Live / Formula 1, in diretta la gara del Gran Premio di Germania 2013

- La Redazione

Diretta Formula 1. Si corre oggi al Nurburgring: è il Gran Premio di Germania. La pole position è di Lewis Hamilton, sesta stagionale per la Mercedes. Le Ferrari partono dietro, ma…

HamiltonMercedes
Hamilton (Fonte Infophoto)

Un padrone di casa beffato all’ultimo respiro, l’altro addirittura fuori dai primi 10 a causa di un piccolo errore personale. Il Gran Premio di Germania di Formula 1 regala già sorprese al sabato pomeriggio: la pole position è di Lewis Hamilton, che per la terza volta in questa stagione scatterà dalla prima posizione sulla griglia di partenza. Sono 29 le pole in carriera per l’inglese, le stesse di Juan Manuel Fangio che era stato l’ultimo a farlo con le Frecce d’Argento al Nurburgring, ben 59 anni fa. Nico Rosberg, il suo compagno di squadra, Nico Rosberg, dopo aver tenuto il passo dei migliori (cioè le Red Bull) per tutto il weekend, cade all’ultimo: colpa della scuderia, che non ha previsto che il vento sarebbe calato, facendo acquistare aderenza alla pista. Ross Brawn, come ha spiegato, avrebbe voluto tenere un treno di gomme morbide per la gara, e così ha fatto fermare il suo pilota, convinto che il tempo fosse sufficiente; e invece no, il tedesco che ha vinto l’ultimo GP disputato (a Silverstone) è costretto addirittura alla sesta fila. Buon per gli avversari, che avranno un pilota in meno di cui tenere conto; innanzitutto le Red Bull, che anche qui si sono dimostrate velocissime e hanno sfiorato la pole position con Sebastian Vettel, sorpassato proprio all’ultimo da Hamilton; e Mark Webber, terzo ad un incollatura. Per il resto, sono competitive anche le Lotus, quarta e quinta con Raikkonen e Grosjean, mentre Daniel Ricciardo è ormai inarrestabile: un’altra sesta posizione sulla griglia con la Toro Rosso, a conferma che il posto sulla Red Bull 2014 potrebbe davvero essere suo. E la Ferrari? La Rossa di Maranello ancora una volta non ce l’ha fatta: oggi sarà Felipe Massa a partire davanti ad Alonso, i due sono rispettivamente settimo e ottavo nonostante si sia intuito che poteva arrivare qualcosa di più.
Effettivamente, Stefano Domenicali ha attuato la sua strategia: con le gomme dure la Ferrari era comunque vicina ai migliori e poteva forse ambire ad una seconda fila; ma Fernando Alonso ha scelto di girare con le gomme morbide, mantenendo così il treno giusto per la gara e sperando in una partenza e in primi giri aggressivi. Nei piani del team c’è una sosta qualche giro dopo i rivali, con la speranza così di passarli dai box, su una pista in cui il caldo potrebbe portare a un degrado rapido degli pneumatici. “Le condizioni ci diranno poi se abbiamo fatto giusto o no”, ha commentato Domenicali dopo le qualifiche, mentre Alonso si è dimostrato piuttosto sereno e fatto sapere che “la pole position era fuori portata, partire quinto o sesto non avrebbe cambiato le cose e tutte le simulazioni ci dicevano che era la cosa giusta da fare”. Un po’ più contrariato Massa che ha parlato di piacere di guida che va a farsi benedire, ma anche lui è ottimista per oggi. Insomma: la Ferrari ha puntato tutto sulla gara, l’idea è che gli altri si fermino intorno all’ottavo giro e da quel punto in avanti inizino dei veri e propri giri da qualifica, nella speranza di recuperare terreno. La tattica c’è, ora bisogna solo vedere se sia stato un azzardo eccessivo, perchè un rivale in meno c’è (Rosberg, come abbiamo detto) e forse si poteva puntare sul rimanere da subito più a contatto con gli altri. Vedremo: di certo Alonso ha le idee chiare e ieri ha risposto che metterebbe la firma per chiudere davanti a Vettel, “non importa in che posizione”. Ancora più combattivo Rosberg, che la firma la metterebbe sulla vittoria pur partendo attardato. La classifica piloti vede Alonso in rimonta su Vettel, che Giancarlo Minardi ha indicato comunque come il favorito di oggi: domenica scorsa si è preso 15 punti contro 0, e gli è andata di lusso perchè il tedesco ha rotto il cambio quando era ampiamente al comando e anche Hamilton, con l’esplosione della gomma, si è fatto da parte. Mondiale totalmente riaperto quindi: comanda Vettel con 132 punti ma adesso lo spagnolo è lì, i suoi punti sono 111 e a essere ottimisti il sorpasso potrebbe già avvenire oggi. Alle loro spalle il rivale più agguerrito è Kimi Raikkonen, che però non sembra avere la continuità giusta per impensierire i due di testa. Ci aspetta insomma una grande gara, siamo curiosi di capire come finirà: il Gran Premio di Germania sulla pista del Nurburgring sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori