Diretta/ Formula 1, prove libere Gran Premio del Bahrain (Sakhir): Cronaca, tempi e classifica FP1-FP2. Comanda Hamilton, Alonso terzo (4 aprile 2014)

- La Redazione

Diretta Formula 1, prove libere Gran Premio del Bahrain 2014 live dal circuito di Sakhir: segui gli aggiornamenti in tempo reale sulla FP1 e la FP2 con la Ferrari in pista

hamilton_malesia
Foto Infophoto

Conclusa la seconda sessione di prove libere (FP2) in vista del Gran Premio del Qatar, il terzo della stagione 2014 di Formula 1. A segnare tempi significativi è ancora la Mercedes che comanda la classifica delle sessioni di oggi: Lewis Hamilton ha registrato il miglior tempo in , seguito dal compagno di squadra Nico Rosberg (1:34.690), dalla Ferrari di Fernando Alonso (1:35.360) e dalla Red Bull di Daniel Ricciardo (1:35.433). Quinto Felipe Massa su Williams (1:35.442), sesto Jenson Button su McLaren (1:35.528) e settimo il campionato del mondo Sebastian Vettel, col un personale di 1:35.606. Quattordicesimo Kimi Raikkonen in 1:36.366. Anche le prove per il passo gara dicono Mercedes con Hamilton ancora davanti a tutti e vicino al minuto a 38 secondi. Alle sue spalle la sorpesa Niko Hulkenberg: il pilota della Force India ha girato molto bene in simulazione abbassando il suo tempo sino all’1’39”. Per le Ferrari Alonso si è assestato su un passo gara di 1 minuto e 40 mentre sul finire della sessione Raikkonen è sceso all’1’39”, lasciando buone speranze in vista del gran premio.

Mancano ormai pochissimi minuti alle ore 17.00, quando in Bahrain avrà inizio la , seconda sessione di prove libere in vista del Gran Premio che si disputerà domenica a Sakhir. Avremo il fascino del deserto in notturna, illuminato per permettere di disputare questa gara quando in Bahrain il sole è già tramontato, e vedremo se continuerà ancora il dominio impressionante della Mercedes. La FP1 ha dato segnali incoraggianti per la Ferrari, si attendono conferme… 

La Ferrari c’è, ma la superiorità della Mercedes è nettissima. Questo ha detto la , prima sessione di prove libere in vista del Gran Premio del Bahrain 2014 di Formula 1 sul circuito di Sakhir. Infatti troviamo in pèrima posizione Lewis Hamilton con il tempo di , davanti al compagno di squadra Nico Rosberg (1’37″733) e a Fernando Alonso, che ha portato al terzo posto la Ferrari in 1’37″953. Non sono però solo i tempi a spiegare la superiorità della Casa tedesca: le due Mercedes hanno fatto immediatamente segnare ottimi tempi, poi sono state tranquille ai box per buona parte della sessione, e infine hanno piazzato l’ultima zampata quando Alonso e Nico Hulkenberg – ottimo quarto con la Force India – avevano osato scavalcarli al primo e secondo posto. Insomma, non c’è dubbio su quale sia la scuderia di riferimento, con Hamilton che sembra avere qualcosa in più rispetto a Rosberg. Per la Ferrari c’è stato il grande giro di Alonso e una prestazione comunque consistente di Kimi Raikkonen, che ha chiuso al sesto posto. Le due Rosse sono le uniche “intruse” nei primi sette posti, fra cinque macchine con motori Mercedes, con le due McLaren che si aggiungono a Hamilton, Rosberg e Hulkenberg. Passo indietro invece per la Red Bull, che non va oltre il decimo posto di Sebastian Vettel e il quattordicesimo di Daniel Ricciardo

Mancano ormai pochissimi minuti alle 13.00, quando avranno inizio le prime prove libere del Gran Premio del Bahrain 2014 di Formula 1. Sul circuito di Sakhir – e non poteva essere altrimenti – splende il sole, ma la notizia più bella con la quale il Circus si avvicina alla FP1 arriva dalla lontana Grenoble, dove la manager Sabine Kehm ha parlato di segnali di risveglio per Michael Schumacher (clicca qui per saperne di più). Quindi adesso, con questa gioia, possiamo dedicarci alla pista: che lo spettacolo abbia inizio! 

Si avvicina sempre di più la FP1, prima sessione di prove libere del Gran Premio del Bahrain 2014. Sul circuito di Sakhir l’appuntamento è per le ore 13.00 italiane, quando i piloti potranno accendere i loro motori ed entrare in pista. Intanto, per introdurci a questa nuova gara iridata, ecco le parole di Kimi Raikkonen, il cui ritorno in Ferrari per ora non è certo stato dei migliori: “Non mi aspetto risultati troppo diversi, è passata solo una settimana e sulla macchina non ci sono novità e non so dire quanto tempo impiegheremo a migliorare la macchina come piace a me. Però sappiamo cosa vogliamo, stiamo lavorando tanto e anche in Malesia abbiamo fatto dei passi avanti”. Grande realismo quindi da parte del pilota finlandese: l’obiettivo realistico per lui – e anche per Fernando Alonso – è quello di ottenere domenica il maggior numero di punti possibili, consapevoli del fatto che la F14 T non è certamente la macchina migliore, almeno per il momento.

In attesa del via alla FP1, prima sessione di prove libere in vista del Gran Premio del Bahrain 2014, che avrà inizio sul circuito di Sakhir alle ore 13.00 italiane, per introdurci a questo nuovo appuntamento ecco le parole pronunciate ieri da Fernando Alonso, che sprona la Ferrari a lavorare per migliorarsi e tornare competitiva, ma non vuole bocciare la nuova Formula 1 dopo sole due gare disputate in questa stagione: “In questo avvio di stagione siamo in ritardo, ma il potenziale per fare bene c’è tutto. Questa stagione con le nuove regole è anche una gara di sviluppo e ogni volta che troviamo qualcosa i progressi sono tangibili, molto più che negli ultimi anni. ma siccome gli altri non stanno fermi, dobbiamo essere più intelligenti degli altri e lavorare bene. Non credo che cambiare le regole ora porterebbe a chissà che stravolgimenti. Bisogna dare tempo, abbiamo fatto solo due gare ed è come nel calcio, a volte vedi uno 0-0 noiosissimo e la volta dopo un 5-4 esaltante. Sono convinto che vedremo gare eccitanti, aspettiamo”. 

La Formula 1 torna subito in pista: Gran Premio del Bahrain 2014 sul circuito di Sakhir, questo è l’appuntamento che ci terrà compagnia in questo fine-settimana, terza gara del Mondiale di quest’anno. La grande novità di quest’anno sul circuito arabo è che si corre in notturna, quindi le prove libere di oggi avranno inizio alle ore 13.00 italiane con la FP1, seguite alle ore 17.00 dalla FP2. In totale, come sempre, saranno tre ore di prove su una pista che già in questo inverno ha ospitato ben due sessioni di test. Insomma, piloti e squadre conoscono già molto bene questo tracciato anche con la “nuova” Formula 1. Questo sarà un grosso aiuto per tutti, ma presumibilmente davanti a tutti troveremo ancora una volta la Mercedeas, perché è impensabile che le gerarchie possano essere cambiate nel giro di una sola settimana (anzi, quattro giorni) dal Gran Premio che si è disputato domenica scorsa a Sepang ed è terminato con la doppietta di Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Ora per loro questo nuovo appuntamento darà l’occasione per provare ad allungare ulteriormente il margine di vantaggio in classifica, per cominciare a pensare a un duello in casa che farebbe la gioia di Niki Lauda e dei vertici di Stoccarda, che sicuramente sulle nuove tecnologie introdotte quest’anno hanno una marcia in più, anche perché le utilizzano già ampiamente sulle vetture di serie. E la Ferrari? Parliamoci chiaro: salvo circostanze particolari, in questa gara l’obiettivo di Fernando Alonso e Kimi Raikkonen sarà ancora una volta quello di limitare i danni dalle Mercedes e possibilmente stare davanti alla Red Bull, in attesa delle novità che dovranno arrivare in seguito per rendere più competitiva la F14 T. Prima di buttarci sull’attualità, però, andiamo a ripercorrere brevemente la storia del Gran Premio del Bahrain. Il Circus della Formula 1 sbarcò in questa isola del Golfo Persico nel 2004, evento storico perché si trattò della prima gara di sempre della Formula 1 nel mondo arabo, con tanto di festeggiamenti sul podio con l’acqua di rose analcolica al posto dello champagne, per rispettare il Corano. L’evento non poteva che essere celebrato con un successo del pilota più vincente di sempre: l’albo d’oro del Gran Premio del Bahrain è stato aperto quindi da Michael Schumacher, nell’anno in cui il tedesco vinse con la Ferrari il suo settimo e ultimo Mondiale. Poi ecco la doppietta di Fernando Alonso, che nel 2005 e nel 2006 vinse il titolo con la Renault e in entrambe le stagioni a Sakhir mise un tassello importante vincendo questa gara. La Ferrari tornò davanti a tutti nel 2007 e poi nel 2008, anni in cui lo ‘sceicco’ del deserto diventò Felipe Massa, autore di due vittorie consecutive in stagioni rocambolesche, decise sempre all’ultimo Gran Premio. Il 2009 fu l’anno dell’exploit della Brawn Gp e di Jenson Button, che vinsero anche a Sakhir in uno degli anni più strani che la Formula 1 ricordi nella sua storia. Nel 2010 ecco l’indimenticabile doppietta di Fernando Alonso e Felipe Massa nella prima gara della stagione, che segnava anche il debutto dello spagnolo al volante della Rossa. Nel 2011 invece il Bahrain, come molti altri paesi arabi, salì alla ribalta delle cronache per le vicende della Primavera araba: grandi speranze di libertà, ma anche violenze che portarono prima al rinvio e poi al definitivo annullamento del Gran Premio del Bahrain, dove si tornò – pur con molte polemiche e qualche momento di tensione – nel 2012, anno in cui la vittoria sorrise a Sebastian Vettel, proprio come nel 2013. Insomma, negli ultimi anni nemmeno il deserto si è sottratto al trionfo del nuovo Kaiser, erede di Schumi. Ora le gerarchie sono cambiate – anche se la Red Bull è più competitiva di quanto si potesse pensare. Cosa succederà oggi, ma soprattutto sabato e poi domenica? Per scoprirlo, non è più il tempo delle parole. Adesso dunque è arrivato il momento di far parlare la pista di Sakhir: le prove libere del Gran Premio del Bahrain 2014 di Formula 1 stanno per cominciare…

Pos No Driver Team Time/Retired Gap Laps
1 44 Lewis Hamilton Mercedes 1:37.502   14
2 6 Nico Rosberg Mercedes 1:37.733 0.231 13
3 14 Fernando Alonso Ferrari 1:37.953 0.451 17
4 27 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1:38.122 0.620 10
5 22 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:38.636 1.134 16
6 7 Kimi Räikkönen Ferrari 1:38.783 1.281 12
7 20 Kevin Magnussen McLaren-Mercedes 1:38.949 1.447 15
8 26 Daniil Kvyat STR-Renault 1:39.056 1.554 24
9 11 Sergio Perez Force India-Mercedes 1:39.102 1.600 21
10 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:39.389 1.887 16
11 19 Felipe Massa Williams-Mercedes 1:39.533 2.031 11
12 25 Jean-Eric Vergne STR-Renault 1:39.862 2.360 26
13 40 Felipe Nasr Williams-Mercedes 1:40.078 2.576 14
14 3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing-Renault 1:40.406 2.904 19
15 99 Adrian Sutil Sauber-Ferrari 1:40.652 3.150 20
16 13 Pastor Maldonado Lotus-Renault 1:40.793 3.291 31
17 17 Jules Bianchi Marussia-Ferrari 1:40.889 3.387 20
18 36 Giedo van der Garde Sauber-Ferrari 1:40.913 3.411 20
19 8 Romain Grosjean Lotus-Renault 1:41.036 3.534 24
20 4 Max Chilton Marussia-Ferrari 1:41.794 4.292 20
21 46 Robin Frijns Caterham-Renault 1:42.417 4.915 35
22 9 Marcus Ericsson Caterham-Renault 1:42.711 5.209 21
Pos No Driver Team Time/Retired Gap Laps
1 44 Lewis Hamilton Mercedes 1:34.325   28
2 6 Nico Rosberg Mercedes 1:34.690 0.365 31
3 14 Fernando Alonso Ferrari 1:35.360 1.035 28
4 3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing-Renault 1:35.433 1.108 28
5 19 Felipe Massa Williams-Mercedes 1:35.442 1.117  
6 22 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:35.528 1.203 21
7 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:35.606 1.281 30
8 26 Daniil Kvyat STR-Renault 1:35.640 1.315 31
9 20 Kevin Magnussen McLaren-Mercedes 1:35.662 1.337 22
10 11 Sergio Perez Force India-Mercedes 1:35.802 1.477 40
11 77 Valtteri Bottas Williams-Mercedes 1:35.920 1.595 9
12 25 Jean-Eric Vergne STR-Renault 1:35.972 1.647 33
13 27 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1:35.998 1.673 18
14 7 Kimi Räikkönen Ferrari 1:36.366 2.041 33
15 99 Adrian Sutil Sauber-Ferrari 1:36.962 2.637 13
16 21 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 1:36.975 2.650 35
17 13 Pastor Maldonado Lotus-Renault 1:37.259 2.934 25
18 8 Romain Grosjean Lotus-Renault 1:37.599 3.274 23
19 17 Jules Bianchi Marussia-Ferrari 1:37.800 3.475 15
20 4 Max Chilton Marussia-Ferrari 1:38.247 3.922 10
21 10 Kamui Kobayashi Caterham-Renault 1:38.257 3.932 33
22 9 Marcus Ericsson Caterham-Renault 1:39.136 4.811 30


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori