Formula 1/ Classifica Piloti e Mondiale Costruttori dopo il Gran Premio Brasile 2015 Interlagos vinto da Nico Rosberg (oggi domenica 15 novembre)

- La Redazione

Formula 1 classifica Piloti e Mondiale Costruttori aspettando il Gran Premio Brasile 2015 Interlagos (oggi domenica 15 novembre). Titoli già in bacheca per Lewis Hamilton e la Mercedes

RosbergHamilton_spumantissimo
Nico Rosberg e Lewis Hamilton (Infophoto)

Nico Rosberg vince il Gran Premio del Brasile 2015 e ottiene aritmeticamente il secondo posto nel Mondiale piloti di Formula 1. Il tedesco della Mercedes, alla quinta vittoria stagionale (la tredicesima in carriera), stacca in maniera decisiva Sebastian Vettel: sale a quota 297 punti contro i 266 di Sebastian Vettel che, con una sola gara al termine del campionato, non può più raggiungere il connazionale. Festeggia comunque anche lui: con il terzo posto di oggi stabilisce il record di podi per un pilota esordiente in Ferrari e scava un altro solco nei confronti di Valtteri Bottas, che con la quinta posizione di oggi si porta comunque a quota 136 punti allungando su Felipe Massa, che va a 113 (ma è sotto investigazione per il livello sballato degli pneumatici). Anche in casa Red Bull il vantaggio di Daniil Kvyat è netto su Daniel Ricciardo: i punti del russo, con il settimo posto di oggi, sono 82 mentre quelli di Ricciardo, ancora in difficoltà (ma è partito diciannovesimo) sono 74. Sale anche Nico Hulkenberg, che si porta a quota 52 grazie al settimo posto di oggi, e scavalca sia Max Verstappen che Romain Grosjean arrivando a -16 da Sergio Perez, che resta comunque il primo pilota della Force India. 

Nico Rosberg 272 punti, Sebastian Vettel 251: alla vigilia del Gran Premio del Brasile 2015 di Formula 1 la situazione di classifica del Mondiale piloti, per la seconda posizione, è questa. Derby tedesco e sfida Ferrari-Mercedes: 21 punti di vantaggio per Rosberg e due gare alla conclusione. Vettel può presentarsi ad Abu Dhabi con il secondo posto in mano, quello che aveva già ottenuto prima del ritiro in Messico: perchè sia così però c’è una sola possibilità, ovvero che il tedesco della Ferrari vinca la gara a Interlagos e Rosberg non faccia punti. Vettel arriverebbe all’ultimo Gran Premio della stagione con 4 punti di vantaggio, un margine esiguo ma certamente utile. Rosberg invece, per contro, può chiudere il discorso qui in Brasile: deve guadagnare almeno 5 punti su Vettel. Così facendo si porterebbe a +26, irraggiungibile per il ferrarista; Rosberg vincendo la gara sarebbe certo del secondo posto nel Mondiale piloti, con un secondo posto dovrebbe sperare in un Vettel non meglio della quarta posizione, se Rosberg arriverà terzo Vettel dovrà essere dalla quinta posizione in giù. 

In attesa di vivere il Gran Premio del Brasile 2015, diciottesimo atto del Mondiale 2015 di Formula 1 che si snoderà sullo storico circuito di Interlagos a San Paolo, diamo uno sguardo alle classifiche del Mondiale Piloti e del Mondiale Costruttori. Dopo le prime diciassette gare stagionali i verdetti sono già definitivi. Infatti, Lewis Hamilton ha conquistato matematicamente ad Austin per la terza volta in carriera e seconda consecutiva il titolo di campione del Mondo. Il pilota inglese ha dominato la stagione, come dimostrano i numeri: Hamilton ha 345 punti contro i 272 del secondo in classifica, cioè il suo compagno di squadra Nico Rosberg, che di fatto quest’anno non è mai stato in corsa per il titolo ma dopo Città del Messico può almeno consolarsi con un secondo posto blindato quasi definitivamente grazie alla vittoria e al contemporaneo ritiro di Sebastian Vettel, che è rimasto fermo a quota 251 e ora deve recuperare 21 lunghezze al connazionale in due soli Gran Premi se vorrà diventare vice-campione del Mondo. Per quanto riguarda invece il Mondiale Costruttori, anche qui tutto è già deciso. La Mercedes è matematicamente iridata fin da Sochi e il dominio è netto grazie ai 617 punti conquistati finora a fronte dei 374 della Ferrari, prima inseguitrice ma con ben 243 punti di ritardo rispetto alle imprendibili Frecce d’Argento. Lontanissimi tutti gli altri, c’è al massimo lotta per il quarto posto nella classifica Piloti: Kimi Raikkonen è rimasto fermo a quota 123 punti ed è stato superato dal connazionale Valtteri Bottas che di punti ne ha 126 e con il quale i rapporti non sono semplici dopo i ben due recenti incidenti che li hanno visti protagonisti. La lotta fra Raikkonen e i due piloti della Williams (che è la terza forza nella graduatoria Costruttori) è completata da Felipe Massa, che attualmente è sesto con 109 punti ma terrà a fare bene sulla pista di casa, dove ha vissuto alcune corse che sono entrate nella storia della Formula 1.

1. LEWIS HAMILTON (Gbr, Mercedes) 363

2. Nico Rosberg (Ger, Mercedes) 297

3. Sebastian Vettel (Ger, Ferrari) 266

4. Valtteri Bottas (Fin, Williams) 136

5. Kimi Raikkonen (Fin, Ferrari) 135

6. Felipe Massa (Bra, Williams) 113

7. Daniil Kvyat (Rus, Red Bull) 82

8. Daniel Ricciardo (Aus, Red Bull) 74

9. Sergio Perez (Mes, Force India) 68

10. Nico Hulkenberg (Ger, Force India) 52

11. Romain Grosjean (Fra, Lotus) 47

12. Max Verstappen (Ola, Toro Rosso) 46

13. Felipe Nasr (Bra, Sauber) 27

14. Pastor Maldonado (Ven, Lotus) 26

15. Carlos Sainz jr (Spa, Toro Rosso) 18

16. Jenson Button (Gbr, McLaren) 16

17. Fernando Alonso (Spa, McLaren) 11

18. Marcus Ericsson (Sve, Sauber) 9

1. MERCEDES 660

2. Ferrari 401

3. Williams 257

4. Red Bull 178

5. Force India 120

6. Lotus 73

7. Toro Rosso 66

8. Sauber 36

9. McLaren 27

10. Manor Marussia 0

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori