FORMULA 1/ La griglia di partenza del Gran Premio della Cina 2012 (Shanghai) e la cronaca delle qualifiche

- La Redazione

Le qualifiche del Gran Premio della Cina di Formula 1 assegnano la prima pole position della carriera a Nico Rosberg sulla sua Mercedes. Delusione Ferrari. La griglia di partenza del GP

alonso_r400
Foto: InfoPhoto

Le qualifiche del Gran Premio della Cina di Formula 1 assegnano la prima pole position della carriera a Nico Rosberg sulla sua Mercedes, e proprio davanti a Michael Schumacher, anche se di un’eternità: oltre mezzo secondo. Fin qui le belle notizie, ma per quanto riguarda le brutte sorprese anche in queste qualifiche di Formula 1 non sono certo mancate. Anzitutto la brutta notizia per la McLaren riguardante Lewis Hamilton che per aver sostituito il cambio si è beccato una sanzione di cinque posizioni in griglia di partenza, poi per la RedBull che ha visto la clamorosa eliminazione in Q2 di un irrequieto Sebastian Vettel, insicuro come poche volte abbiamo visto il campione del mondo e pieno di dubbi sulla risposta della vettura che ha utilizzato con una configurazione degli scarichi diversa da quella di Mark Webber, che viceversa è stato premiato anche se la posizione in griglia del pilota australiano non è davvero invidiabile. Altra e ultima nota negativa riguarda le Ferrari: se non è possibile considerare un successo la bassa posizione in griglia di Fernando Alonso, l’eliminazione in Q2 di Felipe Massa rimane ancora più bruciante, anche se qualche timido segnale di risveglio della rossa numero sei (i più ottimisti) lo hanno intravisto.

Il Q1 delle qualifiche del Gran Premio della Cina di Formula 1 vede il miglior tempo di Mark Webber su RedBull, centrato con le gomme morbide proprio negli ultimi secondi di gara, piazzandosi davanti alla coppia McLaren di Janson Button e Lewis Hamilton. Negli ultimi minuti del Q1, però, l’incertezza è regnata sovrana e moltissimi piloti hanno optato per le morbide incerti dei propri tempi con le intermedie. Le prestazioni con le morbide, però, non hanno un miglioramento così netto e – soprattutto – uniforme per ogni scuderia il che – al netto dell’incognita gara – sarà comunque un elemento da tenere in debita considerazione. Sergio Perez ha concluso questa frazione con un tempo migliore di quello fatto registrare da Fernando Alonso e Romain Grosjean, tutti con gomme morbide e che riusciranno a qualificarsi al Q3. Problemi di trazione per le Toro Rosso che perdono ancora in Q1 Eric Vergne, diciottesimo. Gli altri eliminati in Q1 sono Kovalainen e Petrov (su Caterham-Renault), Timo Glock e Charles Pic su Marussia-Cosworth e Pedro de la Rosa e Naraian Karthikeyan entrambi su HRT-Cosworth.

Come l’anno scorso in cui fu Mark Webber ad essere eliminato prematuramente nella qualifica del Gran Premio della Cina, anche in questo GP la storia della Formula 1 si ripete, anche se in modo per certi versi ancora più clamoroso. L’eliminato RedBull di quest’anno arriva in Q2, come detto è proprio il campione tedesco Sebastian Vettel. E il tutto è ancora più clamoroso perché non c’è stato nessun problema alla vettura del giovane pilota, né peraltro si può troppo recriminare sulla strategia di qualifica. Non è stata una leggerezza nella valutazione, non è stato il traffico, non è stata una rottura meccanica. Semplicemente la RedBull di Vettel è risultata troppo lenta. La battaglia è stata sul filo del rasoio con Fernando Alonso, anche lui in estrema difficoltà, ma il suo 1:35:982 è bastato a guadagnare il Q3, cosa che non è riuscita in modo clamoroso proprio a Vettel. Mark Webber ha chiuso con 1:35:700, ben tre decimi abbondanti più veloce del suo compagno di squadra. Promozione inaspettata e per il rotto della cuffia per Grosjean ed eliminazione invece per un abulico Felipe Massa, che si piazza proprio dietro a Vettel. Gli eliminati del Q2 sono quindi Vettel, Massa, Maldonado, Senna, di Resta, Hulkenberg e Ricciardo. Fino al 13mo posto quindi la griglia è fortemente stratificata con i compagni di squadra che vanno a braccetto, poi gran mucchio di piloti che non ti aspetti e che invece affolleranno le corsie centrali della griglia di partenza. Oggi c’è la delusione, ma domani c’è da star certi che ne vedremo delle belle.

Scatta il Q3 e subito scendono in pista praticamente la metà delle vetture: le due mercedes, Raikkonen ed Hamilton. Subito sotto a girare con l’incognita meteo che si comincia a far sentire. Qualche goccia in prossimità del tracciato scatena l’adrenalina ai paddock, ma tutti mantengono i nervi saldi e le strategie non vengono modificate. Rosberg coglie quasi subito il tempo che gli varrà la pole: 1:35:121 e che gli permette anche di decidere di non fare il secondo run. Quasi appaiati dietro di lui (ma ben distanti) Lewis Hamilton con la sua McLaren e l’altra Mercedes di Michael Schumacher, che in virtù della penalizzazione di Hamilton partirà seconda componendo una prima fila tutta Mercedes. Ottimo tempo per Kamui Kobayashi con la sua Sauber. Koba è sembrato competitivo in tutte le fasi della qualifica. Diversi piloti hanno lamentato problemi a portare in temperatura le gomme e questo anche a causa di un circuito oggi particolarmente freddo. Alonso nono è il rammarico Ferrari, ma si sa, è un momento in cui si deve resistere: la classifica, almeno fino a domani, è una consolazione.

Pos No Driver Team Q1 Q2 Q3 Laps
1 8 Nico Rosberg Mercedes 1:36.875 1:35.725 1:35.121 11
2 4 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:36.763 1:35.902 1:35.626 14
3 7 Michael Schumacher Mercedes 1:36.797 1:35.794 1:35.691 13
4 14 Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1:36.863 1:35.853 1:35.784 13
5 9 Kimi Räikkönen Lotus-Renault 1:36.850 1:35.921 1:35.898 15
6 3 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:36.746 1:35.942 1:36.191 16
7 2 Mark Webber Red Bull Racing-Renault 1:36.682 1:35.700 1:36.290 14
8 15 Sergio Perez Sauber-Ferrari 1:36.198 1:35.831 1:36.524 17
9 5 Fernando Alonso Ferrari 1:36.292 1:35.982 1:36.622 17
10 10 Romain Grosjean Lotus-Renault 1:36.343 1:35.903   15
11 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:36.911 1:36.031   11
12 6 Felipe Massa Ferrari 1:36.556 1:36.255   14
13 18 Pastor Maldonado Williams-Renault 1:36.528 1:36.283   14
14 19 Bruno Senna Williams-Renault 1:36.674 1:36.289   14
15 11 Paul di Resta Force India-Mercedes 1:36.639 1:36.317   14
16 12 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1:36.921 1:36.745   14
17 16 Daniel Ricciardo STR-Ferrari 1:36.933 1:36.956   14
18 17 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari 1:37.714     8
19 20 Heikki Kovalainen Caterham-Renault 1:38.463     9
20 21 Vitaly Petrov Caterham-Renault 1:38.677     7
21 24 Timo Glock Marussia-Cosworth 1:39.282     10
22 25 Charles Pic Marussia-Cosworth 1:39.717     10
23 22 Pedro de la Rosa HRT-Cosworth 1:40.411     7
24 23 Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1:41.000     10
    Q1 107% Time   1:42.931      


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori