FORMULA 1/ Button (McLaren): stiamo facendo progressi

- La Redazione

Jenson Button ha parlato alla vigilia delle prime prove libere del Gran Premio del Bahrain 2013 di Formula 1 sul circuito di Sakhir: le dichiarazioni del pilota inglese della McLaren

button_sorriso
Jenson Button (Infophoto)

La McLaren non ha iniziato bene questo Mondiale di Formula 1, anche se il quinto posto ottenuto da Jenson Button domenica scorsa a Shanghai è stato il miglior risultato stagionale. Una piccola iniezione di fiducia in vista del Gran Premio del Bahrain che si correrà domenica sul circuito di Sakhir. Il pilota inglese ha parlato così a Sky alla vigilia delle prime prove: “È stato un inizio di stagione difficile per noi, la prima corsa in particolare. Abbiamo fatto parecchi progressi, siamo riusciti a comprendere un po’ meglio la macchina. Qui è difficile comprendere la corsa perché il circuito è diverso rispetto a Shanghai. Dipende molto dalle gomme. L’anno scorso è stata una corsa piuttosto insidiosa, non sono certo che anche quest’anno sia la stessa cosa ma vedremo, ne sapremo sicuramente di più dopo le prove e ancora di più dopo le qualifiche. Penso che questo circuito possa adattarsi un po’ di più alla macchina dal punto di vista dell’assetto, ma per finire al quinto posto nell’ultima gara abbiamo dovuto provare qualcosa di diverso. Abbiamo battuto un pilota di almeno ogni macchina che ci superava nella griglia, credo che sia positivo. Non possiamo limitarci al quinto posto, ma dobbiamo prendere molto di positivo dall’ultimo weekend. Abbiamo dovuto provare una strategia diversa, con due pit stop. Tutto ha dovuto funzionare perfettamente per arrivare al quinto posto, abbiamo dovuto capire cosa fare con le gomme e regolare i tempi sui giri. È stato molto insidioso, ma alla fine il risultato è stato positivo, dobbiamo essere molto soddisfatti. Ci sono molti team che combattono al vertice e credo che la F1 sia nelle condizioni migliori, mi diverto a correre, ma bisogna sapere cosa ne pensano gli spettatori”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori