FORMULA 1/ Hamilton penalizzato, parte dall’ultima fila. Ferrari con Alonso secondo in griglia del Gran Premio di Spagna

- La Redazione

Hamilton viene penalizzato dalal FIA e la Ferrari torna a sognare. La retrocessione sul fondo della griglia per il pilota britannico apre la prima fila ad Alonso. 

ferrari_alonso_vettura_R400
Infophoto

Hamilton perde la pole e la Ferrari torna a sognare. La decisione della FIA riscrive completamente le gerarchie del gran premio di Barcellona, retrocedendo il pilota della McLaren all’ultima posizione dopo che il controllo della vettura nel post-qualifiche ha evidenziato una quantità di carburante non a norma. La pole position diventa così del venezuelano Pastor Maldonado, già sorpresa di giornata ed ora affiancato in prima fila dallo spagnolo Fernando Alonso che, con una Ferrari apparentemente ritrovata, potrebbe avere una ghiotta opportunità per alimentare la rincorsa al titolo (clicca qui per la griglia di partenza completa e aggiornata del Gran Premio di Spagna). Con le rivali ben lontane e su un tracciato in cui i sorpassi sono più che difficili, la gara di domani potrebbe infatti essere l’occasione ideale per fare “punti pesanti” come ammesso dallo stesso pilota del cavallino nel post-qualifiche. La sanzione ad Hamilton è stata ufficializzata nel tardo pomeriggio, quando i commissari hanno ritenuto che la monoposto del pilota inglese non avesse sufficiente carburante. La macchina dell’ex campione del mondo si è infatti fermata dopo il giro che gli è valso la pole position e, secondo la normativa 6.6.2, le vetture devono rientrare nei box con un quantitativo di carburante che permetta ai commissari di prelevarne un campione. In seguito al giro record di 1’21”707 messo a segno nel Q3, Hamilton ha infatti ricevuto l’ordine di spegnere la monoposto e parcheggiarla a bordo pista. Una manovra consentita dal regolamento solo a patto che, dal muretto, vengano evidenziati dei guasti meccanici o elettronici che non possano evitati se non con lo spegnimento immediato dei motori. Al termine delle prove i commissari hanno così controllato quanto carburante restasse nella monoposto dell’inglese. Il risultato rispettava i parametri (più di un litro), ma senza considerare il giro di rientro ai box. Secondo la FIA, anche qualora Hamilton avesse mantenuto un andamento a velocità ridotta per rientrare nei box, la benzina sarebbe stata comunque inferiore al litro e quindi insufficiente. Da qui la decisione di penalizzare la scuderia inglese e retrocedere Hamilton in fondo alla griglia. Di conseguenza guadagnano una posizione tutte le vetture, con Vettel che scala al settimo posto, Button al decimo e Webber all’undicesimo.

Massa chiuderà invece l’ottava fila, dietro a Ricciardo della Toro Rosso. E domani considerando il grande equilibrio che regna in questa prima fase di stagione (ben quattro vincitori nei quattro gp precedenti), la possibilità di ulteriori ribaltoni e sorprese è quanto mai concreta.  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori