DIRETTA / Formula 1 (F1) griglia di partenza GP Malesia Sepang 2015. Pole position di Hamilton. Grosjean penalizzato (qualifiche, oggi 28 marzo 2015)

- La Redazione

Diretta Formula 1 qualifiche del Gran Premio della Malesia 2015 a Sepang: la griglia di partenza. Hamilton in pole position, Vettel splendido secondo (oggi sabato 28 marzo 2015)

Vettel_Ferrari_rosso
Calendario Formula 1 2019, Sebastian Vettel (da Facebook Scuderia Ferrari)

E’ iniziato il Gran Premio della Malesia 2015 di Formula 1. Lewis Hamilton ha conquistato la seconda pole position in due gare ma per una volta c’è qualcuno tra lui e Nico Rosberg: la Ferrari di Sebastian Vettel è in prima fila e minaccia seriamente di prendersi la vittoria interrompendo il dominio della Mercedes. Ce la farà? Dalle ore 9 la risposta.

Cambia la griglia di partenza del Gran Premio della Malesia 2015 che si disputerà domani a Sepang. Infatti è da poco giunta la notizia che Romain Grosjean perderà due posizioni: il pilota francese della Lotus, che era giunto ottavo nelle qualifiche, è stato sanzionato per l’uscita irregolare dalla pit lane nella seconda manche delle prove ufficiali, il Q2. Grosjean, in sostanza, ha guadagnato posizioni nella fila nei caotici momenti nei quali tutti volevano scendere in pista prima che sulla pista malese si abbattesse il nubifragio. Mossa che paga scivolando in quinta fila, alle spalle di Valtteri Bottas e Marcus Ericsson che guadagnano invece una posizione. DIRETTA FORMULA 1 F1 QUALIFICHE, GRIGLIA DI PARTENZA GRAN PREMIO DELLA MALESIA 2015 (SEPANG) LIVE: CRONACA E TEMPI (OGGI SABATO 28 MARZO 2015) – Pole position di Lewis Hamilton al Gran Premio della Malesia 2015 a Sepang, ma in prima fila della griglia di partenza con lui ci sarà la Ferrari di Sebastian Vettel. Un giro capolavoro da parte del quattro volte campione del Mondo di Formula 1, che così è riuscito a precedere l’altra Mercedes di Nico Rosberg, “soltanto” terzo. Addirittura Vettel è arrivato a soli 74 millesimi dalla pole position di Hamilton in 1’49″834, anche se va detto che l’inglese si è permesso di non forzare nel suo ultimo tentativo, quando ha visto che i due grandi rivali erano alle spalle. Naturalmente le qualifiche sono state pesantemente condizionate dal temporale tropicale che si è abbattuto sul circuito nel corso del Q2 e che ha causato la precoce eliminazione di Kimi Raikkonen, undicesimo nel momento in cui ha iniziato a piovere e impossibilitato a migliorarsi. La Ferrari però si consola pensando al secondo posto di Vettel con le gomme intermedie all’ultimo minuto del Q3, risultato che probabilmente non sarebbe stato possibile su pista asciutta. Bilancio positivo per la Red Bull, che ha piazzato Daniel Ricciardo al quinto posto e Daniil Kvyat al quinto, con una citazione speciale per il ragazzino Max Verstappen, che ha portato la sua Toro Rosso al sesto posto in condizioni così difficili: dimostrazione di un grande talento. Sotto le attese invece la Williams, che non è andata oltre il settimo posto di Felipe Massa e il nono di Valtteri Bottas. Disastrosa infine la McLaren, che piazza Fernando Alonso e Jenson Button in penultima fila, davanti solo alle due Manor ed entrambi eliminati già in Q1. (Mauro Mantegazza)  

Q3 si torna a girare ha smesso di piovere e le monoposto dopo un giro con le gomme da bagnato si prova a scendere in pista con le intermedie. Giro dopo giro la pista si sta pian piano asciugando ma è difficile che nei pochi minuti di sessioni che restano si possa tornare ai tempi delle prime due sessioni. Per ora Hamilton al comando, bene Vettel che sembra in ottima condizione oggi. Attenzione alle Williams in recupero alle loro spalle. Intanto Rosberg si mette a caccia del suo compagno si team che sembra trovarsi molto bene in queste condizioni della pista.

Q3 che ancora resta bloccata causa nubifragio, la pioggia intensa sta rimandando l’inizio dell’ultima sessione delle qualifiche Gp Malesia 2015. il giudice di gara sta cercando di controllare lo stato della pista per riuscire a capire se e quando potranno riprendere a girare le monoposto. C’è ancora grande amarazza per l’eliminazione in Q2 di Raikkonen che poteva ambire alle terza o quarta posizione. Esultano intanto le Red Bull che avevano invocato la pioggia per equiparare i livelli tecnici delle monoposto. 

Ultima sessione di queste qualifiche formula 1 GP Malesia 2015. L’arrivo della pioggia mischia ancora le carte e rischia di mescolare ancora una volta i valori visti in pista. Assisteremo alla prima prova ufficiale su bagnato. La Q2 è stata una sessione molto confusa, tutte la macchine sono uscite in pista insieme per cercare effettuare un giro sull’asciutto. Questa volta la fortuna non sorride ancora a Raikkonen che dopo delle ottime prove viene eliminato. Dopo solo un giro il diluvio ha reso impossibile migliorare la prestazione del fillandese. Hamilton riesce in ultimo a chiudere in ottava posizione qualificandosi. Eliminati: Raikkonen, Maldonado, Hulkenberg, Perez, Sainz e Nasr.

Siamo alla Q2 delle qualifiche formula 1 del GP Malesia 2015, la Q1 si è chiusa con una prestazione ancora deludente per le McLaren che non riescono ancora ad esprimersi a livello dei top team. Button e Alonso subito fuori alla prima sessione, inizio in salita in questo campionato per il team che ha ancora grossi problemi dal punto di vista motoristico. Ancora Mercdes in avanti con Hamilton e Rosberg. Ottimo Vettel attualmente in terza posizione mentre Raikkonen sesto dietro ad un ottimo Sainz e Bottas. Eliminati: Stevens, Merhi, Alonso, Button. Si saval Eriksson in ultimo grazie all’uso delle gomme più morbide che lo hanno portato in sesta posizione accedendo alla Q2.  

Parte la diretta della Q1 delle qualifiche formula 1 di Sepang e sarà ancora caccia alle Mercedes, questo da quello che emerge dalle sessioni di prove libere. Il distacco delle inseguitrici è ancora notevole e per ora resta fermo a cinque decimi, sarà arduo per le Ferrari riuscire a strappare la pole a Rosberg ed Hamilton ma tutto è possibile. Sarà una gara a 4 per il terzo e quarto posto tra le rosse di Maranello e le Williams. Da segnalare un Raikkonen in grande spolvero che potrebbe regalarsi qualche soddisfazione.

Manca meno di un’ora all’inizio delle qualifiche formula 1 del gran premio della Malesia 2015 e sembrano già essere chiari gli equilibri tra i team. A continuare il suo periodo “nero” è la Red Bull a caccia più che mai di una prestazione convincente per cercare di rilanciarsi in questo mondiale. Va tenuto conto che siamo siamo solo al secondo appuntamento della stagione ma chiudere le prove libere a +0.900 decimi dalla Mercedes di Rosberg è tutt’altro che un segnale incoraggiante per un tema abbituato a primeggiare. Riusciranno Ricciardo e Kvyat a tornare competitivi? 

Si chiude la terza sessione di prove libere della formula 1 della Malesia con le Mercedes di Rosberg (1:39.690) e Hamilton (1:39.873) al comando. FP3 anomale con le poche emozioni nella prima parte e qualche lampo nella seconda dove le Ferrari sono riuscite a portarsi alle spalle del team tedesco con Raikkonen che dopo una difficile sessione di prove piazza il terzo tempo con 1:40.245. Dietro le due Ferrari chiudono le due Williams di Massa e Bottas che si dimostrano non lontane dalle rosse di Maranello come prestazioni. 

Stenta a decollare questa terza sessione di prove libere FP3 del Gran premio della Malesia 2015 (F1). Quando è quandi passata la prima mezz’ora non si sono ancora visti in pista i top team in pista, le Ferrari, Mercedes e Wiliams sembrano intezionate a sfruttare solo la seconda paerte di questa prove libere con la sola Red Bull rimasta a segnare tempi in qualche modo significativi. Tutto deve essere ancora scritto in queste FP3 che ci regaleranno sicuramente una grande battaglia in questi ultimi 30 minuti di sessione con le Ferrari pronte a dare battaglia alle Mercedes per le prime posizioni.

Sta per cominciare la sessione FP3 delle prove libere   GP Malesia 2015 Formula 1.  Le Mercedes sembrano avere una grande potenzialità anche su questo circuito e sicuramente da quanto visto fino ad ora saranno le monoposto da battere. La Ferrari si candica al ruolo di seconda potenza del mondiale 2015 ma una particolare attenzione va posta alle Williams che hanno dimostrato di avere buone possibilità di contendere alla rossa di Maranello il ruolo di antagonista del team tedesco. Si attende un passo in avanti di Vettel chiamato a competere per le prime posizioni.

La Formula 1 torna con le prove libere FP3 del GP Malesia 2015 e tutta l’attenzione è per Raikkonen con la sua Ferrari. Il pilota Fillandese sembra rinato quest’anno, dopo la pessima prestazione dello scorso anno in cui sembrava il fratello lontano del campione ammirato in questi anni di F1, si sente a suo agio alla guida della nuova monoposto di Maranello. Nella FP3 dovrà confermarsi ma a far sperare in vista gara è il passo che si è dimostrato all’altezzo di quello di Rosberg. Il gap con la Mercedes resta ancora evidente basti pensare la facilità con cui Hamilton ha piazzato il giro veloce nonostante i problemi tecnici avuti. C’è ancora tanto da lavorare per la Ferrari, Raikkonen lo sa e mantiene la calama “Dobbiamo migliorare ancora, abbiamo avuto problemi con gli pneumatici e con il set up. Cercheremo di fare del nostro meglio”. 

La Formula 1 torna in diretta: grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio della Malesia 2015 sul circuito di Sepang, secondo appuntamento del Mondiale di quest’anno. Come ogni anno, il sabato avrà inizio con la terza e ultima sessione di prove libere FP3, che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali che determinerà la composizione della griglia di partenza e chi sarà a scattare dalla pole position in questo Gran Premio che si disputa sul circuito sorto nel 1999 nei pressi del principale aeroporto della capitale Kuala Lumpur. Per prima cosa, diamo uno sguardo a tutti gli orari, che saranno pesantemente condizionati dalle sette ore di fuso orario: la  avrà inizio alle ore 7.00, quando invece a Sepang saranno già le 14.00 di sabato. L’attesissimo appuntamento con le qualifiche sarà invece alle ore 10.00, con i verdetti che arriveranno attorno alle 11.00 (17.00-18.00 in Malesia). Gli orari dunque non saranno tutto sommato così scomodi, in particolare per quanto riguarda le qualifiche che potranno essere seguite a mattino ormai inoltrato. Meglio così per tutti gli appassionati, perché i temi d’interesse saranno davvero tanti per questo secondo appuntamento con il Circus iridato. 

In primo piano c’è senza dubbio il ritorno di Fernando Alonso, suo malgrado il protagonista più chiacchierato di questa primissima parte della stagione. Si potrebbe però dire che per lo spagnolo il difficile inizia adesso: si sapeva che la McLaren era molto indietro rispetto alle rivali, ma in Australia la scuderia inglese è stata addirittura disastrosa, con Kevin Magnussen che si è ritirato prima ancora del via (per un guasto sulla macchina che sarebbe stata di Fernando…) e Jenson Button undicesimo su altrettanti piloti giunti al traguardo. Molto meglio la sua ex Ferrari, ovviamente ora chiamata a confermarsi su un circuito “vero”, che ci darà responsi più realistici sulla forza della che comunque ha iniziato benissimo la stagione. Se anche a Sepang la Rossa si confermasse come prima dei “terrestri” (la Mercedes sembra ancora troppo lontana), si potrebbe iniziare a pensare ad una stagione soddisfacente per la scuderia più amata al mondo e per Sebastian Vettel, che ha cominciato nel migliore dei modi la sua missione di erede di Michael Schumacher. Allora mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e della  del Gran Premio della Malesia 2015 di Formula 1 a Sepang sta per cominciare… 

Pos No Driver Team Q1 Q2 Q3 Laps
1 44 Lewis Hamilton Mercedes 1:39.269 1:41.517 1:49.834  
2 5 Sebastian Vettel Ferrari 1:39.814 1:39.632 1:49.908  
3 6 Nico Rosberg Mercedes 1:39.374 1:39.377 1:50.299  
4 3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1:40.504 1:41.085 1:51.541  
5 26 Daniil Kvyat Red Bull Racing 1:40.546 1:41.665 1:51.951  
6 33 Max Verstappen Toro Rosso 1:40.793 1:41.430 1:51.981  
7 19 Felipe Massa Williams 1:40.543 1:41.230 1:52.473  
8 8 Romain Grosjean* Lotus 1:40.303 1:41.209 1:52.981  
9 77 Valtteri Bottas Williams 1:40.249 1:40.650 1:53.179  
10 9 Marcus Ericsson Sauber 1:40.340 1:41.748 1:53.261  
11 7 Kimi Raikkonen Ferrari 1:40.415 1:42.173    
12 13 Pastor Maldonado Lotus 1:40.361 1:42.198    
13 27 Nico Hulkenberg Force India 1:40.830 1:43.023    
14 11 Sergio Perez Force India 1:41.036 1:43.469    
15 55 Carlos Sainz Toro Rosso 1:39.814 1:43.701    
16 12 Felipe Nasr Sauber 1:41.308      
17 22 Jenson Button McLaren 1:41.636      
18 14 Fernando Alonso McLaren 1:41.746

NB – Le Marussia hanno ottenuto tempi superiori al 107% del primo. La partecipazione al Gp di Mehri e Stevens sarà affidata alla decisione dei commissari.

* Penalizzato di due posizioni, partirà decimo dietro a Bottas ed Ericsson

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori