Diretta/ Formula 1, le qualifiche del Gran Premio d’Ungheria 2013 (Budapest) e i tempi delle prove libere 3

- La Redazione

Diretta Formula 1, le qualifiche e i tempi della FP3 del Gran Premio d’Ungheria 2013 a Budapest: segui e commenta live in tempo reale. Alonso e la Ferrari partiranno bene in griglia?

vettel_bahrain
Sebastian Vettel in azione in Bahrain (Infophoto)

Eccoci arrivati al momento clou di questo sabato di Formula 1: le qualifiche che determineranno la griglia di partenza del Gran Premio di Ungheria. Ultima prova libera e ultima occasione per testare il settaggio delle vetture prima delle attese qualifiche ufficiali per le vetture impegnate in questo finesettimana nel prestigioso circuito dell’Hungaroring. Le prove di questa mattina si sino svolte su una pista bollente ma decisamente più pulita rispetto a quella di ieri. L’aumentato grip ha permesso ai piloti di fare dei giri più performanti intorno al 1 e 21 secondi. Mirabile la prestazione delle Lotus, soprattutto quella di Grosjean, primo in classifica con 1.20.730. Al contrario di Ferrari e Redbull, la scuderia britannica ha optato per un fondo più basso per una diversa soluzione aerodinamica che questa mattina ha decisamente premiato. Ottime anche le prostepettive delle rosse: Alonso si assesta sul secondo posto con 1.20.898 e ha presentato una Ferrari perfezionata rispetto a quella di ieri, più equlibrata e perfomante. Mercedes ancora in affanno: Hamilton sesto e Rosberg ottavo fanno pensare che per budapest alle frecce d’argento non potrebbe andare meglio di così. La McLaren ha dato prova di non volersi arrendere nonostante i diversi problemi segnalati ieri soprattutto riguardo le gomme. Perez (fautore del terzo tempo con 1.21.052) ha mostrato la grinta della scuderia inglese spingendo al massimo la vettura (ma ha decismanente esagerato andando a sbattere rovinosamente sulle protezioni alla curva 11). Ai meccanici l’arduo compito di rimettere in sesto la vettura danneggiata in tempo per le 14. Redbull misteriose: le vetture austriache si sono mostrate sfuggenti, senza puntare sul prestazioni significative (clicca qui per leggere il dettaglio dei tempi della terza sessione di prove libere di Formula 1). Probabilmente rimangono ai muretti delle perplessità riguardo la strategia, che si scioglieranno tra qualche ora, ma adesso alla caccia del giro veloce, le qualifiche stanno per cominciare…

Oggi prosegue il Gran Premio d’Ungheria 2013 di Formula 1 all’Hungaroring, circuito che sorge alla periferia della capitale magiara Budapest e che ospita questo appuntamento fin dalla sua prima edizione, che risale al 1986: alle ore 11.00 è in programma la terza sessione di prove libere (FP3) del decimo appuntamento del Campionato del Mondo, l’ultimo prima delle quattro settimane di pausa estiva, seguita alle 14.00 dalle qualifiche (clicca qui per le caratteristiche della pista e tutte le informazioni utili sulla gara) che come sempre serviranno a stabilire la pole position e la griglia di partenza della corsa di domani pomeriggio. Questa ora di prove mattutine sarà dunque l’ultima occasione per piloti e scuderie di provare le monoposto in vista delle prove ufficiali. Questa gara all’epoca della sua introduzione fu storica, perché fu la prima nell’Est europeo, oltre la Cortina di ferro che attanagliava le popolazioni sottoposte ai regimi comunisti. Oggi invece fa notizia, molto più semplicemente, perché segna il debutto delle nuove Pirelli che uniranno il ritorno alle vecchie strutture del 2012 con il mantenimento delle mescole del 2013, e che presumibilmente dovranno affrontare un grosso degrado viste le altissime temperature dell’estate ungherese, torrida come da tradizione. La giornata di ieri ha visto sempre davanti a tutti le due Red Bull di Sebastian Vettel e di Mark Webber: un segnale molto forte da parte della scuderia campione del Mondo, che si candida a conquistare la pole position oggi e soprattutto la vittoria domani.

Fernando Alonso ha chiuso con un quarto posto comunque positivo, a soli 162 millesimi da Vettel, e ha commentato in questo modo le prestazioni della sua Ferrari: “Come spesso accade il venerdì, abbiamo un’idea del ritmo che potremo vedere domenica in gara. Le condizioni si annunciano stabili per il weekend e questo aiuterà nell’analisi di tempi e strategie per capire dove siamo. La tipologia delle gomme non è cambiata, quindi possiamo contare sull’esperienza dello scorso anno, ma per ottenere un vantaggio sui rivali occorre capirle al meglio e il prima possibile. Qui, più che su altri circuiti, partire davanti è estremamente importante e per questo motivo credo che tutti cercheranno di ottimizzare la qualifica, anche a costo di sacrificare un po’ la gara”. Subito dietro si è piazzato il suo compagno di squadra Felipe Massa, che si è espresso così: “Oggi è andato tutto bene, abbiamo provato quello avevamo in programma e la macchina è sembrata piuttosto competitiva. Anche sul long run abbiamo registrato risultati positivi ed è importante. Adesso dobbiamo decidere quale soluzioni utilizzare: su questo tracciato è importante partire il più avanti possibile e faremo di tutto per essere della partita. Domenica sarà difficile per tutti, qui superare è quasi impossibile ed in più si prevedono temperature molto elevate, fattore da tenere nella massima considerazione”. Ma naturalmente spicca la giustificata soddisfazione del campione del Mondo in carica: “È un buon inizio per la squadra: le prime due sessioni sono andate molto bene per noi, e credo che questa sia una piccola sorpresa. Tu fai sempre quello che puoi e non sai dove sono gli altri, ma penso che sabato saranno più vicini e dobbiamo essere sicuri di ottenere il meglio dalla macchina per le qualifiche. È bello quando ci si sente in controllo della vettura, penso che la macchina si adatta alla pista”, ha dichiarato Vettel. Punta al massimo anche l’altro pilota della Red Bull, l’australiano Mark Webber: “Vedremo quello che hanno fatto gli altri, noi ci siamo concentrati su noi stessi e abbiamo fatto un buon programma oggi. Abbiamo avuto un po’ di traffico, ma il resto è andato abbastanza liscio, nel finale abbiamo tenuto la nostra testa giù, raccolto molti dati. La Ferrari però non ha ciondolato, Fernando è sempre stato forte qui, ho fatto una gara con lui in F3000 nel 2000, non molla mai. Noi non dobbiamo riposare, non abbiamo intenzione di lasciare la pista presto stasera, abbiamo ancora del lavoro da fare”. Ma ora è giunto il momento di passare la linea alla pista, perché sul circuito dell’Hungaroring (Budapest) le prove libere 3 del Gran Premio d’Ungheria 2013 di Formula 1 stanno per cominciare…

I tempi e i risultati delle prove libere 3 del gran premio di Ungheria

 

Pos No Driver Team Time/Retired Gap Laps
1 8 Romain Grosjean Lotus-Renault 1:20.730   20
2 3 Fernando Alonso Ferrari 1:20.898 0.168 13
3 6 Sergio Perez McLaren-Mercedes 1:21.052 0.322 10
4 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:21.125 0.395 27
5 4 Felipe Massa Ferrari 1:21.151 0.421 14
6 10 Lewis Hamilton Mercedes 1:21.158 0.428 19
7 2 Mark Webber Red Bull Racing-Renault 1:21.254 0.524 17
8 9 Nico Rosberg Mercedes 1:21.356 0.626 23
9 5 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:21.499 0.769 15
10 15 Adrian Sutil Force India-Mercedes 1:21.519 0.789 20
11 7 Kimi Räikkönen Lotus-Renault 1:21.589 0.859 17
12 16 Pastor Maldonado Williams-Renault 1:21.646 0.916 19
13 14 Paul di Resta Force India-Mercedes 1:21.963 1.233 21
14 11 Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari 1:21.964 1.234 21
15 19 Daniel Ricciardo STR-Ferrari 1:22.180 1.450 18
16 18 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari 1:22.423 1.693 19
17 17 Valtteri Bottas Williams-Renault 1:23.028 2.298 16
18 21 Giedo van der Garde Caterham-Renault 1:23.975 3.245 21
19 20 Charles Pic Caterham-Renault 1:23.987 3.257 19
20 22 Jules Bianchi Marussia-Cosworth 1:24.298 3.568 20
21 23 Max Chilton Marussia-Cosworth 1:25.122 4.392 20
22 12 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari No time   2

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori