FORMULA 1/ Gran Premio di Spagna 2013: ha vinto Alonso su Ferrari

- La Redazione

Grande giornata per la Ferrari, che nel Gran Premio di Spagna, sul circuito di Montmelò, sale sul primo e il terzo gradino del podio, rispettivamente con Fernando Alonso e Felipe Massa

alonso_india
Foto: InfoPhoto

Grande giornata per la Ferrari che nel Gran Premio di Spagna, sul circuito di Montmelò, sale sul primo e il terzo gradino del podio, rispettivamente con Fernando Alonso e Felipe Massa. Seconda posizione, invece, per Kimi Raikkonen (clicca qui per le pagelle del Gran Premio di Spagna). Vediamo però cos’è accaduto in questi 66 giri corsi oggi in questo quinto appuntamento stagionale: allo spegnimento dei semafori, Rosberg mantiene la posizione, mentre alle sue spalle s’inseriscono Vettel e soprattutto Alonso, autore di uno stupendo sorpasso ai danni di Raikkonen e Hamilton. Massa rischia di toccare Perez, ma alla fine rinuncia al sorpasso e si ritrova in settima posizione. Al secondo giro vediamo dunque in testa Rosberg, seguito da Vettel, Alonso, Hamilton, Raikkonen e Massa, che poco dopo la partenza riesce a passare Perez. Fernando Alonso comincia a farsi vedere negli specchietti di Sebastian Vettel, mentre soffre tantissimo Lewis Hamilton, al terzo giro bloccato tra Raikkonen e Massa. Alla fine il pilota della Lotus supera di giustezza Hamilton, costretto poco dopo a dover subire anche il sorpasso da parte di Massa, con il brasiliano che appare fin da subito in grande spolvero. Inizia la giostra degli stop ai box, con Webber che si ferma per primo: velocissimo Fernando Alonso che dopo la sosta (al decimo giro) rientra e supera subito Button. Grosjean, intanto, è costretto al ritiro per la rottura della sospensione posteriore destra. Al giro 13 Alonso passa finalmente Rosberg e si porta in prima posizione, con lo spagnolo che non si accontenta e cerca subito di allungare.
Anche Vettel passa Rosberg, superato subito dopo anche da Massa che si porta in terza posizione. Quarto è Raikkonen, mentre Hamilton nel frattempo è scivolato in nona posizione. Al giro numero 18 Alonso è sempre primo, seguito da Vettel, Massa, Raikkonen, Rosberg, Webber, Perez, Ricciardo, Di Resta e Hamilton. Giro 21, si ricomincia con le soste ai box: si ferma Felipe Massa, che rientra alle spalle di Perez e Ricciardo, mentre Alonso si fa rivedere in quarta posizione davanti a Felipe Massa. Anche Vettel ai box, ma la Red Bull dà l’impressione di aver sbagliato completamente strategia. Va avanti invece Raikkonen, che sembra non voler fermarsi mai. Il tedesco va ai box due giri dopo, ma rientra dietro a Vettel: al comando c’è Alonso, seguito da Massa, Vettel e Raikkonen. Le due Ferrari continuano a marciare spedite, mentre Raikkonen riesce alla fine a passare Vettel al termine di un  bellissimo duello. Raikkonen è inarrestabile e continua a macinare secondi: Massa è ormai a 2 secondi e il finlandese inizia a metterlo nel mirino. Quando mancano 26 giri al termine Alonso è sempre primo, seguito da Raikkonen, Massa, Vettel e Webber. Subito dopo ecco invece Rosberg, Button, Gutierrez e Di Resta. Solo dodicesimo Lewis Hamilton. Al giro 47 sono addirittura 30 i secondi di vantaggio di Alonso su Raikkonen, mentre Raikkonen, 4 giri dopo, supera in velocità Massa, con il brasiliano che si ferma subito ai box. Poco dopo rientra anche Sebastian Vettel. Al giro 54 Alonso è costantemente primo, seguito da Raikkonen, Massa, Vettel, Webber, Di Resta, Rosberg, Gutierrez, Button, Perez e Ricciardo. Hamilton tredicesimo. Giro 58, le parole di Alonso rivolte ai tecnici in ascolto dicono tutto: “Saranno i dieci giri più lunghi della storia”, dice lo spagnolo. Non accadde più niente di particolarmente rilevante: sotto la bandiera a scacchi passano Alonso davanti a Raikkonen, Massa, Vettel, Webber, Rosberg, Di Resta, Button, Perez e Ricciardo. Giornata nera per Hamilton, solo dodicesimo. In classifica, Sebastian Vettel precede sempre un temibile e costante Kimi Raikkonen (clicca qui per l’intervista esclusiva a Cesare Fiorio), ma Alonso guadagna terreno e con i 13 punti recuperati su Vettel ne ha ora 17 di svantaggio (clicca qui per le classifiche piloti e costruttori dopo il GP di Spagna)

Pos No Driver Team Laps Time/Retired Grid Pts
1 3 Fernando Alonso Ferrari 66 Winner 5 25
2 7 Kimi Räikkönen Lotus-Renault 66 +9.3 secs 4 18
3 4 Felipe Massa Ferrari 66 +26.0 secs 9 15
4 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 66 +38.2 secs 3 12
5 2 Mark Webber Red Bull Racing-Renault 66 +47.9 secs 7 10
6 9 Nico Rosberg Mercedes 66 +68.0 secs 1 8
7 14 Paul di Resta Force India-Mercedes 66 +68.9 secs 10 6
8 5 Jenson Button McLaren-Mercedes 66 +79.5 secs 14 4
9 6 Sergio Perez McLaren-Mercedes 66 +81.7 secs 8 2
10 19 Daniel Ricciardo STR-Ferrari 65 +1 Lap 11 1
11 12 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 65 +1 Lap 19  
12 10 Lewis Hamilton Mercedes 65 +1 Lap 2  
13 15 Adrian Sutil Force India-Mercedes 65 +1 Lap 13  
14 16 Pastor Maldonado Williams-Renault 65 +1 Lap 17  
15 11 Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari 65 +1 Lap 15  
16 17 Valtteri Bottas Williams-Renault 65 +1 Lap 16  
17 20 Charles Pic Caterham-Renault 65 +1 Lap 22  
18 22 Jules Bianchi Marussia-Cosworth 64 +2 Laps 20  
19 23 Max Chilton Marussia-Cosworth 64 +2 Laps 21  
Ret 18 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari 52 +14 Laps 12  
Ret 21 Giedo van der Garde Caterham-Renault 21 +45 Laps 18  
Ret 8 Romain Grosjean Lotus-Renault 8 +58 Laps 6  

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori