Live / Formula 1, in diretta la gara del Gran Premio del Canada 2013

- La Redazione

Diretta Formula 1, la gara del Gran Premio del Canada. Sul circuito di Montreal va in scena l’ottava prova del Mondiale, con Sebastian Vettel che parte dalla pole position. Alonso sesto

GPCanada
Foto Infophoto

Sebastian Vettel interrompe il dominio Mercedes nelle qualifiche di queste prime gare del mondiale di Formula 1 e si prende la pole position numero 39 in carriera; davanti a lui adesso ci sono soltanto Ayrton Senna e Michael Schumacher in questa speciale classifica. Quel che più conta è che nel Gran Premio del Canada, settima prova del Mondiale di Formula 1, sarà il tedesco della Red Bull a partire davanti a tutti sulla griglia di partenza della Gara di oggi. Le qualifiche, come tutto il weekend fino a ora, sono state condizionate dalla pioggia; ieri le previsioni dicevano che la pista sarebbe stata asciutta, e invece si è corso sul bagnato. A farne le spese è stato Felipe Massa, che durante il Q2 si è girato ed è andato a sbattere, per la terza volta in due settimane, contro il muro: per lui sedicesimo tempo e impossibilità di giocarsi la pole. Che Vettel, tutto sommato, ha conquistato senza penare: è stato lui a far registrare il primo giro, subito quello buono perchè poi la pioggia ha impedito agli avversari di replicare. Ci è andato vicinissimo Lewis Hamilton, visibilmente deluso alla fine; ha stampato un tempo eccezionale Valtteri Bottas (record) con una Williams che sul bagnato potrà dare fastidio, mentre la Ferrari di Fernando Alonso è giunta solo sesta, evidenziando ancora una volta problemi in qualifica. Oggi si corre: la gara alle 20 (ora italiana) ci dirà se Sebastian Vettel riuscirà a mettere altri punti tra sè e gli avversari per il Mondiale. Ne ha l’occasione: anche Kimi Raikkonen è attardato, il finlandese della Lotus parte addirittura decimo (penalizzato per aver infranto il regolamento in regime di bandiere rosse). Tuttavia, Kimi è riuscito a vincere sulla pista di Montreal partendo dalla settima posizione, quindi non lo si può dare per sconfitto. Anche perchè, a ben guardare, sulla griglia ci sono anche due Toro Rosso, la Williams di Bottas e la Force India di Adrian Sutil: monoposto che sulla carta non dovrebbero costituire un grosso problema per Lotus e Ferrari. Tuttavia, la pioggia potrebbe essere un fattore in grado di stravolgere tutto. 
“Sull’asciutto avremmo qualche possibilità in più, sul bagnato andiamo maggiormente in difficoltà”, ha detto Fernando Alonso al termine delle qualifiche, mentre Felipe Massa si è detto decisamente “arrabbiato – non ha usato proprio questo termine, ndr – fisicamente sto bene stavolta, ma psicologicamente sono arrabbiato, è un periodo che va così”. Di altro umore, ovviamente, il poleman di giornata Sebastian Vettel: “Abbiamo avuto fortuna nell’essere usciti al momento giusto, e ci siamo guadagnati il pomeriggio. La pole position però non significa semplicemente la vittoria: io qui non ho mai vinto, ma la pista mi piace e proverò disperatamente a vincere la gara”. Dovesse farlo, avrebbe almeno 28 punti di vantaggio; al momento sono 107 i punti del tedesco tre volte campione del mondo, contro gli 86 del finlandese. Insegue Alonso a quota 78, poi più staccato arriva Hamilton che precede Mark Webber. Rispetto allo scorso anno, c’è molta meno incertezza: allora, le prime sette gare del Mondiale erano state appannaggio di sette piloti diversi (Vettel, Webber, Alonso, Hamilton, Button, Rosberg e Maldonado), mentre quest’anno ci sono già Vettel e Alonso con due vittorie a testa, poi Raikkonen e Rosberg con una vittoria. E se – come ci ricorda Giancarlo Minardi a proposito del mondiale di Formula 1 – non si può ancora parlare di “fuga” per Sebastian Vettel il tedeschino sta cercando in tutti i modi di mettere le ali ai piedi. Lo scorso anno, a partire dalla pole position era stato il tedesco della Red Bull; poi però Lewis Hamilton era riuscito a sfruttare la migliore strategia, vincendo la gara davanti a Romain Grosjean e Sergio Perez, mentre Vettel fu solo quarto. Altri tempi: in questo weekend, le due McLaren non si sono nemmeno qualificate per il Q3, e dunque partiranno dalle retrovie. Sarà importante, come già detto, il tempo atmosferico (clicca qui per l’intervista esclusiva a Vitantonio Liuzzi prima della gara del Gran Premio di Formula 1 del Canada): sappiamo bene che la pioggia può far venire fuori dei protagonisti inattesi, ne abbiamo avuta una prova con l’exploit di Bottas e anche in gara macchine come Williams e Toro Rosso (ma anche la Force India) potrebbero dare fastidio ai favoriti della gara. Ora però non più il tempo di parlare: bisogna entrare in pista, riscaldare le gomme nel giro di ricognizione e poi accendere i motori per la gara. Non resta quindi che dare la parola alla pista di Montreal, mettersi comodi e assistere alla battaglia per vedere chi ne uscirà trionfante: il Gran Premio del Canada, Mondiale di Formula 1 2013, sta per cominciare…

 

Risorsa non disponibile



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori