Formula 1/ Classifica Piloti e Mondiale Costruttori dopo il Gran Premio del Messico 2015. Rosberg, vittoria e secondo posto (oggi 1 novembre)

- La Redazione

Formula 1, classifica Piloti e Mondiale Costruttori adopo il Gp Messico 2015 a Città del Messico: Nico Rosberg vince la quarta gara stagionale e scavalca Vettel al secondo posto 

RosbergHamilton_spumantissimo
Nico Rosberg e Lewis Hamilton (Infophoto)

Nico Rosberg vince il Gran Premio del Messico 2015 (clicca qui per la cronaca della gara) ed è ora secondo nella classifica del Mondiale di Formula 1. Era questo il duello che accendeva la gara: quello per la seconda posizione alle spalle di Lewis Hamilton, già campione del mondo e che sale a quota 345 punti non potendo più raggiungere e superare i 397 punti che Sebastian Vettel aveva fatto registrare due anni fa. Vettel che, a proposito, vive una giornata da incubo e resta a quota 251: adesso Rosberg ha 272 punti e può gestire nelle ultime due gare per andare così a chiudere secondo nel Mondiale per il secondo anno consecutivo. Alle spalle delle imprendibili Mercedes risorge Valtteri Bottas, che si prende il podio e scavalca il connazionale Kimi Raikkonen al quarto posto della classifica (126 punti contro i 123 del pilota Ferrari). Bella anche la sfida tutta in famiglia tra le Red Bull: la spunta Daniil Kvyat che così blinda la sua settima posizione in classifica, 88 punti mentre quelli dell’australiano sono 84 con le Lattine Volanti che per una volta vivono una giornata positiva. Bene anche le Force India, mentre Felipe Massa ottiene un sesto posto che non lo può soddisfare sino in fondo. Curiosità: la Ferrari, comunque seconda nel Mondiale costruttori con ampio margine, non aveva due piloti ritirati dal Gran Premio d’Australia 2009, quello che aveva inaugurato la stagione (allora erano Massa e Raikkonen). 

Sta per iniziare il Gran Premio del Messico 2015: la Formula 1 ha già il suo campione del Mondo, è Lewis Hamilton che per il secondo anno consecutivo festeggia il titolo e questa volta lo ha fatto con tre gare di anticipo (ma va detto che nel 2014 c’era il punteggio doppio all’ultima gara, regola tolta subito). Tiene banco allora la corsa al secondo posto: in questo momento Sebastian Vettel conserva 4 punti di margine su Nico Rosberg, che rischia di peggiorare il risultato ottenuto un anno fa nonostante una Mercedes apparsa ancora dominante rispetto alle altre scuderie. Il derby tedesco sarà punto a punto: naturalmente Vettel è padrone del suo destino nel senso che rimanendo sempre davanti a Rosberg avrà la certezza di prendersi la seconda posizione. Visto però che ragionevolmente i due lotteranno per il podio e le distanze di punti in queste posizioni sono più ampie, a Rosberg questa sera potrebbe bastare un semplice secondo posto, con Vettel terzo, per operare il sorpasso. Naturalmente i due correranno per la vittoria del Gran Premio, anche in Messico. 

In attesa di vivere il Gran Premio del Messico 2015, diciassettesimo atto del Mondiale 2015 di Formula 1 che si snoderà sul rinnovato circuito di Città del Messico, diamo uno sguardo alle classifiche del Mondiale Piloti e del Mondiale Costruttori. Dopo le prime sedici gare stagionali i verdetti sono già definitivi. Infatti, grazie alla vittoria ottenuta domenica scorsa ad Austin, Lewis Hamilton ha conquistato matematicamente per la terza volta in carriera e seconda consecutiva il titolo di campione del Mondo. Il pilota inglese infatti ha 327 punti contro i 251 del secondo in classifica, cioè Sebastian Vettel: sono 76 lunghezze di differenza quando i punti a disposizione rimasti sono soltanto 75, visto che ci sono tre Gp ancora da disputare. L’attesa si concentra dunque soprattutto sul duello per il secondo posto, molto interessante dal momento che Nico Rosberg ha 247 punti, solo quattro in meno rispetto al suo connazionale. Per quanto riguarda invece il Mondiale Costruttori, anche qui tutto è già deciso. La Mercedes è matematicamente iridata grazie ai 574 punti conquistati finora a fronte dei 374 della Ferrari, prima inseguitrice ma con ben 200 punti di ritardo rispetto alle imprendibili Frecce d’Argento. Lontanissimi tutti gli altri: Kimi Raikkonen è quarto con 123 punti e precede la coppia della Williams formata da Valtteri Bottas e Felipe Massa, rispettivamente quinto e sesto con 111 e 109 punti, che piazzano così la scuderia inglese al terzo posto con 220 punti nella classifica Costruttori. Curiosa anche la lotta in casa Red Bull, perché al momento Daniil Kvyat precede di due lunghezze (76 punti contro 74) il teorico capitano Daniel Ricciardo al settimo posto. Austin però è stata una gara disastrosa per Raikkonen, le due Williams e le due Red Bull, che hanno raccolto un solo punto in cinque: così si è molto avvicinato alla coppia delle ‘lattine’ Sergio Perez, nono con 64 punti e oggi desideroso di fare bene davanti al pubblico di casa sua. 

1. LEWIS HAMILTON (Gbr, Mercedes) 345

2. Nico Rosberg (Ger, Mercedes) 272

3. Sebastian Vettel (Ger, Ferrari) 251

4. Valtteri Bottas (Fin, Williams) 126

5. Kimi Raikkonen (Fin, Ferrari) 123

6. Felipe Massa (Bra, Williams) 109

7. Daniil Kvyat (Rus, Red Bull) 76

8. Daniel Ricciardo (Aus, Red Bull) 74

9. Sergio Perez (Mes, Force India) 68

10. Max Verstappen (Ola, Toro Rosso) 45

11. Romain Grosjean (Fra, Lotus) 45

12. Nico Hulkenberg (Ger, Force India) 44 

13. Felipe Nasr (Bra, Sauber) 27

14. Pastor Maldonado (Ven, Lotus) 26

15. Carlos Sainz jr (Spa, Toro Rosso) 18

16. Jenson Button (Gbr, McLaren) 16

17. Fernando Alonso (Spa, McLaren) 11

18. Marcus Ericsson (Sve, Sauber) 9

1. MERCEDES 617

2. Ferrari 374

3. Williams 243

4. Red Bull 172

5. Force India 112

6. Lotus 71

7. Toro Rosso 65

8. Sauber 36

9. McLaren 27

10. Manor Marussia 0

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori