FORMULA 1/ Alonso: Ferrari da podio in Australia

- La Redazione

Fernando Alonso ha parlato dopo la fine della sessione dei test a Barcellona: manca poco al primo Gran premio dell’anno in Australia, ed è fiducioso sulle possibilità della Ferrari

f_alonso_r400
(Infophoto)

Fernando Alonso al termine della sessione di test a Barcellona fa le sue previsioni in vista della prima gara del Mondiale 2013, il Gran Premio d’Australia che si correrà a Melbourne domenica 17 marzo: “La Red Bull è davanti, la Ferrari è da podio”. Lo spagnolo conferma i progressi della scuderia, ma mette ancora davanti a tutti il campione del mondo Sebastian Vettel, ritenuto ancora il favorito dal suo grande rivale nel 2012. Ma quello che più conta sono le sue impressioni sulla , già ritenuta migliore della monoposto della passata stagione: “Se l’anno scorso eravamo a 1″6 dai migliori e siamo arrivati quarti, quest’anno dovremmo essere sul podio. Non c’è ragione per pensare che non sarà così nella prima gara”. Alonso invita comunque a non basarsi troppo sugli esiti dei test per fare pronostici: “Questi sono stati solo collaudi. È come se dopo aver visto gli allenamenti di Nadal o Federer se ne pronosticasse la vittoria al Roland Garros. Ma è chiaro che Red Bull o McLaren dovrebbero stare davanti. Noi abbiamo migliorato alcuni aspetti della macchina rispetto all’anno scorso, dobbiamo ancora migliorare in frenata o nel consumo degli pneumatici”. Senza dubbio il consumo delle gomme rappresenterà una delle principali incognite del prossimo Mondiale: “Quest’anno finché non arriveremo a ogni circuito non sapremo se ci saranno due o più pit-stop in gara”. La Mercedes è stata la sorpresa delle prove, e lo spagnolo ne parla così: “Ci aspettavamo dei progressi perché la scorsa stagione hanno iniziato a preparare la macchina di quest’anno già durante l’estate. Non è stata una sorpresa, ma sono solo prove”. Vettel lo ha superato in quanto a titoli iridati, ma Fernando assicura che per lui non è un problema: “Non mi cambierei con nessuno, sono contento dei due titoli che ho vinto. Oggi vengo considerato un pilota migliore rispetto a quando vinsi i due Mondiali con la Renault. È chiaro che Michael Schumacher da questo punto di vista è il migliore, avendo vinto sette titoli, ma credo che in F.1 nessun pilota si cambierebbe con un altro”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori