FORMULA 1/ La griglia di partenza del Gran Premio del Belgio 2012 (Spa) e la cronaca delle qualifiche. Button in pole position

Jenson Button ha ottenuto la pole position del Gran Premio del Belgio di Formula 1 a Spa-Francorchamps davanti a Kobayashi e Maldonado. La cronaca e la griglia di partenza della gara.

01.09.2012 - La Redazione
button_sorriso
Jenson Button (Infophoto)

Sessione di qualifiche molto emozionante a Spa-Francorchamps: le prove ufficiali del Gran Premio del Belgio di Formula 1 hanno riservato grandi sorprese, con i big attardati e alcuni out-sider davanti. In pole position troviamo Jenson Button, che aveva particolare bisogno di un grande acuto, soprattutto su una pista così impegnativa come questa, la più tecnica dell’intero calendario. In seconda posizione troviamo un sorprendente Kamui Kobayashi, al volante di una ottima Sauber-Ferrari (che piazza anche Sergio Perez in quinta posizione), che precede Pastor Maldonado sulla Williams. Insomma, i big stanno indietro, per la gioia di Button ma pure di Alonso. Infatti, Fernando riesce a precedere tutti i suoi principali rivali per il Mondiale pur partendo sesto: Webber è settimo e a causa della penalizzazione partirà addirittura dodicesimo, Hamilton è ottavo (partirà settimo) e Vettel addirittura undicesimo, fuori dalla Q3 – decimo per la penalizzazione del compagno di squadra in Red Bull. Il principale rivale di Button dunque potrebbe essere Raikkonen, che a Spa è un fenomeno – ci ha già vinto quattro volte – e che parte da una buona quarta posizione, pur se avrebbe potuto fare ancora meglio. Decisamente male invece le Mercedes: per Schumacher e Rosberg quella di domani sarà una gara in salita.

Le qualifiche sul circuito di Spa-Francorchamps partono con il sole dopo la pioggia di ieri. Tempo asciutto, come dovrebbe essere anche domani. I primi venti minuti non hanno riservato grosse emozioni: sono rimasti nelle ultime sei posizioni i piloti dei tre team peggiori, e a loro ha fatto compagnia un Nico Rosberg condannato a soffrire dal guasto di questa mattina, che gli ha impedito di provare nella sessione di prove libere, che di fatto è stata l’unica disponibile vista la pioggia di ieri. Rischio per Grosjean, che si è salvato con l’ultima posizione utile, giusto davanti a Rosberg.

Le emozioni vere cominciano nella Q2, quando il gioco comincia a farsi davvero duro. Questa volta, su una pista meravigliosa, le notizie della seconda fase sono state ancora più rilevanti del solito. Per dare l’idea di quanto è successo, basterebbe dire che sono rimasti fuori Sebastian Vettel, Michael Schumacher (tredicesimo) e Felipe Massa (quattordicesimo), le tre vittime eccellenti di questa Q2. Le emozioni sono state davvero tante, perché la lotta tra i vari piloti è stata molto accanita. Per tutti è stato necessario aspettare l’ultimo giro per sapere quale sarebbe stata la posizione in classifica e dunque la sorte del turno. Vettel si è buttato sul traguardo al termine del suo ultimo tentativo oltre la bandiera a scacchi, ma non c’è stato niente da fare per lui. Miglior tempo per Button.

Come sempre, nella Q3 le emozioni si sono concentrate in fondo. Infatti, solo Button e Raikkonen sono entrati in pista nei primi minuti per effettuare un primo tentativo. Subito un tempo eccezionale per l’inglese – che ha posto una ipoteca sulla pole position –, bene ma non eccezionale il tempo del finlandese. Poi anche loro di nuovo ai box, per rientrare insieme agli altri nel caotico ed avvincente finale: Kimi non si migliora e viene scavalcato da Kobayashi e Maldonado, Button lima ancora la sua prestazione e sigilla la pole, gli altri big non riescono ad esaltarsi e lottano per le posizioni di rincalzo. Alonso riesce a precedere Webber ed Hamilton, e così alla fine può dirsi soddisfatto. La griglia di partenza bizzarra ci regalerà sicuramente emozioni nella gara di domani.

Pos No Driver Team Q1 Q2 Q3 Laps
1 3 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:49.250 1:47.654 1:47.573 14
2 14 Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1:49.686 1:48.569 1:47.871 18
3 18 Pastor Maldonado Williams-Renault 1:48.993 1:48.780 1:47.893 20
4 9 Kimi Räikkönen Lotus-Renault 1:49.546 1:48.414 1:48.205 14
5 15 Sergio Perez Sauber-Ferrari 1:49.642 1:47.980 1:48.219 16
6 5 Fernando Alonso Ferrari 1:49.401 1:48.598 1:48.313 15
7 2 Mark Webber* Red Bull Racing-Renault 1:49.859 1:48.546 1:48.392 13
8 4 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:49.605 1:48.563 1:48.394 16
9 10 Romain Grosjean Lotus-Renault 1:50.126 1:48.714 1:48.538 18
10 11 Paul di Resta Force India-Mercedes 1:50.033 1:48.729 1:48.890 19
11 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:49.722 1:48.792   12
12 12 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1:49.362 1:48.855   13
13 7 Michael Schumacher Mercedes 1:49.742 1:49.081   14
14 6 Felipe Massa Ferrari 1:49.588 1:49.147   13
15 17 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari 1:49.763 1:49.354   13
16 16 Daniel Ricciardo STR-Ferrari 1:49.572 1:49.543   13
17 19 Bruno Senna Williams-Renault 1:49.958 1:50.088   15
18 8 Nico Rosberg* Mercedes 1:50.181     10
19 20 Heikki Kovalainen Caterham-Renault 1:51.739     7
20 21 Vitaly Petrov Caterham-Renault 1:51.967     6
21 24 Timo Glock Marussia-Cosworth 1:52.336     8
22 22 Pedro de la Rosa HRT-Cosworth 1:53.030     6
23 25 Charles Pic Marussia-Cosworth 1:53.493     6
24 23 Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1:54.989     8

* Sarà penalizzato di cinque posizioni per aver sostituito il cambio.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori