FORMULA 1/ GP di Germania 2012 (Hockenheim): la cronaca e l’ordine d’arrivo della gara

Fernando Alonso trionfa nel Gran Premio di Germania a Hockenheim e allunga in classifica generale. Vettel secondo con grande sorpasso a Button nel penultimo giro. La cronaca e l’arrivo.

22.07.2012 - La Redazione
alonso_polesilverstone_r400
Fernando Alonso sotto la pioggia a Silverstone (Infophoto)

Fernando Alonso ha vinto il Gran Premio di Germania a Hockenheim; ed è una vittoria importante, per non dire fondamentale. Con questo successo, infatti – il terzo stagionale – lo spagnolo della Ferrari allunga in classifica generale, portandosi a 154 punti, contro i 120 di Webber e i 118 di Vettel. Gara condotta dall’inizio alla fine da Alonso, che al via è stato il più veloce a uscire dai blocchi di partenza – partiva in pole position – e a chiudere la traiettoria a Vettel, che a sua volta è riuscito a difendersi da un attacco prepotente ma senza esito di Michael Schumacher. Sfortunatissimo Massa, toccato già sul primo rettilineo e costretto a cambiare il muso della sua monoposto: è scivolato in fondo, fino a chiudere in dodicesima posizione una gara anonima. Davanti, intanto, Alonso ha imposto il suo ritmo, ma Vettel non si è mai veramente staccato dallo spagnolo: gara subito a due, con Schumacher che veniva passato da Raikkonen. Al terzo giro la prima sorpresa, favorevole per la Ferrari: Lewis Hamilton, che comunque era dietro, forava la posteriore sinistra ed era costretta ai box, dovendo quindi rimanere dietro (chiuderà con un ritiro, restando a quota 92 punti in classifica mondiale). Da dietro intanto Jenson Button ha dimostrato che la McLaren qui ne aveva: serie di sorpassi, quello su Schumacher gli valeva il terzo posto al quindicesimo giro. Al 35esimo giro la svolta: Vettel, che nelle tornate precedenti aveva recuperato lo svantaggio da Alonso fino ad arrivare a meno di un secondo, veniva superato da Hamilton, che era doppiato: il tedesco si arrabbiava e lo faceva capire con ampi cenni delle mani: ma l’inglese in quel momento era il pilota più veloce in pista, e addirittura si portava sotto Alonso nel tentativo di passare anche lui. Lo spagnolo però non mollava, e l’intervento dell’ex rivale lo spingeva a prendere margine su Vettel. Al secondo pit stop, Alonso e Vettel si fermavano insieme, braccandosi a vicenda: era il 42esimo giro, i due rientravano in pista e Vettel veniva passato da Button, che poi si metteva ad inseguire Alonso, ma un problemino allo pneumatico lo costringeva a desistere, dopo che si era portato a soli sette decimi sfruttando anche un po’ di traffico davanti al ferrarista. Finiva con il trionfo di Alonso, e dietro di lui Vettel riusciva, al penultimo giro, a passare Button: episodio al limite, perchè Vettel passava sull’esterno e nel completare il sorpasso metteva le ruote oltre la linea bianca. A fine gara i due tentavano di chiarirsi, il tedesco poi rivelava: “Sono stato costretto a uscire dal cordolo”. Button però non è dello stesso avviso: il replay mostra che la ragione ce l’ha l’inglese, ma siamo al limite. E’ chiaro che, in caso di penalità, sarebbe un altro punto a favore di Alonso. Al quarto posto chiude un brillante Raikkonen, quinto Kobayashi e sesto un ottimo Perez, autore di una gara tutta in rimonta. Settimo Schumacher, che si prende la soddisfazione di aver centrato il giro veloce, nel finale. Dopo la gara il colpo di scena, comunque semi-annunciato: i commissari hanno decretato la retrocessione di Vettel al quinto posto dopo aver rivisto il suo sorpasso a Button. Sul podio sale dunque Raikkonen, l’inglese della McLaren diventa secondo e Kobayashi è quarto. Vettel perde così otto punti e scivola ancora più lontano da Alonso.

Pos No Driver Team Laps Time/Retired Grid Pts
1 5 Fernando Alonso Ferrari 67 Winner 1 25
2 1 Sebastian Vettel (*) Red Bull Racing-Renault 67 +3.7 secs 2 18
3 3 Jenson Button McLaren-Mercedes 67 +6.9 secs 6 15
4 9 Kimi Räikkönen Lotus-Renault 67 +16.4 secs 10 12
5 14 Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 67 +21.9 secs 12 10
6 15 Sergio Perez Sauber-Ferrari 67 +27.8 secs 17 8
7 7 Michael Schumacher Mercedes 67 +28.9 secs 3 6
8 2 Mark Webber Red Bull Racing-Renault 67 +46.9 secs 8 4
9 12 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 67 +48.1 secs 4 2
10 8 Nico Rosberg Mercedes 67 +48.8 secs 21 1
11 11 Paul di Resta Force India-Mercedes 67 +59.2 secs 9  
12 6 Felipe Massa Ferrari 67 +71.4 secs 13  
13 16 Daniel Ricciardo STR-Ferrari 67 +76.8 secs 11  
14 17 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari 67 +76.9 secs 15  
15 18 Pastor Maldonado Williams-Renault 66 +1 Lap 5  
16 21 Vitaly Petrov Caterham-Renault 66 +1 Lap 18  
17 19 Bruno Senna Williams-Renault 66 +1 Lap 14  
18 10 Romain Grosjean Lotus-Renault 66 +1 Lap 19  
19 20 Heikki Kovalainen Caterham-Renault 65 +2 Laps 16  
20 25 Charles Pic Marussia-Cosworth 65 +2 Laps 20  
21 22 Pedro de la Rosa HRT-Cosworth 64 +3 Laps 23  
22 24 Timo Glock Marussia-Cosworth 64 +3 Laps 22  
23 23 Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 64 +3 Laps 24  
Ret 4 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 56 +11 Laps 7

() Sebastian Vettel retrocesso in quinta posizione per sorpasso irregolare ai danni di Jenson Button nel corso del 66esimo giro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori