Formula 1/ Alonso-McLaren, il matrimonio si fa? Boullier: non c’è niente di deciso

- La Redazione

Formula 1, Eric Boullier ha parlato della possibilità che Fernando Alonso si trasferisca alla McLaren nel 2015, sostenendo che le decisioni sui due piloti devono ancora essere prese

AlonsoMcLaren
Fernando Alonso (Infophoto)

“Il piano che ho in testa si sta sviluppando: deciderò nell’interesse mio e della Ferrari, ma tutto sta andando nella giusta direzione”. Parlava così Fernando Alonso a Sochi, di fatto ribadendo quanto già affermato a Suzuka. Il pilota spagnolo lascerà Maranello, ormai è certo: l’arrivo di Sebastian Vettel (non è ufficiale, ma Christian Horner e Helmut Marko hanno già scoperto le carte, forse per “ripicca”) riempirà il vuoto lasciato dall’asturiano. E quindi, la grande domanda che ancora aleggia nel paddock: dove andrà? Si dice che Alonso abbia in testa solo la Mercedes; ma il volante dei campioni del mondo non si libererà prima del 2016, dando per assodato che Lewis Hamilton rimarrà – almeno – fino al termine del contratto. E dunque, le opzioni sono due: anno sabbatico, oppure McLaren. Che dal 2015 avrà i motori Honda, ma rischia di andare incontro a una stagione di transizione per assimilare il cambiamento. Perciò, Alonso potrebbe trovarsi a vivere una stagione anonima esattamente come l’avrebbe vissuta in Ferrari; a tal proposito si è espresso anche il team principal della McLaren Eric Boullier che, in un’intervista comparsa sul sito ufficiale della Formula 1, ha contribuito a schiarire un po’ le idee. O confonderle? “Ho sempre detto che abbiamo bisogno di un mix di esperienza e ‘fame’, in questo periodo di risalita c’è bisogno di una spinta e quindi i nostri due piloti dovranno spingere il nostro morale e la determinazione a raggiungere il più velocemente possibile il livello al quale dovremmo essere”. Però, una decisione sui piloti non c’è ancora. “Lavoriamo su una strategia a base pluriennale: potremmo prendere uno o due grandi nomi adesso, oppure mantenere un profilo più basso per il 2015 e cercare i grandi piloti per il 2016. Possiamo ancora aspettare: non è bello per Button e Kevin Magnussen, ma io devo innanzitutto pensare alla McLaren e al suo bene”. Il problema, fa capire Boullier, riguarda le prospettive: prendere un pilota di punta (Alonso) per una stagione che potrebbe rivelarsi transitoria farebbe correre il rischio di perderlo subito dopo, perchè il grande nome arriva per vincere; in particolare uno nella posizione di Alonso, che a quel punto sarebbe potuto rimanere un altro anno in Ferrari. Certo l’eventualità che l’asturiano vada a guadagnare tanti soldi per poi spostarsi in Mercedes a cercare il terzo titolo personale c’è; e nemmeno la nega Boullier perchè, quando gli fanno notare che avere due grandi nomi per il 2015 potrebbe significare una line-up con Alonso e Jenson Button, lui risponde “sì, dobbiamo vedere chi ci sarà sul mercato nel 2015, ma anche chi sarà disponibile nel 2016 perchè magari ci saranno nomi diversi”. Per contro, il rapporto pessimo tra lo spagnolo e Ron Dennis (risalente all’anno 2007) sarebbe un freno non da poco. Insomma, al momento si capisce poco: Boullier non si sbottona, anche se di fatto non smentisce la possibilità che Alonso si trasferisca a Woking. 

(Claudio Franceschini) 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori