Formula 1 Gran Premio Germania / Minardi: Vettel e RedBull favoriti, Alonso e la Ferrari sperino nelle gomme… (esclusiva)

- int. Giancarlo Minardi

La Formula 1 torna in pista con il Gran Premio di Germania. La Mercedes ha agguantato la pole, con la Red Bull pronta a riprendersi il primato. E la Ferrari? Ne parla GIANCARLO MINARDI

Alonso_OcchialiR439
Fernando Alonso (Infophoto)

Lewis Hamilton sembra proprio in gran forma. Qui al circuito del Nurgburing, al Gran Premio di Germania di Formula 1 ha infilato la seconda pole position consecutiva (clicca qui per la griglia di partenza del Gran Premio di Germania di Formula 1). Dietro a lui Sebastian Vettel, desideroso di rifarsi dopo il ritiro a Silverstone. Terzo Mark Webber, che da quando ha annunciato il suo ritiro dalle competizioni, sembra andare molto forte. In ogni caso la Red Bull conferma di essere la squadra più forte. Quarta la Lotus di Kimi Raikkonen, quinta l’altra Lotus di Romain Grosjean. Di nuovo competitive per dar fastidio a macchine più importanti. E sesta la Toro Rosso con Daniel Ricciardo, un bel exploit di questa monoposto non di primo piano nel circus della Formula 1. Le due Ferrari settima con Felipe Massa e ottava con Fernando Alonso pagano come al solito i problemi in prova. Stavolta però c’è una strategia di corsa della “rossa”, che partirà con delle gomme dure per sfruttare poi delle mescole morbide durante la gara. Alla fine bisognerà vedere se questa scelta pagherà e Alonso riuscirà a centrare il podio qui al Nurgburing. Per introdurci ai temi della gara del Gran Premio di Germania abbiamo sentito Giancarlo Minardi. Eccolo in questa intervista a ilsussidiario.net.
Hamilton seconda pole position consecutiva… Hamilton ha fatto molto bene in Inghilterra, grazie anche all’ottimo momento della Mercedes. Lui potrà lottare per vincere e ci potrà anche riuscire. C’è però anche da chiedersi perchè la Mercedes dia meno spazio a Rosberg, trascurando così il pilota tedesco. Per la Mercedes sarebbe il momento di far punti per far vedere quanto vale nel campionato costruttori.
Dietro però c’è sempre Sebastian Vettel, dopo la delusione inglese sarà lui il vincitore qui in Germania? Lui corre con la macchina migliore. E’ logicamente il pilota favorito per vincere un altro mondiale. Qui al Nurgburing avrà molte possibilità di successo.
Webber terzo, in grande forma in questo momento di stagione, proprio da quando ha annunciato il suo ritiro… Webber è un ottimo pilota, uno dei primi cinque della Formula 1. Ha rischiato anche di vincere il Mondiale. Si comprende che proprio adesso che ha annunciato il ritiro corre con maggiore scioltezza, più tranquillo e fa ottime cose.
Kimi Raikkonen quarto è tornata la Lotus competitiva di qualche tempo fa? La Lotus è sempre stata competitiva, è un outsider. Raikkonen è molto forte, peccato però che proprio la Lotus l’ultimo Gran Premio gli abbia fatto perdere punti importanti per la classifica del Mondiale.
La Toro Rosso stupisce col sesto posto di Daniel Ricciardo. La Toro Rosso è una casa non così importante, di secondo piano. E’ un momento magico sia per lei che per Daniel Ricciardo – che stanno meritando ampiamente – ma niente di più.
Ancora problemi per la Ferrari in prova, i soliti motivi? Sì, sono i soliti problemi che ha la Ferrari in prova e anche in parte in gara. Questa volta sono dovuti anche a una strategia precisa per avvantaggiare Alonso e Massa in questo Gran Premio di Germania. Partire con delle gomme dure e poi usare delle mescole morbide in gara. Vedremo se avrà il suo effetto.
Rosberg cosa potrà fare? Potrebbe essere avvantaggiato dal fatto di poter partire con delle gomme medie, se si porta avanti poi può fare la sua gara.
Il suo pronostico. Vettel partirà avvantaggiato, ma speriamo che il sacrificio fatto in qualifica per utilizzare le gomme morbide da durante la gara possa aiutare Alonso a compiere un’impresa e, magari, portarlo alla vittoria. (Franco Vittadini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori