo recuperare lo svantaggio. L’autodromo è intitolato al pilota brasiliano Carlos Pace e presenta diverse caratteristiche: innanzitutto, si corre in senso antiorario (e questo richiede allenamenti specifici per il collo); subito dopo la partenza, c’è una rapida chicane in discesa (la ‘S do Senna‘) che permette i sorpassi e che è uno dei punti più spettacolari di tutto il calendario del Circus, insieme alla successiva e velocissima Curva do Sol. Il tracciato è uno dei più brevi del Mondiale (4309 metri), tanto che in gara si dovranno percorrere ben 71 giri. Molte volte il titolo è stato assegnato su questa pista che sorge alla periferia di San Paolo, ed infatti sono molte le edizioni di questa gara che sono rimaste memorabili. Negli ultimi anni, invece, l’albo d’oro ci parla di tre vittorie della Ferrari dal 2006 al 2008 – due volte con Felipe Massa e una con Kimi Raikkonen – seguite da altrettanti successi della Red Bull, con Mark Webber nel 2009 e 2011 e con Sebastian Vettel nel 2010. Chi invece non ha mai vinto qui è Fernando Alonso: sarà questa la volta buona per il pilota spagnolo? Ricordato che questa sarà anche l’ultima gara della carriera di Michael Schumacher (che qui ha vinto quattro volte), la cosa certa già fin da oggi è che ci saranno grandi emozioni, da non perdere. Il fuso orario non è un problema: il Brasile è indietro tre ore rispetto all’Italia, per cui qualifiche e gara scatteranno alle ore 17.00.

 

Lunghezza: 4309 m

Numero di giri della gara: 71

Distanza della gara: 305,909 km

Curve totali: 13 (a destra 4, a sinistra 9)

Record sul giro in prova: 1’09”822 (Barrichello 2004)

Record sul giro in gara: 1’11”473 (Montoya 2004)

 

Venerdì: nuvoloso, 27°

Sabato: nuvoloso, 24°

Domenica: pioggia, 17°

 

 

Venerdì 23 novembre

Prove libere 1: ore 13.00-14.30

Prove libere 2: ore 17.00-18.30

 

Sabato 24 novembre

Prove libere 3: ore 14.00-15.00

Qualifiche: ore 17.00 (diretta tv Rai 2)

 

Domenica 25 novembre

Gara: ore 17.00 (diretta tv Rai 1)

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori