FORMULA 1/ Gran Premio Australia, ci sarà pioggia a Melbourne? Ecco come “scoprirlo”

- La Redazione

Come abbiamo visto con le qualifiche di oggi del Gp di Australia, la pioggia può essere un elemento di sorpresa notevole nella Formula 1. Vediamo il tempo previsto per domani a Melbourne

pista_formula1
Infophoto

Come abbiamo visto con le qualifiche di oggi del Gp di Australia, disputate sul circuito di Melbourne, la pioggia può essere un elemento di sorpresa notevole nella Formula 1, spazzando via tutte le certezze acquisite da piloti e team. Con l’acqua Sebastian Vettel, che sembrava imprendibile nelle libere e con la pole già in tasca, si è ritrovato più indietro. Ma come andrà domattina (ore 11:00 in Australia) con la Q2 e la Q3? E, soprattutto con la gara (prevista alle 17:00 ora locale)? Ci sarà la pioggia a Melbourne. Dando uno sguardo al sito dell’Ufficio meteorologico del Governo australiano, le probabilità di pioggia per domani, domenica 17 marzo 2013, sono del 60% (un dato più basso rispetto al 90% previsto per oggi). Non ci sono grossi elementi per capire quando dovrebbe piovere nel corso della giornata, ma sono segnalate genericamente una o due precipitazioni isolate. Un sito australiano indipendente di previsioni meteo, segnala per domani solo qualche addensamento verso sera, ma senza piogge. Un altro sito ancora, che fornisce delle previsioni più dettagliate per fascia oraria nel corso della giornata, segnala la presenza di nubi con possibili piogge tra le 9:00 e le 12:00 (orario delle qualifiche) e qualche debole pioggia verso le 21:00 (quando la gara sarà già terminata). Infine, secondo l’apposito strumento di Google, le probabilità di precipitazioni in generale durante la giornata sono del 40%. Entrando più nello specifico, la probabilità è del 20% intorno alle 11:00 e del 10% dalle 17:00 fino a fine giornata. Insomma, sembra esserci abbastanza incertezza sul tempo che ci sarà: un elemento in più perché sia assicurato lo spettacolo e la giusta suspense per gli appassionati della Formula 1.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori