FORMULA 1/ Ferrari, presentata la nuova F2012

- La Redazione

Una Ferrari molto diversa dal passato, soprattutto con un muso anteriore molto particolare: questa è la nuova Ferrari F2012 che affronterà il Mondiale di Formula 1 di quest’anno.

alonso1_r400
Fernando Alonso (Infophoto)

La neve ha rovinato il tradizionale evento della presentazione della Ferrari per la nuova stagione della Formula 1. Niente vernissage a Maranello, ci si deve accontentare di vedere la macchina nelle foto pubblicate sul sito ufficiale del Cavallino Rampante. Una Ferrari che appare estrema, aggressiva, con un inedito muso dotato di un vistosissimo scalino che scende verso il basso squadrando molto la forma dell’anteriore (nella stessa descrizione sul sito si ammette che è “esteticamente non gradevole”). È il primo impatto visivo con la nuova Ferrari F2012, così si chiama la vettura con cui la Rossa affronterà il Mondiale 2012. Il progetto deve ovviamente tenere conto delle novità regolamentari per la nuova stagione. Le modifiche principali rispetto al 2011 hanno riguardato l’altezza della parte anteriore del telaio, la posizione dei tubi di scarico e le mappe della gestione elettronica del motore: praticamente ogni area della vettura è stata profondamente rivista. Minori novità per quanto riguarda il motore, anche perchè il regolamento tecnico impone il divieto di modifiche degli organi interni rivolte ad aumentarne la prestazione. Naturalmente questa non sarà la versione definitiva che vedremo nella prima gara in Australia, perchè i test previsti in questo mese permetteranno di apportare ulteriori modifiche. 

Comunque, ecco cosa hanno detto della nuova monoposto i piloti e i massimi dirigenti della Ferrari: Felipe Massa la definisce “molto aggressiva: l’abbiamo cambiata molto come idea, c’è molto da crescere, sono fiducioso che possiamo avere una stagione competitiva dall’inizio alla fine. Vogliamo tornare a lottare per il campionato, sono fiducioso e questo è l’obiettivo di tutti i tifosi. Io ho tanta voglia dentro per iniziare bene e finire anche meglio”. Anche Fernando Alonso ammette la discontinuità col passato: “Macchina molto diversa, comincio il mio terzo anno con la stessa determinazione di far bene, speriamo di essere sempre vincenti e sul podio. Ora tutti uniti nei test di Jerez. Ai tifosi dico che lotteremo per il titolo, serve un lavoro intenso, dovremo essere uniti e determinati, ma questa è la bellezza e la responsabilità di guidare una Ferrari”. Stefano Domenicali auspica invece la cosa più importante, cioè che “sia subito competitiva e vincente”.

Il team principal ha ribadito “l’orgoglio di far parte di una realtà unica, che trae ispirazione dal proprio passato e guarda al futuro. Dietro la F2012 ci sono state scelte difficili, che rappresentano però il nostro modo di guardare avanti. Dal punto di vista tecnico ci sono tante novità, sia a livello meccanico che di forme, abbiamo voluto una discontinuità e speriamo che ci porti le prestazioni che noi tutti vogliamo. Abbiamo solo 12 giorni per provare la macchina, per testarne le caratteristiche, l’affidabilità, per provare i nuovi pneumatici. Felipe ha ormai tagliato il traguardo delle 10 stagioni in F.1, sempre col motore Ferrari: è un grandissimo talento e sono convinto che quest’anno, dopo una stagione difficile, dimostrerà il suo valore, per se stesso e per metterlo a disposizione della squadra. Fernando è reduce da una stagione straordinaria e proprio nel momento più difficile della scorsa stagione ha investito su di noi prolungando il contratto. Per noi è un ulteriore segno di responsabilità che sentiamo a tutti i livelli. Adesso basta parlare, dobbiamo andare in pista, partire per Jerez e speriamo di trovarci qui, a fine stagione, con delle belle sensazioni”. L’importanza della stagione è sottolineata dal presidente Montezemolo: “Siamo di fronte a una stagione molto importante, in cui la Ferrari vuole tornare a vincere, vuole tornare a essere nella condizione di non perdere il Mondiale all’ultima gara come successo due anni fa e che è ancora un pelo sullo stomaco enorme. La Ferrari vuole tornare a far bene e abbiamo tutto per riuscirci. È una presentazione un po’ particolare, imposta dalla neve, ma spero che ci porti fortuna. Ferrari mi raccontò che quando nacque era una giornata di talmente neve che la madre non riuscì ad andare in Comune per registrare la nascita. Spero allora che la neve continui a portarci fortuna”. Il presidente della Ferrari punta forte sia su Alonso che su Massa: “Fernando ha fatto un anno straordinario, è convinto di ripetersi e noi vogliamo mettergli a disposizione un’auto più competitiva. Per quanto riguarda Felipe, lo sa lui come lo sappiamo noi che deve riscattarsi dopo una stagione non positiva, ha tutto per farlo e sono convinto che tornerà il Massa che conosciamo. Certe caratteristiche della macchina e delle gomme favoriranno il suo tipo di guida, lo stiamo mettendo nelle condizioni di fare bene”.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori