FORMULA 1/ Test a Barcellona, Vettel e Red Bull sempre davanti

- La Redazione

La Formula 1 ha iniziato la seconda sessione di test invernali a Montmelò (Barcellona), e in testa ci sono sempre Vettel e la Red Bull. Terzo Hamilton, quinto Alonso.

vettel_r400
Sebastian Vettel, vincitore di questo Gran Premio (Infophoto)

Il circo della Formula 1 si è spostato a Barcellona, dove è iniziata la seconda sessione di test ufficiali in preparazione al Campionato del Mondo 2012. I test sulla pista catalana del Montmelò sono sempre molto attesi dagli addetti ai lavori, in quanto questa è ritenuta la pista per eccellenza per testare le nuove monoposto. La pista ha emesso il suo primo verdetto e – anche se i tempi dei test vanno sempre presi con le molle – se il buongiorno si vede dal mattino, anche quest’anno Sebastian Vettel e la Red Bull sono messi molto bene. La vettura anglo-austriaca è sempre la “lepre” alla quale tutti cercano di dare la caccia, anche in questo inizio di nuovo anno. Anche nel giorno in cui è stata presentata ufficialmente la Mercedes W03 – cioè l’ultima macchina dei top team che ancora mancava all’appello per il 2012 – con la quale Nico Rosberg e Michael Schumacher vorranno tentare di migliorare i risultati delle scorse stagioni, a guidare la lista dei tempi sono sempre loro, i due volte campioni del Mondo piloti e costruttori nel 2010 e 2011, cioè naturalmente Sebastian Vettel e la Red Bull. Il due volte campione del mondo ha chiuso la giornata con un miglior tempo cronometrato di 1’23”265, precedendo di 175 millesimi la Force India di un altro tedesco, Nico Hulkenberg, rimasto a lungo in testa durante la mattinata, a conferma del fatto che il team indiano sta facendo molto bene in questi primi test stagionali. Quindi ecco al terzo posto la McLaren di Lewis Hamilton, lontana oltre tre decimi dalla vetta ma sicuramente affidabile, come dimostrano i 113 giri percorsi dall’inglese in un’intensa giornata di test. La Ferrari continua invece a navigare più distante, anche se il distacco non è esagerato e le difficoltà iniziali erano state messe in conto visto che si tratta di un progetto completamente nuovo. Fernando Alonso è solo quinto, con la F2012 preceduta anche dalla Toro Rosso del sempre più convincente Daniel Ricciardo (anche il team faentino sta facendo molto bene in questi primi test, speriamo sia segno di una buona stagione per la ex Minardi). Il giovane italo-australiano si è fermato a 353 millesimi dalla “cugina” Red Bull, mentre Alonso accusa quasi mezzo secondo in più. Il distacco della Ferrari dalla Red Bull a fine giornata è stato infatti di 835 millesimi, con Fernando che si è concentrato soprattutto a fare prove di aerodinamica e ha dovuto affrontare anche un piccolo problema tecnico che al mattino lo ha tenuto fermo ai box per un certo periodo.

Il miglior tempo di Alonso, che ha percorso in totale 75 giri, è stato di 1’24″100, di appena 50 millesimi più veloce di quello di Schumacher, che ha portato al debutto la nuova Mercedes. Delusione invece per la Lotus-Renault che aveva impressionato a Jerez, visto che dopo pochi giri Romain Grosjean ha dovuto fermarsi per un problema al secondo telaio della E20. Il telaio è stato rispedito nella sede del team e dunque la Lotus dovrà utilizzare di nuovo quello di Jerez.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori